Rassegne

Saturday, 05 October 2019 17:43

Il cinema di Jodorowsky in rassegna a Il Cinemino di Milano a ottobre

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Cinemino di Milano rende omaggio a ottobre al cinema di Jodorowsky con la rassegna "Psicomagia - un'arte che guarisce": tutti i film in programmazione.

Alejandro Jodorowsky a 90 anni continua a far parlare di sé e delle sue opere. Artista poliedrico, allievo di Marcel Marceau, regista sempre destabilizzante, intellettuale e grande conoscitore di tarocchi, Jodorowsky attraversa la scena artistica del '900 seguendo una traiettoria personalissima e coerente. Chi lo ama lo segue in ogni sua peripezia.

Dall'8 ottobre, il Cinemino propone una rassegna dedicata ai suoi film partendo dall'inedito "Psicomagia - un'arte che guarisce" (martedì 8 ottobre, spettacoli ore 19.50 e 21.40) e per l’occasione – tra il pubblico del film – verrà estratto un fortunato a cui sarà offerta la lettura dei tarocchi di Rebecca Saba, appassionata di tarologia e allieva di Marianne Costa.

 

FILM DELLA RASSEGNA: 

PSICOMAGIA - UN'ARTE CHE GUARISCE (2019) Un documentario completo che racconta il lavoro  terapeutico di Alejandro Jodorowsky. L'autore ci spiega cos'è la psicomagia, quali sono i suoi principi e come viene praticata. Per Jodorowsky, infatti, molti dei nostri problemi derivano dalle barriere create dalla nostra società, dalla nostra famiglia e dalla nostra cultura, tutti fattori che ci impediscono di trovare il nostro vero io.  Nel film vengono raccontati processi di guarigione, dalla realizzazione del loro "atto psico-magico" fino alla dimostrazione dei relativi effetti. 

POESIA SENZA FINE (2016) Un'opera che attinge a piene mani dalla biografia dell'artista raccontando il passaggio dall'infanzia all'età adulta. Siamo nel Cile degli anni '50, il giovane Jodorowsky, rompe definitivamente con la sua famiglia per andare a vivere in una comune di artisti: il primo atto della sua rivoluzione culturale.

LA MONTAGNA SACRA (1973) E' il film che i cultori di Jodorowsky considerando il più rappresentativo dell'immaginifico onirico e simbolico dell'intellettuale cileno. Nove uomini cercano l'immortalità cercando di scalare una mitologica montagna sacra. Il lungo viaggio li porta al cospetto dell'alchimista (impersonato dallo stesso Jodorowsky) che, non solo non sarà in grado di svelare i segreti dell'immortalità ma riuscirà anche a prendersi gioco dello spettatore.

EL TOPO (1971) "Topo" in spagnolo significa talpa, quell'animale che vive nel buio e quando esce alla luce i suoi occhi non possono vedere. Questa la metafora sottesa a tutto il film di Jodorowsky, che in questo caso è regista, sceneggiatore, attore e tutto quanto necessario per realizzare questo western sui generis. Un'opera ricca di potenzialità e molto amata dagli estimatori tra i quali spicca John Lennon.

LA CRAVATTA (1957) e IL PAESE INCANTATO (1968) Corto d'esordio, girato in 16 mm e a lungo creduto disperso," La cravatta" è un racconto tratto da una novella di Thomas Mann e realizzato mettendo in scena tutta la fantasia di un ragazzo. "Il paese incantato" è, invece il primo lungometraggio con cui Jodorowsky sconvolse pubblico e critica.

Read 323 times Last modified on Saturday, 05 October 2019 17:52

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Rassegne