Recensioni

Tuesday, 13 August 2019 09:58

Locarno Film Festival 2019: Maternal - L’apprendistato, recensioni Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Presentati i due film italiano in concorso alla 72°edizione del Locarno Film Festival 2019: Maternal di Maura Delpero e L'apprendistato di Davide Maldi. Ecco qui di seguito le nostre recensioni.

Maternal e L’apprendistato sono i due film italiani in concorso, il primo per quello internazionale, il secondo per i cineasti del presente. E sono due bei film. Diversi tra loro - per ambientazione - ma simili nel rigore della trattazione di temi analoghi (la difficoltà di diventare adulti e quella dell’accettazione delle regole), che nella maturità dimostrata dai registi. 

Maternal ci porta in Argentina in una casa famiglia - un hogar -  gestita da suore cattoliche che accoglie giovani madri sole. Noi ci entriamo insieme a suor Paola arrivata dall’Italia per ricevere i voti definitivi e conosciamo due ragazza che vi abitano: Lu e Fatima. Mentre Lu è ribelle, Fatima è più remissiva. Lu pensa a se stessa e trascura sua figlia, la piccola Nina; Fatima invece, incinta per le seconda volta, preferisce accettare le regole della casa per il bene dei figli. Suor Paola, disorientata di suo per essere lontana da casa e in un mondo tutto sommato diverso, rimane spiazzata quando Nina si affeziona a lei come un surrogato della madre che, nel frattempo, è scappata dalla casa famiglia per inseguire un nuovo amore sbagliato. Ma le regole della religione possono accettare quelle naturali della maternità? E una donna può essere allo stesso tempo madre per se stessa e per il Signore? Maura Delpero è brava e sensibile a descrivere una storia che avrebbe potuto facilmente cadere nella banalità della trattazione di sentimenti universali e che invece tra le sue mani diventa materia nuova. Ma sopratutto è brava a rimanere coerente in una scelta tutta al femminile che esalta i dubbi e le contraddizione di genere senza demonizzare (almeno direttamente) il mondo maschile.

Un problema con le regole del mondo adulto lo ha anche Luca, quattordicenne, che dalla vita di montagna si trova a crescere in un collegio alberghiero gestito da religiosi, nel suo Apprendistato per diventare cameriere. Per un ragazzo solitario - “A me le persone non piacciono”, ammette candidamente -, abituato a vivere con gli animali, seguendo i ritmi della natura, è dura accettare che gli sia imposta anche la lunghezza delle basette. Ma il mondo del lavoro e degli adulti lo richiede. E se vuoi partecipare al gioco, devi seguire le regole. Anche a costo di rinunciare a te stesso. Almeno apparentemente. Il filo che separa il documentario dalla finzione è sottilissimo per Davide Maldi, ma i sentimenti e la tenerezza che traspirano da ogni inquadratura fanno dimenticare il genere di riferimento per abbracciare un’idea unica di cinema, che fa respirare attori e spettatori all’unisono. 

 

Read 214 times Last modified on Tuesday, 13 August 2019 10:21

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Sono solo fantasmi, video recensione della commedia horror di e con Christian De Sica ispirata ai Ghostbusters

Arriva questa settimana nei cinema italiani la commedia horror ispirata al cult americano Ghostbusters, Sono solo fantasmi di e con Christian De Sica: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More