Recensioni

Thursday, 03 January 2019 08:58

Vice – L’uomo nell'ombra, recensione della biopic di Adam McKay con Christian Bale, Amy Adams e Steve Carell Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Arriverà ad inizio anno nei cinema italiani Vice – L’uomo nell'ombra di Adam McKay con Christian Bale, Amy Adams, Steve Carell, Sam Rockwell: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Se pensiamo che con l’amministrazione Trump gli Stati Uniti stiano toccando il fondo è perché abbiamo la memoria corta e il doppio mandato Obama ha allontanato da noi le nefandezze della presidenza di Bush Jr. Certo, volendo fare i pignoli potremmo anche tornare agli anni Settanta e riportare alla luce l’amministrazione Nixon e l’accozzaglia mafiosa che lo accompagnò fino alle dimissioni post Watergate. Ma, rimaniamo agli anni Duemila e riprendiamo le fila della storia grazie a Vice, l’uomo nell’ombra lo straordinario film di Adam McKay che ripercorre la vita di Dick Cheney, il più influente e potente vice presidente che la storia americana abbia mai conosciuto.

Dick lo conosciamo giovane operaio dedito all’alcol e alle risse da bar che, messo alle strette da una moglie orgogliosa e ambiziosa, decide di cambiare vita. E ci riesce in un modo eccezionalmente rapido. Diviene prima braccio destro del repubblicano Donald Rumsfeld, segretario alla difesa del presidente Ford, poi sempre affascinato dal potere e dalla burocrazia, comincia una scalata che nel giro di una decina d’anni lo porterà ai piani alti della Casa Bianca e, infine, a divenire vice presidente di George W. Bush, finendo per guidare di fatto la politica americana del dopo 11 settembre.

“Sono sempre stato affascinato da Cheney. Tutti sappiamo chi è ma in realtà nessuno lo sa davvero – ha raccontato il regista - È un uomo che ha sempre fatto di tutto per evitare i riflettori, ma ha avuto un potere immenso e ha cambiato la storia non solo per gli Stati Uniti ma per il mondo intero”.

Il taglio del racconto del racconto scelto da Adam McKay è simile a quello dato dal regista al precedente La grande scommessa, con il quale raccontò la bolla speculativa immobiliare del 2005: una narrazione tra fiction e documentario densa di ironia, sarcasmo e tragiche verità. Rispetto al precedente film (complesso nel linguaggio tecnico anche se affascinante nel ritmo e nella cronaca), Vice ha dalla sua una maggiore immediatezza che permette di rappresentare al meglio la faccia sporca del potere e la fascinazione che questo ha sull'uomo. E senza mandarle mai a dire Vice, arrivando diretto come una treno che annichilisce lo spettatore e lo lascia completamente spiazzato nel mezzo di una risata amara. Perfetto anche il cast tutto, in particolare con la bella interpretazione fisica di Christian Bale nei panni ampi di Dick Cheney.

Read 533 times Last modified on Thursday, 03 January 2019 09:37

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • momenti di trascurabile felicità podcast recensione della commedia con Pif
  • Escape room podcast recensione sul thriller horror

E' nei cinema italiani la nuova commedia di Daniele Luchetti, Momenti di trascurabile felicità con protagonisti Pif, Thony e Renato Carpentieri: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcasr recension

Read More

Escape Room è il nuovo thriller horror diretto da Adam Robitel con Taylor Russell, Logan Miller, Deborah Ann Woll, Jay Ellis attualmente al cinema: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More