Recensioni

Tuesday, 21 August 2018 22:02

Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa, recensione Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa, nuovo film d'animazione di Genndy Tartakovsky con protagonisti i celebri mostri del cinema: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la recensione.

Dracula è stanco. Sempre alle prese con le faccende dell’hotel e non ha più tempo per se stesso. O, almeno è ciò che pensa sua figlia Mavis che, per distrarlo, pensa di organizzargli una vacanza in grande stile. In realtà Dracula si sente un po’ solo e, dopo secoli, sente la mancanza di una persona al suo fianco. Tinder non gli da una mano e forse la crociera “per soli mostri” che Mavis gli ha regalato potrebbe risolvere la situazione: quale migliore occasione di una vacanza su un lussuoso transatlantico per conoscere gente e forse anche la nuova anima gemella? Sulla nave in partenza dal Triangolo delle Bermuda si imbarca tutta la banda di mostri, da Frank a La Mummia, nessuno escluso. A guidare la scialuppa l’affascinante capitana Ericka che, ben presto, si scoprirà essere l’ultima erede della famiglia Van Helsing, il famoso cacciatore di mostri. Naturalmente, Dracula l’anima gemella la troverà nel capitano. E qui cominceranno i guai.

Forse non ci credeva neppure lo stesso Genndy Tartakovsky quando nel 2011 si trovò quasi per caso a dirigere il primo episodio della serie (il film avrebbe dovuto essere diretto in realtà dalla coppia Tony Stacchi & David Feiss, poi da Jill Culton e infine da Chris Jenkins & Todd Wilderman), invece il cartone del “piccoli brividi” guadagnò 358 milioni di dollari in tutto il mondo (contro un budget di 85). E Hotel Transylvania 2 andò anche meglio: 473 milioni d'incassi per 80 di costo. Inevitabile quindi arrivare a Hotel Transylvania 3 - Una vacanza mostruosa, la difficoltà stava nel trovare la storia giusta senza diventare ripetitivi. E Tartakovsky non sbaglia, decidendo questa volta di occuparsi personalmente della sceneggiatura (in cooperazione con Michael McCullers, già cosceneggiatore del secondo e del terzo Austin Powers e del recente Baby Boss) e imprimendo alla storia un ritmo allo stesso tempo frenetico e scanzonato. Le situazioni paradossali non mancano, così come le invenzioni visive, ma è come sempre il lato comico e umano dei personaggi a essere vincente. E il messaggio finale –siamo tutti uguali a prescindere dalla propria natura, dal colore della pelle o, nel caso di Skeleton, di non avere proprio la pelle – in questi tempi più folli del film, fa soltanto bene.

Read 733 times Last modified on Tuesday, 21 August 2018 22:11

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Piccole donne, video recensione del film di Greta Gerwig e degli extra del blu-Ray
  • Il più grande sogno, podcast recensione dell'opera prima con Mirko Frezza e Alessandro Borghi

E' uscito in home video Piccole donne, adattamento del romanzo di Louisa May Alcott diretto da Greta Gerwig con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Timothée Chalamet, Laura Dern e Meryl Streep: ecco qui sotto la video recensione sul film e gli extra presenti nel blu-Ray. 

Read More

Il più grande sogno è l'opera prima di Michele Vannucci con Mirko Frezza e con Alessandro Borghi: ecco qui di seguito il podcast recensione sul dramma presentato al Festival di Venezia.

Read More