Rassegne

Saturday, 09 November 2019 18:55

Rassegna "Il futuro programmato tra A.I e genetica" al MIC di Milano a novembre: anteprima Hi, A.I. - Love stories from the future

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si terrà dal 12 al 23 novembre al Mic di Milano la rassegna tematica "Il futuro programmato tra A.I e genetica": in anteprima sarà presentato il film Hi, A.I. - Love stories from the future. Ecco tutti i titoli in programmazione.

Martedì 12 novembre alle ore 17 presso MIC-Museo Interattivo del Cinema verrà presentato in anteprima nazionale il film Hi, A.I. – Love stories from the Future, in collaborazione con la mostra Io, Robotto – Automi da compagnia visitabile presso la Fabbrica del Vapore fino al 19 gennaio. Il documentario tedesco della regista Isa Willinger è un racconto romantico, malinconico, visionario, che risponde a una sola domanda: come l’intelligenza artificiale cambierà per sempre le nostre vite? Vincitore come Miglior Documentario al Max Ophüls Preis Festival 2019 e nominato al German Film Awards 2019, l’opera indaga come potrebbe essere il mondo del futuro, dove uomini e macchine si troveranno a intrecciare legami sempre più forti portando a un radicale cambiamento della società.

Hi, A.I. Love stories from the Future sarà accompagnato da una mini rassegna dedicata al futuro robotico e a come il cinema interpreta il rapporto uomo-macchina in programmazione al MIC – Museo Interattivo del Cinema dal 12 al 23 novembre. Venerdì 15 alle ore 15 verrà proiettato Ti fidi di questo computer? di Chris Paine, un documentario che esplora come l’Intelligenza Artificiale stia iniziando a modificare il nostro rapporto con il computer.

Sabato 16 novembre alle ore 17 andrà in scena Genesis 2.0 di Christian Frei e Maxim Arbugaev, un’interessante riflessione sulle nuove frontiere della bio ingegneria e sulla possibilità di poter riportare in vita animali estinti da millenni duplicandone il DNA.

Domenica 17 novembre alle ore 19.30 verrà riproposto Metropolis, il capolavoro di Fritz Lang, nella versione restaurata in pellicola 35mm. La partitura originale per orchestra, composta per il film da Gottfried Huppertz, sarà reinterpretata con l’accompagnamento di due pianoforti: Francesca e Federica Badalini eseguiranno le musiche dal vivo.

All'interno della rassegna, mercoledì 20 novembre alle ore 18, anche un incontro su I robot e il sesso a cura del Prof. Maurizio Balistreri, docente di Filosofia Morale all'Università degli Studi di Torino, durante il quale ci si interrogherà su spinose domande sul rapporto tra esseri umani e robot: si può avere una relazione con un robot? Nel rapportarci sempre di più con queste macchine perderemo la nostra umanità?

 

 

PROGRAMMA RASSEGNA

MIC - Museo Interattivo del Cinema

Anteprima: Martedì 12 novembre ore 17

Repliche: Venerdì 15 ore 20.30 | Mercoledì 20 ore 19 ca. | Sabato 23 ore 17.30

Hi, A.I. – Love Stories from the Future - Anteprima nazionale

Isa Willinger, Germania, 2019, HD, 88’, v.o.sott.it.

Oggigiorno, non sorprenderebbe vedere dei robot che lavorano alla reception di un hotel, all’interno di centri commerciali o come chef. Ma cosa succederebbe se iniziassero a ricoprire ruoli importanti nella nostra vita privata, alla strega di partner o compagni? Questo documentario mostra oggi il mondo di domani, esaminando i legami tra uomo e macchina. Miglior documentario al Max Ophüls Preis Festival 2019 e nominato al German Film Awards 2019. 

 

Venerdì 15 novembre ore 15

Ti fidi di questo computer? (Do you trust this computer?)

Chris Paine, USA, 2018, HD, 78', v.o. sott. It.

Una sconcertante quantità di dati raccolti, elaborati e ricondotti a noi in un’infinità di App, di ingegnosi dispositivi e annunci pubblicitari mirati. A livello mondiale, questa trasformazione si avverte in tutti gli ambiti, dall’automazione alla diagnostica medica, dalle elezioni politiche agli armamenti. Paine esplora il modo in cui l’Intelligenza Artificiale sta iniziando a ridefinire la nostra relazione di fiducia con i computer.  

 

Sabato 16 novembre ore 17

Genesis 2.0

Christian Frei, Maxim Arbugaev, Svizzera, 2018, HD, 113’, v.o.sott.it.

Sulle remote isole della Nuova Siberia nell’Oceano Artico i cacciatori cercano le zanne dei mammut estinti, ma lo scongelamento del permafrost consegna loro ben più del prezioso avorio, ovvero una carcassa di mammut sorprendentemente conservata. Tali reperti richiamano l’attenzione di quei ricercatori che da tempo studiano la possibilità di riportare in vita questo animale, clonandone il DNA. Questa è solo la prima manifestazione di una grande rivoluzione tecnologica: la produzione di sistemi biologici artificiali completi, un gioco da svariati milioni di dollari, dove l’uomo si fa Creatore.

 

Domenica 17 novembre ore 19.30

Metropolis

Fritz Lang, Germania, 1927, 149’. Int.: Gustav Fröhlich, Brigitte Helm.

Il film capolavoro del cinema espressionista sarà proiettato con un accompagnamento musicale dal vivo molto raro e coinvolgente: la musica originariamente composta per il film da Gottfried Huppertz verrà infatti eseguita da Francesca e Federica Badalini nella versione a due pianoforti da loro realizzata.

 

Mercoledì 20 novembre ore 18

Incontro I robot e il sesso a cura del Prof. Maurizio Balistreri, docente di Filosofia Morale all’Università degli Studi di Torino

I robot sembrano ancora lontani, ma i primi esemplari stanno entrando piano piano nelle nostre vite e domani potranno anche intrattenerci, prendersi cura di noi e forse anche farci perdere la testa. Ma si può avere una relazione vera con un robot? A forza, poi, di vivere con macchine intelligenti programmate per assecondare sempre la nostra volontà non perderemo la nostra umanità?

Read 94 times Last modified on Saturday, 09 November 2019 19:07

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Rassegne