Recensioni

Tuesday, 25 April 2017 09:57

Guardiani della galassia vol.2, recensione: famiglie crescono nel cinecomics spaziale di James Gunn Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana nei cinema italiani Guardiani della galassia vol. 2 (podcast di cinetvlandia sul film), cinecomics Marvel diretto da James Gunn con Chris Pratt e Zoe Saldana: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Può un cinecomics intrattenere e al tempo stesso parlare di argomenti della vita reale? A conti fatti si e a farlo è stato James Gunn con questo secondo capitolo dei Guardiani della Galassia: il primo sfarzoso, colorato, eccentrico e soprattutto molto divertente, ci portava in un mondo di antieroi, in questo secondo film il cineasta americano va in profondità e ci mostra le varie sfaccettature di questi bizzarri personaggi e di come tra di loro, tra una sparatoria e l'altra, si possa parlare di vita, rapporti sociali e famiglia. Ciò non te lo aspetti in un film del genere, ma il regista riesce a farlo raccontando un'avventura spaziale che parte, come ovvio che sia, dagli anni '80 per arrivare poi al presente. In Guardiani della Galassia 2 Star Lord (Chris Pratt) e la sua ciurma vivono alla giornata come mercenari dello spazio, ma come avevamo apprezzato nel primo capitolo i protagonisti fanno le cose al loro modo e ovviamente causano disastri: dopo essere stati assoldati dai Sovereign, i guardiani scappano dagli stessi per aver rubato delle batterie e nella fuga Peter Quinn inizierà la ricerca delle sue origini e della figura di suo padre, il quale si presenterà con lo charme e la presenza scenica sempre meraviglioso di Kurt Russell nel ruolo di Ego. Quello che sembra essere un incontro felice e rassicurante, si trasforma in realtà nella peggiore minaccia che i Guardiani della Galassia abbiano mai incontrato fino ad ora; gli antieroi saranno messi a durissima prova e dovranno aiutarsi a vicenda ancora più di prima, come una vera squadra o meglio come una vera famiglia. In questo nucleo collaudato si inseriscono molto bene altri personaggi sulla nave spaziale di Star Lord, in particolar modo il ravager Yondu (Michael Rooker) che avrà nella storia un ruolo primario e che avevamo già visto nel primo film come cacciatore di taglie di Star Lord ma anche padre adottivo dello stesso. Nello sviluppare la storia James Gunn, tra il serio e il faceto, pone un quesito interessante, inaspettato in un cinecomics, ovvero il significato di "famiglia" contrapponendo quella tradizionale determinata da un legame di sangue, a quella "di fatto".

Guardiani della Galassia 2 è quindi un'avventura, un ottimo cinecomics di intrattenimento, un film che trattiene per più di 2 ore, entusiasma in maniera progressiva, ma è anche una bellissima colonna sonora diversa dalla prima Awesome Mix vol. 1, più pop e generatrice di buono umore e spensieratezza, qui la musica ha un doppio ruolo, narrativo ed emotivo, con la scelta di brani accurati che non vogliono risultare "simpatici" ma molto più intimi e riflessivi, senza però mai lasciare da parte l'aspetto rock musicale. Così James Gunn seleziona una serie di hit degli anni'60 e '70 su cui costruisce una storia di grande cinema.

A completare l'assoluta e buona riuscita del film ci pensa oltre alla regia, il cast sia nuovo che collaudato; stesso discorso per la CGI che è sì spettacolare quando lo deve essere, soprattutto nello scontro finale, allo stesso tempo è esteticamente precisa e affascinante per allargare e rendere reale l'universo spaziale dei Guardiani della Galassia. Tra i personaggi più interessanti e riusciti sicuramente vanno annoverati Yondu ed Ego, con le rispettive ottime interpretazioni degli attori, i due veri perni nel film, a ruota ci sono tutti gli altri in egual misura anche se Draxx e Rocket si ritagliano sipari molto particolari e curiosi. Naturalmente ci si diverte anche tanto, meno del primo capitolo, non per mancanza di creatività e idee (quelle ci sono e abbondano) ma per scelta stilistica dello stesso regista che nel secondo episodio vuole andare più in profondità e non fare un doppione del primo. E' per questo motivo che viene approfondito l'aspetto psicologico dei personaggi, le loro relazioni sociali e il film ne guadagna tanto in autorevolezza e personalità.

Guardiani della Galassia 2 dura ben due ore e un quarto che, a parte i primi 10-15 minuti che fatica a carburare, proseguo molto bene e con il giusto ritmo, la giusta consapevolezza e ne viene fuori un cinecomics inaspettato che va oltre al convenzionale entertainment. Consigliamo di stare fino alla fine del film perché le scene post credit abbondano (sono ben 5) e non vediamo l'ora di vedere il terzo capitolo che arriverà dopo Avengers Infinity war... James Gunn ha creato i suoi Vendicatori, giusto così, bene così.

Read 1143 times Last modified on Tuesday, 25 April 2017 11:10

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Midway, podcast recensione del film di guerra di Roland Emmerich
  • Cetto c'è senzadubbiamente, video recensione della commedia con Antonio Albanese
  • Frozen 2 il segreto di Arendelle, podcast recensione in anteprima sul sequel di Disney

E' nei cinema Midway, nuovo film di guerra di Roland Emmerich con protagonisti Ed Skrein, Patrick Wilson, Luke Evans, Woody Harrelson, Mandy Moore, Dennis Quaid: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Antonio Albanese torna al cinema con il suo popolare personaggio Cetto La Qualunque con la commedia Cetto c'è, senzadubbiamente: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

Arriverà la settimana prossima al cinema il sequel di Frozen, Frozen 2 - il segreto di Arendelle: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione sul film d'animazione.

Read More