Recensioni

Wednesday, 21 December 2016 08:09

Oceania, recensione: il mito e l'avventura tra passato e futuro targato Disney Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Arriva questa settimana al cinema, Oceania nuovo film d'animazione Disney: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Il nuovo trand creativo della casa di Topolino che avevamo ammirato nel meraviglioso Zootropolis d'inizio anno si conferma anche nel 56° film d'animazione della casa di produzione americana. Questa volta si va, però, indietro nel tempo di circa 2000 anni e assistiamo ad una storia mitologica mixata con un gran gusto per l'avventura ambientata su un isola dell'Indonesia. Protagonisti sono il divertentissimo Maui e la sua amica di viaggio Vaiana: la prosperità del territorio è stata minata dal furto di una pietra magica che garantiva al territorio protezione e benessere, spetterà alla giovane protagonista riscoprire le radici del proprio popolo e partire per una pericolosa avventura per ristabilire l'equilibrio, in collaborazione con il semi dio Maui artefice lui stesso tempo addietro del problema. Toccherà ai due solcare mari e imbattersi in tanti nemici per portare nuovamente pace e prosperità alle tribù autoctone che abitano in quei territori.

Oceania, il cui titolo in originale è Moana, è un divertente e riuscitissimo film d'animazione che risente, in maniera molto positiva, dell'influenza della Pixar e di questo nuovo corso produttivo inaugurato con Zootropolis. In poco meno di due ore viviamo un'avventura coloratissima caratterizzata da uno stile animato molto realistico e affascinante, soprattutto per le location e l'uso dell'elemento dell'acqua che risulta a tutti gli effetti essere un personaggio principale della storia. La coppia Maui Vaiana si compensa benissimo e i due formano una strano duo che affascina fin da subito. Il film denota un cambiamento nella casa Disney proprio per il fatto che si parte da un contesto familiare, ovvero la tribù dell'isola, e che dal suddetto contesto (proprio come succedeva in Zootropolis) la protagonista si separa per riscoprire le sue vere origini e imbattersi in un'avventura che la metterà alla prova e la farà crescere come individuo. Tanti sono i momenti divertenti di Oceania, a partire dallo stesso Maui che per fisico e comportamento ricorda molto l'attore che gli da voce, Dwayne Johnson, il quale nei momenti difficili o di riflessione su come comportarsi interpella i propri tatuaggi sparsi sul proprio corpo dando vita a gag molto simpatiche ed originali. C'è anche un gallo che li accompagna che fa assolutamente morire dal ridere, i piccoli mostri pirati vestiti con noci di cocco che assaltano la zattera di Maui e Vaiana sono incredibili, per non parlare del granchio che vive negli abissi che è un chiaro omaggio a Samug e al suo tesoro raccontano nel libro e quindi nel film Lo Hobbit. Più il film va in profondità e più risulta paradossalmente divertente e scanzonato, con una cura maniacale dei dettagli e dei colori.

Oceania ha un ritmo molto serrato e denso di eventi, soprattutto nella seconda parte, quando inizia la ricerca della terra "promessa" dove rimettere la pietra magica e ristabilire la prosperità in quei territori. L'unica nota dolente di Oceania, o meglio dire stonata, è l'eccessivo uso di emotion melody con i tanti momenti cantati da Vaiana anche in frangenti in cui il momento musical non ci sta proprio, anzi risulta forzato e dannoso al film stesso. A parte questo elemento, che è una caratteristica innata di Disney del passato e anche di oggi, Oceania è un film nel complesso molto coinvolgente e divertente, dove potersi tuffare e naufragare in un mare d'avventura e con dei personaggi ben scritti e caratterizzati.

Read 1184 times Last modified on Wednesday, 21 December 2016 13:21

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Scary stories to tell in the dark, podcast recensione del horror prodotto da Guillermo Del Toro
  • Finché morte non ci separi, podcast recensione del horror commedia in arrivo al cinema
  • I morti non muoiono, video recensione blu-ray e contenuti speciali
  • The Informer, podcast recensione del thriller di Andrea Di Stefano con Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Clive Owen

Scary stories to tell in the dark è il nuovo film di André Øvredal, prodotto da Guillermo Del Toro, presentato alla Festa del cinema di Roma 2019 e in arrivo al cinema: podcast recensione del film in anteprima.

Read More

Arriverà questa settimana al cinema l'horror commedia Finché morte non ci separi diretto da Matt Bettinelli-Olpin e Tyler Gillett: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More

E' appena uscito in home video l'ultimo film di Jim Jarmusch, I Morti non muoiono con protagonisti Adam Driver, Bill Murray, Tilda Swinton, Chloë Sevigny e Steve Buscemi: ecco qui di seguito la nostra video recensione sul film e gli extra presenti nel blu-ray.

Read More

Uscirà questa settimana al cinema il thriller dramma The Informer di Andrea di Stefano con protagonisti Joel Kinnaman, Rosamund Pike, Clive Owen e Ana de Armas: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi proponiamo qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More