Recensioni

Thursday, 26 October 2017 14:45

La ragazza nella nebbia, recensione opera prima di Donato Carrisi

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema La ragazza nella nebbia con Toni Servillo, Alessio Boni e Jean Reno: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Lo scrittore/sceneggiatore e giornalista Donato Carrisi fa il suo esordio dietro alla macchina da presa con un thriller, o meglio un giallo, tratto dal suo omonimo romanzo. Focus dell'adattamento e quindi anche del libro è uno strano omicidio che avviene a Avechot, piccolo paese rinchiuso in una valle tra le Alpi: qui si verifica l'omicidio di una ragazza, molto riservata e con poche amicizie, tutta casa e Confraternita. Nel tragitto che la porta dall'abitazione alla comunità religiosa, una notte nella nebbia Anna Lou scompare e non se ne ha più traccia. Per indagare arriva sulla scena l'eccentrico e istrionico investigatore Vogel (Toni Servillo) che trasforma il caso in un enorme macchina mediatica, le cui notizie finiscono su tutti i giornali e telegiornali nazionali. L'epicentro di tutto ciò non è la ragazza scomparsa ma l'investigatore stesso che trama nella nebbia e nell'ombra come un burattinaio e muore i personaggi e le indagine per un proprio conto personale, alla ricerca del carnefice da dare in pasto ai giornali. Come ogni dramma che si rispetti, a fare da contraltare c'è l'avvocato interpretato da Antonio Gerardi che vuole tutelare gli interessi e l'incolumità del professor Martini (Alessio Boni), indiziato come presunto colpevole da Volger e finisce sulla graticola del primo indiziato. Come se tutto ciò non bastasse per creare un thriller incalzante, si racconta che nella vallata esiste anche un altro assassino, questa volta seriale, che anni passati aveva ucciso sei ragazze, tutte con i capelli rossi, e del quale non si è trovato l'artefice degli omicidi. Il Film è raccontato come un lungo Flashback, i due casi s'intrecceranno e si dovrà capire chi, in questo caso mediatico e spinoso, è l'artefice e chi vittima.

La ragazza nella nebbia è un esordio alla regia ad opera di Donato Carrisi che mostro una buona tecnica con la macchina da presa, in grado di regalare sequenze interessanti che rendono il film dal sapore internazionale. La sceneggiatura è divisa in due e segue linee ben marcate: da una parte l'aspetto mediatico di un processo e dall'altra le indagine seguendo le regole di un giallo.  Dove il film risulta un più lacunoso e nebuloso è proprio nello script e nello sviluppo degli eventi perché, pur partendo bene, la sceneggiatura s'intreccia in maniera così fitta che ogni personaggio risulta ambiguo e  si arriva alla fine con una serie di punti interrogativo: Chi è il colpevole?  chi ha ucciso la ragazza nella nebbia e chi è omicida seriale della Valle? A tali domande si fa fatica a dare una risposta precisa. Anche il cast non è perfetto nell'interpretazione a partire da Toni Servillo che in diversi momenti è troppo caricaturale ed esagerato, anche se come sempre l'attore fornisce una performance  magnetica e spettacolare in ogni sua forma e battuta. Dall'altra parte Alessio Boni in versione montanara fa la sua parte in maniera onesta ma monocorde, sicuramente non da ricordare.

La ragazza nella nebbia è quindi un un viaggio mediatico ed investigativo fatto di alti e bassi cinematografici, dove si alternano momenti interessanti da buon giallo ad altrettanti decisamente fuori tono ed enfasi. La storia è raccontata mediante un lunghissimo flashback, dove assistiamo alle indagini viste dai diversi punti di vista dei personaggio e ognuno da da la propria versione dei fatti. La ragazza della nebbia è così un film nel complesso gradevole ma con alcuni limiti investigativi. Nebuloso.

Read 1792 times Last modified on Sunday, 29 October 2017 13:51

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Mandibules, podcast recensione della commedia surreale francese di Quentin Dupieux al cinema
  • Security, podcast recensione del thriller con Marco D'Amore in streaming e su Sky Cinema
  • Comedians, podcast recensione del nuovo film di Gabriele Salvatores

Esce questa settimana al cinema Mandibules, commedia francese surreale diretta da Quentin Dupieux con protagonisti Grégoire Ludig e David Marsais: Cinetvlandia l'ha vista e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More

E' appena uscito su Sky Cinema e in streaming su Now il film Security di Peter Chelsom con Marco D'Amore, Maya Sansa, Fabrizio Bentivoglio, Valeria Bilello, Silvio Muccino: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

E' appena uscito al cinema il nuovo film di Gabriele Salvatores, Comedians con Ale e Franz, Natalino Balasso, Christian De Sica, Marco Bonadei, Aram Kian, Walter Leonardi: Cinetvlanda l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More