Recensioni

Sunday, 15 March 2020 09:45

Il grande passo, recensione della commedia con Stefano Fresi e Giuseppe Battiston

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Uscirà prossimamente al cinema la commedia, Il grande passo, film di Antonio Padovan con Stefano Fresi e Giuseppe Battiston: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Siamo un popolo che forse ha smesso di essere capace di sognare e, senza sogni, finisce anche la più piccola differenza tra gli esseri umani e gli animali, come dice uno dei protagonisti de Il grande passo. Dario Cavalieri vive nella campagna veneta e lui, al contrario di molti, non ha mai smesso di coltivare i suoi sogni. Anzi, un sogno solo, ma enorme: andare sulla luna. È da quando Dario ha sei anni che lo coltiva, da quando in una notte d’estate del 1969, sulle ginocchia del padre ha visto in diretta le immagini del primo sbarco dell’uomo sulla luna. Poi, le cose sono cambiate: suo padre è sparito di casa e a lui sono rimasti solo il ricordo e la speranza di rivederlo. Mario Cavalieri vive a Roma e con la madre gestisce svogliatamente una ferramenta di quartiere. La vita di Mario cambia quando riceve una telefonata dal Veneto in cui gli annunciano che suo fratello Dario ha causato un incendio ed è finito in prigione. La madre di Dario è morta da anni, il padre ha detto di non poter venire, così Mario si ritrova ad essere l’unico parente che può occuparsi di quel fratello che ha visto una sola volta in vita sua. Mario ci pensa un attimo e poi decide di partire verso il nord. Anche lui con il suo sogno: ricomporre una famiglia che in realtà non ha mai preso vita.

“Raccontando questa storia ho voluto rendere omaggio a due mondi del cinema che amo e che vivono dentro di me, irrimediabilmente impastati l’uno con l’altro - ha raccontato Antonio Padovan, regista del film - Da un lato quello americano, un po’ infantile e sentimentalista, con cui sono cresciuto da bambino: il cinema di sognatori come Steven Spielberg, dell’ingenuità vista come valore, dell’inno alla meraviglia, delle inquadrature a stringere su primi piani di bambini che fissano qualcosa di fantastico, e noi con loro. Come ammirare la luna. Dall’altro il cinema della mia terra, quello silenzioso e sincero, creato da artigiani come Carlo Mazzacurati, fatto di spazi dilatati e di sentimenti delicati e autentici, traboccante di affetto per la normalità. La campagna con la nebbia, e i suoi abitanti”.

E’ un film delle piccole grandi cose Il grande passo, secondo di Antonio Padovan, già regista di Finchè c’e prosecco c’è speranza. Un film dove il lato romantico e poetico dei sentimenti personaggi prende il sopravvento su una storia che, purtroppo, rimane minuta. E forse è proprio il cinema italiano che ha perso la capacita di sognare (in grande), preferendo rifugiarsi in storie minime autoreferenziali. Storie che faticano a staccarsi dall’ombelico e diventare il racconto di una generazione o anche la testimonianza del tempo in cui viviamo. Non si può dire che Il grande passo sia un brutto film, tutt’altro. È un film carino, ma il cinema italiano non ha più bisogno di film carini (di questi ne abbiamo i magazzini pieni), ma di film coraggiosi, sfrontati, magari anche scomodi e irritanti che ci sorprendano. E non solo che ci blandiscano il cuore. Per quello siamo a posto da tempo. Troppo.  

Read 332 times Last modified on Tuesday, 17 March 2020 16:06

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Una classe per i ribelli, podcast recensione sulla commedia francese
  • Dovlatov - i libri invisibili, recensione del film di Aleksej German con Milan Maric
  • Una classe per i ribelli, recensione della commedia di Michel Leclerc con Leila Bekhti e Edouard Baer
  • Lockdown all'italiana, video recensione della commedia con Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni, Martina Stella

Dopo il grande successo ottenuto in Francia, arriva nelle sale italiane Una classe per i ribelli, agrodolce commedia sul divario e il pregiudizio sociale, in cui il regista Michel Leclerc, con ironia pungente, riflette su valori attualissimi come il mix culturale, la laicità e l’importanza della scuola: podcast recensione sul film.

Read More

Arriverà prossimamente al cinema Dovlatov - i libri invisibili diretto da Aleksej German con Milan Maric: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

Uscirà questa settimana al cinema Una classe per i ribelli di Michel Leclerc con Leila Bekhti, Edouard Baer: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

E' appena uscito al cinema la commedia italiana, Lockdown all'italiana di Enrico Vanzina con Ezio Greggio, Ricky Memphis, Paola Minaccioni, Martina Stella: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione sul film.

Read More