Recensioni

Tuesday, 24 August 2021 12:13

Frammenti dal Passato - Reminiscence, recensione opera prima di Lisa Joy con Hugh Jackman, Rebecca Ferguson Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema Frammenti dal Passato - Reminiscence, opera prima di Lisa Joy con Hugh Jackman, Rebecca Ferguson, Natalie Martinez, Thandie Newton, Angela Sarafyan: ecco qui di seguito la recensione in anteprima.

Le inondazioni hanno trasformato il mondo e una guerra appena passata ha aumentato il divario tra gli uomini e la lotta di classe: i baroni si sono impossessati delle poche terre emerse, tutto il resto dell’umanità deve vivere in una specie di Venezia sempre sull’orlo del collasso. In questo mondo futuribile si muove Nick Bannister, ex militare ora specializzato nella gestione della Reminscence, una sorta di vasca dei ricordi dove le persone posso rivivere il proprio passato cullandosi nella memoria del mondo che fu, fino a sviluppare una sorta di dipendenza dai ricordi. Una sera nello studio di Nick arriva Mae, una nuova misteriosa cliente, che lo farà innamorare all’istante. Alla scomparsa della donna, sparita senza alcuna spiegazione da un giorno con l’altro, Nick ricorrerà a ogni mezzo pur di ritrovarla, nonostante i tentativi della sua assistente Watts di dissuardelo. La ricerca della donna porteranno l’uomo a scoprire un vespaio più grande di lui e soprattutto a rimanere vittima lui stesso dei propri ricordi.

Frammenti dal passato segna il debutto al cinema di Lisa Joy, creatrice del mondo intricato della serie Westworld, che forse, memore delle complicazioni narrative della serie, decide di realizzare un film che spiega ogni singola azione come se lo spettatore fosse un bambino, neanche tanto sveglio. Sullo sfondo di un paesaggio da fantascienza, infatti, la regista (che qui è anche sceneggiatrice e produttrice, insieme all’altro compagno di Westworld, Jonathan Nolan) sceglie di raccontare un melò noir (con tanto di voce narrante fuori campo), forse nella speranza di ricreare le atmosfere affascinanti e rarefatte di certo cinema degli anni Cinquanta o dei suoi echi alla Blade Runner.

Il risultato invece è un pasticcio noioso e pedante che non permette mai allo spettatore di immaginarsi nulla. Neanche il bel cast aiuta la regista perché Hugh Jackman, nei panni disillusi di un uomo senza futuro, non riesce ad esser credibile e neppure Rebecca Ferguson, in quelli della femme fatale, con tanto di abitino di scena alla Jessica Rabbit, riesce a trasmettere il tormento che la vicenda richiederebbe. Forse l’unica che si salva è Tandiwe Newton (altra reduce da Westworld, come il direttore della fotografia Paul Cameron, lo scenografo Howard Cummings, il montatore Mark Yoshikawa e il compositore Ramin Djawadi, insieme alla costumista Jennifer Starzyk), una donna dal passato ingombrante e doloroso, ma che non cede alla lusinga qualche ricordo rassicurante.

 

Read 580 times Last modified on Tuesday, 24 August 2021 12:22

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Ero una pop star video recensione della commedia drammatica su Netflix
  • Everything Everywhere all at once video recensione del folle multiverse movie a ottobre al cinema

E' uscito in streaming su Netflix la commedia drammatica Ero una pop star diretto da Eddie Sternberg con Ed Skrein, Eoin Macken, Lorraine Ashbourne: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

Arriverà al cinema a ottobre il bizzarro film Everything Everywhere all at once diretto dai "The Daniels" con protagonisti Michelle Yeoh, Stephanie Hsu, Jonathan Ke Quan, James Hong, Jamie Lee Curtis: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione. 

Read More