Recensioni

Thursday, 31 March 2016 08:16

Race – il colore della vittoria, recensione: biopic sul corridore Jesse Owens con un ottimo cast e una Berlino anni'30 ben ricostruita

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Arriva oggi al cinema Race – il colore della vittoria, biopic sul corridore Jesse Owens trionfatore alle Olimpiadi di Berlino nel 1936: ecco la nostra recensione in anteprima.

Ci sono storie che meritano di essere conosciuto e apprezzata, anche se non appartengo ad un passato recente. La storia e l'impresa sportiva di Owens è una di quelle che merita una narrazione su grande schermo per particolarità della storia medesima e per il contesto storico e sociale nel quale tutto accade.  Non è semplicemente una storia di sport che appartiene ad un passato remoto molto interessante e non ha il sapore del glamour e del pop di una vicenda recente, ma si colloca nel lontano 1936 in prossimità degli eventi che cambiarono la storia dell'Europa e del mondo intero: l'ascesa del nazismo e di Adolf Hitler e lo scoppio della seconda Guerra Mondiale. Jesse Owens è un atleta di colore da poco iscrittosi all'università che si fa notare per la sua velocità in pista e per questo viene seguito da un ex gloria dello sport, il corridore Larry Snyder ottimamente interpretato da Jason Sudeikis che lo vuole nella sua squadra e crede talmente tanto in Owens che lo vuole portare alla 21°edizione delle Olimpiadi, nel 1936, che si sarebbero tenute di lì a poco in Germania, proprio sotto gli occhi del Fuhrer Adolf Hitler. Il rapporto tra i due all'inizio non è idilliaco ma ben presto fra i due nascerà un'intesa sportiva e complicità che lì porterà a credere uno nell'altro per raggiungere l'obiettivo comune: vincere una medaglia d'oro in terra tedesca.  

Se nella prima parte del film assistiamo ad una contestualizzazione storica e sociale dei protagonisti, con tanto di discriminazioni in terra statunitense di quelli di colore, e della preparazione atletica di Jesse Owens ben interpretato dallo sconosciuto e giovane attore Stephan James; nella seconda parte della pellicola di Stephen Hopkins, sicuramente la più interessante, assistiamo alle Olimpiadi a Berlino: come l'atleta ottenne il risultato storico di vincere 4 medaglie d'oro e come le massime autorità tedesche reagirono alla vittoria dell'atleta. L'ottima ricostruzione scenografica e storica della città, anche nei minimi dettagli, è incredibile e molto realistica. Lo spettatore viene catapultato direttamente nella maestosa città quasi fosse uno del pubblico dell'imponente stadio voluto da Hitler e dal ministro della propaganda del terzo Reich, Joseph Goebbels magnificamente interpretato da un perfido ed energico Barnaby Metschurat.  

Con qualche pecca di retorica e narrazione didascalica, a volte anche un po' prevedibile, Race - Il colore della vittoria è nel suo complesso un film molto interessante e che si lascia vedere con gran gusto. La storia non ha il sapore epico e glorioso di altre imprese cinematografiche dello stesso filone ma porta alla luce del grande pubblico una storia di sicuro interesse, sia perchè siamo agli albori di una guerra mondiale sia perchè vedere un uomo di colore, discriminato tanto in America quanto in Germania, trionfare ad un evento di così grande risonanza mondiale è un messaggio assolutamente educativo e interessante da divulgare, per non dimenticare il gesto e l'impresa. Un manifesto ben diretto e ben rappresentato sia dal cast principale che da quello correlato, tra i quali spicca anche il nome di Jeremy Irons che è sempre un attore da ammirare. Una biopic da vedere per sapere chi è Jassie Owens.

 

 

Read 1323 times Last modified on Thursday, 31 March 2016 09:55

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Diego Maradona, podcast recensione del nuovo documentario di Asif Kapadia
  • Rambo 5 Last blood, podcast recensione del nuovo film con Sylvester Stallone
  • Il colpo del cane, video recensione della commedia con Edoardo Pesce ,Silvia D'amico e Daphne Scoccia
  • Van Gogh e il Giappone, video recensione del documentario in uscita al cinema

Dopo il successo dei suoi Senna (2010) e Amy (2015), arriva questa settimana al cinema il documentario Diego Maradona diretto da Asif Kapadia: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More

37 anni dopo il primo film, arriva questa settimana nei cinema di tutto il mondo il quinto capitolo del franchise Rambo, Rambo – Last Blood, con protagonista sempre Sylvester Stallone: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Esce questa settimana al cinema la commedia Il colpo del cane, opera seconda di Fulvio Risuleo con Edoardo Pesce, Silvia D'Amico e Daphne Scoccia: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

Esce al cinema questa settimana, solo per tre giorni di programmazione, il documentario Van Gogh e il Giappone che inaugura la nuova stagione della Grande Arte al Cinema 2019/2020: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More