Recensioni

Sunday, 08 April 2018 12:22

Van Gogh - Tra il grano e il cielo, recensione del documentario narrato da Valeria Bruni tedeschi

Written by 
Rate this item
(1 Vote)

Esce questa settimana al cinema il documentario Van Gogh - Tra il grano e il cielo: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Continua il meraviglioso viaggio al cinema alla scoperta di uno die più grandi pittori dell'800, Vincent Van Gogh. Pittore amatissimo da un vasto pubblico molto trasversale, era già stato protagonista in sala l'anno scorso con il meraviglioso Loving Vincent, film d'animazione candidato all'Oscar. Questo nuovo percorso filmico ha un taglio, però, diverso raccontato sotto forma di documentario e si avvale di una traghettatrice narrativa molto particolare e in sintonia con l'artista: Valeria Bruni Tedeschi. Il film diretto da Giovanni Piscaglia e scritto da Matteo Moneta ha come punto di partenza la mostra della Basilica Palladiana di Vicenza, curata dallo storico dell’arte Marco Goldin intitolata proprio come il film: l'esposizione non solo traccia un percorso atipico dell'artista olandese ma raccoglie tantissimi opere di Van Gogh che costituiscono la collezione privata di Helene Kröller-Müller, autentica estimatrice e fan dell'artista d'inizio novecento.   

Il documentario ha una doppia valenza e punti d'interesse: il primo è scoprire alcuni aspetti artistici della pittura di Van Gogh, analizzati in modo molto curato senza soffermarsi sull'eccentricità e la vita veramente travagliata dell'artista. Si scopri così con dovizia di particolari le tematiche e lo stile della pittura del maestro che in soli dieci anni di vita professionale ha cambiato il suo modo di dipingere e d'influenzare gli artisti che lo hanno succeduto. Dall'alta parte abbiamo il punto di vista della collezionista, o meglio della sua collezione, composta da quasi 300 opere - non solo quadri ma anche schizzi preparatori - a cui si aggiungono una corposa collezione di lettere utili a capire ancora di più Van Gogh e il suo pensiero. Ciò che ne deriva è anche un'immedesimazione spirituale tra l'artista e la sua collezionista che non ha avuto l'opportunità, per questioni anagrafiche, di conoscere il suo autentico mito.

Van Gogh - Tra il grano e il cielo è un documentario silenzioso e discreto, al tempo stesso molto affascinante e dotato di personalità, dove lo spettatore rimane incantato dalle tante opere, diverse anche meno note, apprezzando l'approccio meno convenzionale e colorato, al servizio di una conoscenza migliore e più completa. A rendere il tutto ancora più affascinante, oltre alla scelta perfetta di Valria Bruni Tedeschi che accompagna lo spettatore con la sua voce quasi fiabesca e misurata e con la sua presenza scenica, c'è la colonna sonora di Remo Anzovino, già apprezzata in Hitler contro Picasso e gli altri, qui è un "tappeto" musicale che non rimarca con epicità le opere ma le esalta con melodie spirituali e delicate, proprio come tutto il film, raffinato e di gran classe.

Voto: 7,5

Read 912 times Last modified on Sunday, 08 April 2018 13:38

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Locarno Film Festival 2020: In nome del popolo italiano, podcast recensione della commedia di Risi con Gassman e Tognazzi
  • Locarno Film Festival 2020: First Cow Recensione
  • Locarno Film Festival 2020: Made in Bangladesh podcast recensione
  • Speciale Locarno Film Festival 2020: la kermesse riparte in forma ibrida, First Cow podcast Recensione

Al Locarno film festival 2020 è stato proiettato, nella sezione speciale "secret screening, il capolavoro di Dino Risi del 1971 In nome del popolo italiano con protagonisti Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi: ecco qui di seguito il nostro podcast recensione sul film che mostra anche oggi di essere molto attuale.

Read More

Il film d'apertura della 73°edizione del Locarno Film Festival 2020 è stato First Cow di Kelly Reichardt con John Magaro, Orion Lee, Toby Jones: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

E' stato presentato al Locarno Film Festival 2020 il film Made in Bangladesh diretto da Rubaiyat Hossain: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione. 

Read More

Si è aperto ieri, mercoledì 5 agosto, la nuova edizione del Locarno Film Festival 2020 che si svolgerà fino al 15 del mese in forma ibrida, in parte via streaming in parte nel capoluogo svizzero: ecco un nostro primo speciale podcast su come si sta svolgendo la kermesse e la recensione del film d'apertura, First Cow di  Kelly Reichardt.

Read More