Recensioni

Tuesday, 19 June 2018 09:25

Il sacrificio del cervo sacro - The killing of a sacred deer, recensione dramma thriller di Lanthimos con Farrell e Kidman

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Presentato in Concorso al Festival di Cannes 2017, The Killing of a Sacred Deer (in Italia Il sacrificio del cervo sacro) di Yorgos Lanthimos con Colin Farrell e Nicole Kidman ha vinto ex-aequo il premio alla sceneggiatura: ecco qui di seguito la recensione di Cinetvlandia.

Non è certo un cinema compiacente quello di Yorgos Lanthimos, regista greco che ha trovato negli Stati Uniti la sua affermazione internazionale. Lo avevamo intuito già col precedente The Lobster, un’amara metafora della società in salsa fantascientifica, dove il regista prima gioca a stranirti e disorientarti, per poi colpirti a tradimento con un pugno forte nello stomaco. Lo stesso accade in quest’ultimo The killing of a sacred deer dove una situazione sospesa nel tempo e nelle emozioni improvvisamente precipita diventando una tragedia fosca di stampo classico.

Colin Farrell è Stephen, un cardiologo di fama. Sposato con Anna (Nicole Kidman), un’oftalmologa ben affermata a sua volta, ha due figli belli e sani. Da qualche tempo l’uomo incontra al termine del lavoro Martin, il figlio di un uomo morto sotto i ferri mentre era lui ad operare. Tra i due sembra esserci una sorta di algida simpatia con il dottore a prendere il posto del padre defunto. Ma presto quella che potrebbe essere una bella e disinteressata amicizia si trasforma in un incubo. Martin infatti chiede al medico un risarcimento per la perdita del padre: l’uomo dovrà uccidere un componente della sua famiglia, altrimenti perderà tutti quanti con una morte lenta, dolorosa e inesorabile. La minaccia sembra campata in aria senonché Bob, il figlio minore comincia perdere l’uso delle gambe e successivamente a smettere di nutrirsi. La stessa sorte poi tocca a Kim, l’altra figlia. A questo punto Stephen deve prendere una decisione. E qualunque essa sia sarà sicuramente una tragedia.

Deve essersi divertito un sacco Lanthimos quando ha scritto e girato The killing of a sacred deer, immaginandosi per prima cosa lo spettatore letteralmente spiazzato davanti a una rappresentazione moderna del mito di Ifigenia e senza risposte alle mille domande sul perché accada una cosa del genere e soprattutto perché possa accadere. Ma il suo cinema non è fatto di risposte, solo di disagio, dubbi, angoscia. Un po’ macabro e venato di un crudele umorismo nero The killing of a sacred deer rimane comunque un ottimo film dotato di un segno ben riconoscibile che fanno di Lanthimos uno dei più promettenti registi del momento.

Read 1023 times Last modified on Tuesday, 19 June 2018 10:11

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Cetto c'è senzadubbiamente, video recensione della commedia con Antonio Albanese
  • L'inganno perfetto, podcast recensione in anteprima del thriller con Helen Mirren e Ian McKEllen
  • Frozen 2 il segreto di Arendelle, podcast recensione in anteprima sul sequel di Disney

Antonio Albanese torna al cinema con il suo popolare personaggio Cetto La Qualunque con la commedia Cetto c'è, senzadubbiamente: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

Uscirà a dicembre nei cinema italiani il thriller drama L'inganno perfetto, film di Bill Condon con Helen Mirren e Ian McKellen: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Arriverà la settimana prossima al cinema il sequel di Frozen, Frozen 2 - il segreto di Arendelle: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film d'animazione.

Read More