Recensioni

Tuesday, 07 April 2020 15:09

Planet of the Apes saga: Il pianeta delle scimmie, video recensione del cult fantascientifico con Charlton Heston Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Dopo aver recensito la saga Men in black, per aderire alla campagna #iorestoacasa ci dedichiamo ad un altro franchise fantascientifico come quello di Planet of the Apes - Il Pianeta delle scimme: ecco qui di seguito la video recensione del primo film del 1968 diretto da Franklin J. Schaffner e con protagonista Charlton Heston.

 

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

 

Il pianeta delle scimmie è un film del 1968 diretto da Franklin J. Schaffner, tratto dall'omonimo romanzo di Pierre Boulle. L’astronauta George Taylor (Charlton Heston) assieme ai colleghi Landon e Dodge parte per lo spazio, alla ricerca di un nuovo mondo da popolare. La missione tuttavia non viene portata a termine perché l’orbita di Icarus, l’astronave sulla quale viaggiano, viene accidentalmente deviata. I tre precipitano su un pianeta sconosciuto e vedendo il calendario segnare il 3978, realizzano di aver attraversato un arco temporale di millenni. Più che nel futuro, però, il viaggio sembra averli catapultati in un arcaico passato: gli uomini del posto vivono in uno stato selvaggio, incapaci di parlare e privi di doti intellettive sviluppate. Una forma di civiltà, tuttavia, esiste ed è più evoluta di quanto possa sembrare: strani scimmioni antropomorfi e intelligenti, che sottomettono gli esseri umani e li utilizzano per meri esperimenti scientifici. Rimasto da solo e imprigionato insieme a una ragazza che chiama Nova (Linda Harrison), Taylor tenta di spiegare all'orango Zaius (Maurice Evans) che proviene da un altro pianeta e che è diverso dagli uomini primitivi. Tuttavia quest’ultimo, sospettando che Taylor faccia parte di una tribù segreta di umani intelligenti, minaccia di castrarlo e lobotomizzarlo. Gli unici a non condividere questa drastica decisione sono la veterinaria Zira (Kim Hunter) e l’archeologo Cornelius (Roddy McDowall), due scimpanzé che soprannominano l’uomo “Occhi Vivi”. Aiutati da Lucius, l’insubordinato nipote di Zira, i due sono pronti a contravvenire agli ordini del Professor Zaius. In cambio vorrebbero l’appoggio di Taylor per un delicato compito… 

Read 202 times Last modified on Tuesday, 07 April 2020 15:21

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Il più grande sogno, podcast recensione dell'opera prima con Mirko Frezza e Alessandro Borghi

Il più grande sogno è l'opera prima di Michele Vannucci con Mirko Frezza e con Alessandro Borghi: ecco qui di seguito il podcast recensione sul dramma presentato al Festival di Venezia.

Read More