Recensioni

Saturday, 17 September 2016 10:08

Bridget Jones's Baby, recensione: ritorna la blogger inglese e il cuore è sempre diviso in due Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Quindici anni dopo il primo film dedicato all'eroina di Helen Fielding, ritorna Bridget Jones: ora ha 43 anni e le stesse insicurezze di sempre. Cinetvlandi ha visto l'anterprima italiana. Ecco la recensione di Bridget Jones's Baby.

 

È un bel personaggio quello creato da Helen Fielding: piace alle donne perché racchiude in se tutte le paure, le debolezze ma anche la tenacia femminile; piace agli uomini perché tenera, goffa, comica e molto donna. Con un carattere del genere difficile non arrivare al cuore del pubblico. E la Fielding ci riuscì benissimo, quando a cavallo tra la fine degli anni Novanta e il Duemila vendette milioni di copie del Diario della sua eroina, proto blogger per eccellenza e simbolo di una nuova femminilità. Quindici anni dopo il primo film Bridget Jones ritorna: la ritroviamo a festeggiare il suo 43esimo compleanno, sola sul divano di casa sua in compagnia di un triste pasticcino con posata sopra una sola candelina accesa. Ma non è più tempo di piangersi addosso a ritmo di All by my self, adesso Bridget è una donna che ha deciso di prendere in mano la propria vita e accettarla così com'è. Dei suoi due amori storici ne è rimasto soltanto uno, Mark Darcy, sposato con un'altra donna, mentre il vanesio Daniel ha perso la vita in un incidente aereo. O almeno così pare. Così Bridget decide di seguire la sua amica conduttrice televisiva ad un mega raduno musicale per perdere la testa e lasciarsi andare al primo che passa. E il primo è Jack, un bell'americano misterioso con il quale trascorre una notte in tenda. Ma quando sembra che una nuova storia possa iniziare, ecco riapparire Mark in procinto di divorziare e sempre pronto a riaccendere il cuore di Bridget, che se non è alimentato da almeno un paio di fuochi non è contento. Lo schema quindi ritorna ad essere quello classico, complicato questa volta dall'arrivo di un bambino, anche se nessuno sa stabilire chi sia il vero padre. Per essere un terzo capitolo e arrivare così tanti anni dopo il primo, Bridget Jones's Baby non sembra sentire il passare del tempo. Merito di una sceneggiatura che va sul sicuro e una regia rodata, oltre al solito cast brillante con Patrick Dempsey al posto di Hugh Grant e l'arrivo di una straordinaria Emma Thompson, cinica ostetrica degna di Bridget Jones. Il ritmo alto, una buona colonna sonora e almeno un paio di situazioni divertenti poi lo rendono ancora più appetibile. Certo, non aspettatevi di sorprendervi, perché tutto è volutamente annunciato, ma a volte avere qualche sicurezza tranquillizza. 

Read 1287 times Last modified on Saturday, 17 September 2016 10:21

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Piranha 3DD, video recensione del sequel horror diretto da John Gulager
  • Rubrica "Raiders of the lost film": I banditi del tempo (1981), fantasy di Terry Gilliam con Ian Holm
  • Il delitto Mattarella, podcast recensione del film biografico in uscita a luglio al cinema

E' uscito nel 2012 al cinema e in home video Piranha 3DD, sequel horror del primo film diretto da Alexandre Aja nel 2010: ecco qui di seguito la nostra recensione vintage per l'uscita in steelbook edition. 

Read More

Per la rubrica "Raiders of the lost film" parliamo di I banditi del tempo, film fantasy di Terry Gilliam e Ian Holm recentemente scomparso: ecco qui sotto lo speciale podcast sulla pellicola del 1981.

Read More

Esce questa settimana al cinema Il delitto Mattarella, nuovo film di Aurelio Grimaldi Con Antonio Alveario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More