Recensioni

Friday, 23 February 2018 18:26

Omicidio al Cairo, recensione: in Egitto la rivoluzione contro la corruzione scende in piazza

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il film di Tarik Saleh, Omicidio al Cairo, candidato ai Cèsar e vincitore del World Cinema Grand Jury Prize al Sundance racconta la storia delle indagini sull'omicidio di una cantante sullo sfondo della Primavera Araba. Questa la recensione di Cinetvlandia.

Le rivoluzioni non avvengono mai per caso, ma per esasperazione. L’Egitto del 2011 è un paese allo stremo: la società è preda della corruzione e delle differenze di classe, il governo latita e la polizia è serva del potere. È in questo scenario che ci troviamo quando viene commesso l’omicidio di una famosa cantante all’interno dell’esclusivo Nile Hilton Hotel. Potrebbe essere uno dei tanti omicidi che avvengono ogni giorno (uno dei tanti che finiscono per rimanere impuniti), ma in questo vi è invischiato un membro del Parlamento così ad indagare viene chiamato Noredin Mostafa, alto ufficiale della polizia non meno disilluso e corrotto di tanti suoi colleghi. Noredin svogliatamente si mette al lavoro, ma più scava nella vicenda è più scopre indizi che lo portano a compiere scelte difficili anche a rischio della propria vita.
Basato su un fatto realmente accaduto e con lo sfondo il deflagrare della rivoluzione egiziana contro Mubarak Omicidio al Cairo è fondamentalmente un thriller classico, solo peggiore di tanti altri simili. La regia e la sceneggiatura dello svedese di origini egiziane Tarik Saleh non aggiungono nulla di nuovo all'immaginario del genere, ritagliando personaggi e situazioni ben note inserendole in un contesto solo più esotico. Il fatto poi che sullo sfondo della vicenda vi sia una situazione sociale incandescente è puramente accidentale e non causale. E anche il racconto delle indagini, scandito con l’avvicinarsi al giorno dello scoppio della rivoluzione pare più fine a se stesso che funzionale alla vicenda.
L’unico guizzo è nel finale in cui il regista pare dirci, amaramente, che non basta una rivoluzione a cambiare un popolo e che in nome della giustizia si possono anche compiere gli sbagli più grossi. La storia recente poi insigne che malgrado la Primavera Araba le cose non è che si siano modificate troppo e che sarà difficile trovare una risposta all’omicidio di Giulio Regeni se la polizia di quel paese è sempre la stessa corrotta e fascista pre 2011.

Read 853 times Last modified on Friday, 23 February 2018 18:42

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Diego Maradona, podcast recensione del nuovo documentario di Asif Kapadia
  • Rambo 5 Last blood, podcast recensione del nuovo film con Sylvester Stallone
  • Il colpo del cane, video recensione della commedia con Edoardo Pesce ,Silvia D'amico e Daphne Scoccia
  • Van Gogh e il Giappone, video recensione del documentario in uscita al cinema

Dopo il successo dei suoi Senna (2010) e Amy (2015), arriva questa settimana al cinema il documentario Diego Maradona diretto da Asif Kapadia: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More

37 anni dopo il primo film, arriva questa settimana nei cinema di tutto il mondo il quinto capitolo del franchise Rambo, Rambo – Last Blood, con protagonista sempre Sylvester Stallone: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Esce questa settimana al cinema la commedia Il colpo del cane, opera seconda di Fulvio Risuleo con Edoardo Pesce, Silvia D'Amico e Daphne Scoccia: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

Esce al cinema questa settimana, solo per tre giorni di programmazione, il documentario Van Gogh e il Giappone che inaugura la nuova stagione della Grande Arte al Cinema 2019/2020: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More