Recensioni

Thursday, 29 June 2017 10:09

Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta, recensione film e concerto orchestrato da LaVerdi di Milano

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ieri sera abbiamo assistito alla prima di Indiana Jones e i predatori dell'arca perduta organizzata dall'orchestra sinfonica LaVerdi all'Auditorium di Milano per la speciale rassegna cine-musicale: ecco una nostra recensione dell'incredibile evento.

Un film di altri tempi, una musica vecchia scuola, un capolavoro che non sente il passare degli anni. Iniziative del genere fanno assolutamente un grande bene al cinema stesso e a chi vi partecipa perchè si ha l'occasione di riascoltare e rivedere pellicole che affascinano e catturano sempre, chiunque senza alcuna differenza d'età. Il tempo è sicuramente uno dei metri di giudizio più oggettivi e "sicuri" e si può assolutamente affermare che il primo capitolo della saga Indiana Jones, a trentasei anni dalla sua uscita nei cinema, supera molto bene la prova dello scorrere degli anni. Che il cinema sia cambiato e in maniera radicale è un dato di fatto, ma assistere a proiezioni del genere ci riporta al concetto più "alto" e nobile di cinema d'intrattenimento, con i giusti tempi, i ritmi e soprattutto i dialoghi e lo sviluppo dei personaggi, a partire da quello indimenticabile e sempre affascinate di Harrison Ford. Se da una parte abbiamo la straordinaria regia di Spielberg con i suoi magnifici movimenti di macchina e una sceneggiatura ben scritta e accattivante, dall'altra parte abbiamo le musiche di John Williams che non sono emozionali ed epiche ma che, come succedeva ne Lo Squalo, creano l'atmosfera e il senso di pericolo: nel film del 1975 lo era la creatura degli abissi, ora in Indiana Jones c'è l'ascesa di Hitler e del nazismo, intuizione geniale del duo Spielberg/Lucas, consolidato dalla brillante sceneggiatura di Lawrence Kasdan.

L'orchestra LaVerdi di Milano, guidata dal direttore Ernest Van Tiel, ha ricreato alla perfezione le atmosfere e le melodie di Williams, accompagnando le immagini sullo schermo e rendendo la visione una cosa unica. Dall'inizio alla fine, con pochissime pause, l'orchestra esegue i brani d'accompagnamento al film del compositore americano con grande precisione e tempismo, dove non solo il celebre main theme noto a chiunque riscalda gli animi del pubblico presente, ma tutto quello che si sente attorno è ammagliante e magico, suona come una storia leggendaria d'altri tempi alla ricerca del mito, del mistero, dell'Arca dell'Alleanza. La ricerca dell'Arca perduta nel primo film d'Indiana Jones si percepisce sia nelle immagini che nelle musiche che progressivamente diventano sempre più cupe e misteriose, quasi divine ci viene da dire, e il film ne guadagna in toto riuscendo a incollare lo spettatore anche a così tanti anni di distanza dalla sua uscita.

Indiana Jones non invecchia, L'orchesta LaVerdi rende il giusto tributo musicale e visivo per un tipo di cinema che adesso, purtroppo, non si fa più ma che scalda sempre gli entusiasmi. Il lungo e caloroso applauso finale di oltre cinque minuti ne è stata la prova più immediata. Per chi ama il cinema è un'occasione da non perdere.

Read 1363 times Last modified on Thursday, 29 June 2017 11:15

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Zack Snyder’s Justice League, podcast recensione del cinecomics DC Comics
  • Genitori VS Influencer, podcast recensione sulla commedia di Michela Andreozzi

E' uscito in streaming l'atteso Zack Snyder’s Justice League, il cinecomics DC Comics come l'aveva concepito il regista americano: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More

E' da poco uscito in streaming e in TV su Sky la commedia italiana Genitori VS Influencer diretta da Michela Andreozzi con Fabio Volo: Cinetvlandia l'ha vista e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film.

Read More