Recensioni

Wednesday, 19 February 2020 00:58

L'hotel degli amori smarriti, recensione

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema il film l'hotel degli amori smarriti: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Scene da un matrimonio: Richard scopre che Maria lo tradisce. I due sono sposati da 25 anni e la loro unione, a detta della donna, è da tempo solo un’amicizia. Il tradimento è solo uno svago mentale che nulla a che fare con il loro matrimonio. Richard, però, non è d’accordo e mette in discussione la base stessa del legame. Maria così decide di uscire di casa e trasferirsi nell’hotel di fronte per guardare da fuori la sua situazione e quella di Richard. La stanza è la 122 (come l’articolo del codice civile sui doveri coniugali) e Maria ben presto scoprirà essere popolata dai fantasmi della sua vita: il Richard venticinquenne di cui era perdutamente innamorata, l’amante giovanile del marito, la madre defunta, la sua stessa coscienza (che avrà la faccia di Charles Aznavour) e, naturalmente, i tanti giovani amanti che hanno affollato la sua vita sessuale. Sara una lunga notte quella che Maria trascorrerà nella camera 122 e la mattina forse sarà pronta a un nuovo inizio.

Presentato all’ultimo festival di Cannes, nella sezione Un certain Regard, L’hotel degli amori smarriti di Christophe Honoré è un film sempre in bilico tra dramma e commedia, ma anche tra opera cinematografica e piece teatrale. Honoré, per raccontare l’evoluzione sentimentale di coppia, sceglie la strada complessa e barocca della metafora, infarcendo la storia di tracce oniriche e qualche pedante citazione cinefila. Il risultato è un film che, pur avendo la possibilità, se non la velleità, di raccontare una storia in modo lieve, non riesce a scrollarsi di dosso un senso di fastidiosa supponenza. Bello il cast con Chiara Mastroianni, in gran forma e premiata per la sua interpretazione, ma anche Vincent Lacoste (Ippocrate) e Camille Cottin (Il mistero Henry Pick).

 

Read 405 times Last modified on Wednesday, 19 February 2020 08:46

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Una classe per i ribelli, podcast recensione sulla commedia francese
  • Una classe per i ribelli, recensione della commedia di Michel Leclerc con Leila Bekhti e Edouard Baer
  • Dovlatov - i libri invisibili, recensione del film di Aleksej German con Milan Maric
  • Lockdown all'italiana, video recensione della commedia con Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni, Martina Stella

Dopo il grande successo ottenuto in Francia, arriva nelle sale italiane Una classe per i ribelli, agrodolce commedia sul divario e il pregiudizio sociale, in cui il regista Michel Leclerc, con ironia pungente, riflette su valori attualissimi come il mix culturale, la laicità e l’importanza della scuola: podcast recensione sul film.

Read More

Uscirà questa settimana al cinema Una classe per i ribelli di Michel Leclerc con Leila Bekhti, Edouard Baer: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

Arriverà prossimamente al cinema Dovlatov - i libri invisibili diretto da Aleksej German con Milan Maric: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

E' appena uscito al cinema la commedia italiana, Lockdown all'italiana di Enrico Vanzina con Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni, Martina Stella: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione sul film.

Read More