Recensioni

Wednesday, 11 May 2016 15:01

Whiskey Tango Foxtrot, recensione: la brillante guerra del soldato Tina Fey

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il duo Requa-Ficarra centra nuovamente il bersaglio con Whiskey tango foxtrot, la brillante storia della giornalista Kim Baker. Ecco la recensione di Cinetvlandia

Arriva un momento nella vita in cui ti accorgi che la cyclette sulla quale hai sudato chilometri su chilometri non solo non si è spostata in avanti, ma è addirittura arretrata di qualche centimetro sulla moquette dove poggia. Kim Baker ha poco più di quarant'anni, una relazione con un uomo che incrocia ai suoi cambi d'aereo e un lavoro da giornalista che non l'ha mai fatta muovere dalla scrivania. Quando la rete televisiva le propone di partire per l'Afghanistan e realizzare il reportage di una guerra che rischiava di essere cancellata dalla memoria comune, Kim decide che non vuole fare la fine della cyclette e va. La missione dovrebbe durare tre mesi, ma in Afghanistan la giornalista vi rimase quattro anni e al ritorno avrebbe avuto più vita vissuta addosso di quanta ne avesse mai avuta prima.    Whiskey tango foxtrot di Glenn Ficarra e John Requa (Crazy, stupid love) si inserisce sul filone del brillante film di guerra, in stile del recente Perfect Day, e utilizza il genere per raccontare gli uomini, le loro passioni e le loro debolezze. Il gruppo di inviati di televisioni e giornali da tutto il mondo, chiusi in un albergo internazionale al riparo dall'integralismo talebano, diventa la rappresentazione di un microcosmo dove ogni sentimento viene esaltato. Kim, sperduta e spiazzata dalla diversità della nuova realtà, ne approfitta così per ridisegnarsi e crearsi un nuovo inizio dal quale ripartire. Non sempre la vita ti offre opportunità del genere, o forse non tutti sanno cogliere i segnali che la vita lancia. Kim ci riesce e, quando capirà che la distorta realtà afghana potrebbe prendere il sopravvento e inglobarla in un ruolo che non sente più suo, ecco che riesce a staccare e tornare alle origini. Ma diversa. Migliore, forse. La pellicola, adattamento cinematografico di The Taliban Shuffle: Strange Days in Afghanistan and Pakistan, memorie della giornalista americana Kim Barker, scritte nel 2011 sulla sua esperienza in Medioriente, è stato fortemente voluto dalla protagonista (e produttrice) Tina Fey, splendida attrice americana, ma poco conosciuta da noi (la sua imitazione di Sarah Palin, ex governatore conservatore dell'Alaska e candidata alle scorse elezioni presidenziali, è imperdibile). E Whiskey tango foxtrot vero che poggia molto sulle sue spalle, ma gran merito va a una sceneggiatura mai banale e capace di guardare la tragedia della guerra con uno sguardo ironico. Grandi meriti anche a un cast di contorno dove non c'è un solo ruolo sbagliato e con un Billy Bob Thornton sublime.

Read 1110 times Last modified on Wednesday, 11 May 2016 16:09

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Locarno Film Festival 2019: Diego Maradona di Asif Kapadia, recensione
  • Il Re Leone film 2019, podcast recensione del nuovo live action Disney
  • Locarno Film Festival 2019: The Nest - Il nido di Roberto De Feo, recensione
  • Locarno Film Festival 2019: 7500, recensione del thriller con Joseph Gordon Levitt

Il nuovo documentario del premio Oscar Asif Kapadia dedicato a Diego Maradona è stato proiettato in Piazza Grande al Locarno Film Festival 2019 la notte di Ferragosto: ecco qui di seguito la nostra recensione del film in uscita prossimamente al cinema.

Read More

Sta per arrivare nei cinema di tutto il mondo il nuovo film Disney in live action, Il Re Leone, rivisitazione del successo d’animazione Disney del 1994: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Arriva nella sezione speciale Crazy Midnight in Piazza Grande al Locarno Film Festival 2019 il primo interessante lungometraggio di Roberto De Feo The Nest -Il Nido: ecco qui di seguito la recensione.

Read More

Presentato in anteprima nazionale alla 72°edizione del Locarno Film Festival 2019 il film 7500 di Patrick Vollrath con Joseph Gordon-Levitt un thriller teso e lucido tutto ambientato in una cabina d’aereo: ecco qui di seguito la recensione in anteprima.

Read More