Recensioni

Friday, 13 May 2016 19:30

Tempi moderni, recensione: il capolavoro di Chaplin sulle note dell'orchestra dell'Auditorium di Milano Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si è tenuto ieri sera all'Auditorium di Milano la speciale proiezione di Tempi Moderni di Charlie Chaplin orchestrata dal vivo: Cinetvlandia era presente e vi propone qui di seguito la recensione della meravigliosa e particolare visone all'insegna del grande cinema d'autore.

Avere 80 e essere ancora giovani, freschi e assolutamente contemporanei. Il tempo non ha scalfito neanche di un attimo la maestosità del film di Chaplin ed esperienze visive ed emozionali come quella di ieri sera all'auditorium di Milano ne esalta ancor di più la classe. Come un corpo unico composto da immagini e suoni, la proiezione viene accompagnato dall'orchestra Giuseppe Verdi che, senza alcuna sbavatura e ottimamente diretta dal maestro Timothy Brock, è un perfetto metronomo di uno dei capisaldi della cinematografia mondiale di tutti i tempi. Datato 1936 la pellicola diretta dal "Vagabodo" dei bassifondi londinesi è un film sempre attuale e regge per ritmo e contenuti, altissimi, al cinema contemporaneo. Eterna metafora sullo sfruttamento dei lavoratori e la difficoltà di trovare lavoro in tempo di crisi, allora come oggi, l'opera non ha bisogno di una sceneggiatura per esprimere tutta la sua forza di denuncia, bastano le immagini per lasciarsi andare nel mondo cinematografico reale e a tratti ironico e sarcastico di quel maestro tutto gestualità che risponde al nome di Charlie Chaplin.

Tanto si è scritto e detto di uno dei capolavori del cineasta inglese ma mai abbastanza per un'opera cinematografica che dovrebbe essere vista e rivista sistematicamente nell'arco della propria vita da un essere umano. Se la forza dirompente delle immagini di Tempi Moderni sono note al pubblico, il medesimo elogia va rivolto all'orchestra dell'Auditorium di Milano che ha saputo eseguire con oltre 30 strumenti un tappeto musicale di grande impatto e fascino, praticamente senza mai fermarsi. Più di una volta durante la proiezione, nei momenti di stacco o di passaggio da una scena all'altra, il pubblico presente ha applaudito con grande calore ed entusiasmo l'accompagnamento dell'orchestra, oltre a ridere di gran gusto e a volte in modo amaro per le tante gag slapstick di Chaplin, per poi commuoversi sul finale tanto romantico quanto eterno, quando i due innamorati s'incamminano mano nella mano incontro al loro futuro incerto con lo spirito ottimista dell'ultimo cartello del capolavoro del muto "insieme c'è la faremo".

La particolare visione è un esperienza che fa bene al cinema e alla musica e mostra come certi capolavori della settima arte non risentono minimamente il passare dei decenni, in quanto immortali per eleganza e intelligenza nelle immagini e nella colonna sonora, eseguita dall'orchestra sinfonica di Milano Giuseppe Verdi in modo impeccabile. La risposta del pubblico è stata oltre 5 minuti d'applausi, caldi come testimoniato nel piccolo video realizzato al termine della visione. Tempi moderni sarà in replica Domenica 15 maggio alle ore 16:00.

Read 1484 times Last modified on Friday, 13 May 2016 20:01

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Rubrica "Raiders of the lost film": Orwell 1984 (1984), dramma fantascientifico di Michael Radford con John Hurt
  • Rubrica "Raiders of the lost film": Piccoli affari sporchi (2002) di Stephen Frears con Audrey Tautou, Chiwetel Ejiofor

Per la rubrica "Raiders of the lost film" parliamo di Orwell 1984, film di Michael Radford con protagonisti John Hurt, Anthony Benson, Richard Burton, Suzanna Hamilton e tratto dal romanzo di George Orwell, 1984: ecco qui otto il podcast.

Read More

Per la rubrica "Raiders of the lost film" parliamo di Piccoli affari sporchi, film del 2002 diretto da Stephen Frears con Audrey Tautou, Chiwetel Ejiofor: ecco qui sotto il podcast sulla pellicola di genere drammatico.

Read More