Recensioni

Saturday, 12 January 2019 11:23

Glass, recensione in anteprima del thriller di Shyamalan, sequel di Unbreakable e Split Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema l'attesissimo Glass di M. Night Shyamalan (speciale sui film più attesi a gennaio in sala), sequel di Unbreakable e Split con Bruce Willis, James McAvoy e Samuel L. Jackson: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la recensione in anteprima.

Eh no, niente. Se gli metti troppi soldi in mano Shyamalan si perde e con lui anche le belle occasioni che gli si parano davanti. Era già successo in passato (After Earth e L’ultimo dominatore dell’aria) ed è riaccaduto questa volta. L’idea di base rimane affascinante, peccato che lo sviluppo sia farraginoso, senza emozione e probabilmente anche senza quella particolare inventiva che sarebbe stata necessaria a trasformare un bello spunto iniziale in un bel film.

Glass riparte da dove avevamo lasciato il precedente Split, ovvero con le multi personalità di Kevin Wendell Crumb (l’uomo con un’infanzia di violenze subite dalla madre che si è creato un’orda di persone differenti in sua difesa) sopraffatte dall'arrivo della Bestia (la personalità più violenta tra le tante). Dopo l’ennesimo rapimento di giovani studentesse da parte di Kevin, sulle sue tracce si mette David Dunn, vendicatore solitario e supereroe silenzioso di Philadelphia, conosciuto vent'anni fa nel film Unbreakable. David all'epoca era diventato famoso per essere stato l’unico sopravvissuto a un terribile incidente ferroviario. Incidente provocato volutamente da Elijah Price, l’uomo dalle ossa fragili come il vetro, genio dell’informatica e folle appassionato di fumetti, alla ricerca di un vero supereroe fuori dalle pagine dei comics. Al termine di quella avventura Price venne rinchiuso in manicomio e Dunn si trovò a fronteggiare la consapevolezza di essere indistruttibile. Da quel momento divenne il protettore invisibile della città.

Dopo aver scoperto il nascondiglio di Kevin e liberato le ragazze, Dunn viene però arrestato insieme al criminale e rinchiuso nello stesso manicomio insieme a Elijah Price per essere studiati dall'ambigua dottoressa Ellie Staple. Non sarà un confronto semplice e alla fine forse la differenza tra buoni e cattivi non sarà più così netta.

L’idea di dare una continuità alla propria produzione e di creare in Glass un universo parallelo – così tanto di moda – non era male, purtroppo Shyamalan non riesce a trovare lo spunto accattivante per raccontare una storia che abbia una struttura portante e che possa reggere le due ore abbondanti di film (in originale dovevano essere più di tre e non voglio immaginare cosa abbia tagliato). Il grosso del peso poggia sulle spalle di James McAvoy impegnato ancora più del precedente film a mettere in scena le tante personalità che convivono nel suo corpo. Ma la sceneggiatura non regge, i personaggi non i sollevano da un’immaginaria pagina di fumetto bidimensionale e l’azione, ogni volta che prova a prendere un ritmo, s’impantana nella banalità. Anche il marchio di fabbrica del regista – il finale a sorpresa che ribalta tutto quello che hai creduto di vedere fino a quel momento – non regge. Anzi, i colpi di scena saranno addirittura due (deboli entrambi) e questo la dice lunga sulla difficoltà che Shyamalan ha avuto a scrivere la parola fine al film. Che non è niente confronto a quella che abbiamo avuto noi ad arrivarci a quella parola.

Read 336 times Last modified on Sunday, 13 January 2019 16:09

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Il Re Leone film 2019, podcast recensione del nuovo live action Disney
  • Locarno Film Festival 2019: The Nest - Il nido di Roberto De Feo, recensione
  • Locarno Film Festival 2019: Diego Maradona di Asif Kapadia, recensione
  • Locarno Film Festival 2019: 7500, recensione del thriller con Joseph Gordon Levitt

Sta per arrivare nei cinema di tutto il mondo il nuovo film Disney in live action, Il Re Leone, rivisitazione del successo d’animazione Disney del 1994: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

arriva nella sezione speciale Crazy Midnight in Piazza Grande il primo interessante lungometraggio di Roberto De Feo The Nest-Il Nido

Read More

Il nuovo documentario del premio Oscar Asif Kapadia dedicato a Diego Maradona è stato proiettato in Piazza Grande al Locarno Film Festival 2019 la notte di Ferragosto: ecco qui di seguito la nostra recensione del film in uscita prossimamente al cinema.

Read More

Presentato in anteprima nazionale alla 72°edizione del Locarno Film Festival 2019 il film 7500 di Patrick Vollrath con Joseph Gordon-Levitt un thriller teso e lucido tutto ambientato in una cabina d’aereo: ecco qui di seguito la recensione in anteprima.

Read More