Recensioni

Friday, 27 May 2016 16:25

Krampus, recensione: sorprendente commedia horror di Natale dallo stile vintage anni'80

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E' uscito in questi giorni direttamente in home video Krampus, la commedia horror ambientata a Natale: ecco la nostra recensione del film e dei contenuti extra del Blu-Ray.

Un regalo fuori stagione. Questo piccolo grande film è uscito in Italia solo in home video in un periodo, come quello di maggio, decisamente fuori dal clima natalizio ma non per questo da snobbare, anzi da aggiungere alla schiera di film, fittissima e molto variopinta, di pellicole a tema. In un misto di commedia e horror fantasy dark, il regista Michael Dougherty, alla sua seconda opera, realizza una chicca cinematografica di buon entertainment che da una parte omaggia e tiene fede al ciclo di film popolare negli anni'80, in primis Gremlins e Dark Crystal, e dall'altra lo rende attuale e moderno con uno stile molto cupo e inquietante da film horror di genere che cattura fin da subito l'attenzione perché non risulta essere una pellicola come tante altre. Al centro della storia c'è, e non poteva essere altrimenti, una famiglia in procinto di festeggiare il santo Natale ma non in grado di mettere da parte, almeno per questo giorno rituale, le proprie avversità. Stanco dei litigi e delle discussioni, il giovane Max abbandona il proprio entusiasmo e la gioia della festività natalizia, evocando così a sua insaputa il diabolico spirito di Krampus, demonio pagano tanto temuto che punisce tutti i miscredenti. Inizia così per la famiglia il peggior incubo di Natale che gli sia mai capitato, la lotta per la sopravvivenza contro Krampus e suoi inquietanti aiutanti si fa feroce e non risparmia nessuno.

La pellicola è un'assoluta sorpresa che mixa sapientemente e con gran cura dei particolari, registici e scenici, i toni della commedia con quelli dell'horror grottesco. Nella prima parte conosciamo bene e in modo sfaccettato tutti i protagonisti, le loro ostilità invidie e la poca stima reciproca, con buoni dialoghi e un'ottimo cast ben amalgamato che serve a settare il contesto in cui ci troviamo. La seconda parte, invece, è più dinamica e da black commedy horror, che parte con l'arrivo di Krampus che miete vittime senza alcuno scrupolo, e gli stessi protagonisti costretti a unirsi li uni con gli altri verso un nemico comune. L'atmosfera da incubo di Natale c'è tutta e si percepisce molto bene; seppure lieve ma mirata, il film racchiude anche una piccola morale che nel finale ha il suo epilogo, da definirsi happy ma con un pizzico di mistero ed inquietudine. Nonostante l'uscita, in anticipo o in ritardo rispetto al Natale (dipende dai punti di vista), la pellicola di Michael Dougherty ha tutte le carte in regola, non solo per entrare a far parte dei film di Natale, ma di avere tutte le caratteristiche per diventare un cult per le generazioni future.

L'ottimo lavoro svolto dal cast e la troupe che si apprezza durante la visione di Krampus viene confermato dai tanti contenuti extra presenti nel Blu-Ray, densi di materiali interessanti e ben organizzati: dal finale alternativo alle scene tagliate o estese, le tante e lunghe clip dietro le quinte, si percepisce quanto il film sia stato ben sviluppato in ogni dettaglio, a partire dalla sceneggiatura e dalla scelta degli attori, fino all'aspetto visivo e scenografico del film. Si percepisce che il regista aveva le idee molto chiare su quello che voleva fare, ovvero una pellicola che richiamasse il cinema adolescenziale con cui era cresciuto, e ha saputo anche affidarsi a una troupe di veri artisti che hanno saputo dare il proprio meglio per far funzionare il tutto in modo armonico. A fronte di un budget abbastanza limitato, circa 15 milioni di dollari, la produzione ha realizzato un film sicuramente degno di nota che si è avvalso per la parte degli effetti speciali fisici, make up e scenografie a degli autentici guru del settore qual'è la Weta workshop, celeberrima factory del settore capitanata da un divertente e divertito Ricard Taylor, pluripremiato oscar e "braccio destro" di tutti i film di Peter Jackson. Molteplici contenuti extra raccontano tutta la fase di pre e post produzione che il film ha richiesto, spiegando nel dettaglio anche i dubbi e le scelte difficili che hanno accompagnato le riprese per diverse scene. Tra gli inserti più interessante bisogna sicuramente ricordare il lavoro di gestazione del mostro diabolico e di quanta meticolosità vi è stata messa per rendere la creature e i suoi aiutanti tanto credibili quanto terrificanti. Per gli amanti del genere e dei film d'entertainment di Natale, Krampus merita assolutamente di essere messo sotto l'albero in compagna dei Gremlins e di tutti gli altri cult movie.

Read 1687 times Last modified on Friday, 27 May 2016 19:05

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Una famiglia vincente - King Richard, video recensione della biopic con Will Smith
  • E' stata la mano di Dio, Video recensione del nuovo film di Sorrentino in streaming

Esce questa settimana al cinema la biopic Una famiglia vincente - King Richard diretto da Reinaldo Marcus Green con protagonista Will Smith: ecco qui di seguito la video recensione sul film.

Read More

E' uscito su Netflix il nuovo film di Paolo Sorrentino, E' stata la mano di Dio: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More