Print this page
Sunday, 23 November 2014 15:33

David Bowie is recensione: la straordinaria carriera di David Jones raccontata con una mostra sensazionale Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana solo per due giorni il film David Bowie is: cinetvlandia l'ha visto in anteprima, ecco la recensione.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

La pellicola sarà nelle sale italiane solo per due giorni i prossimi 25 e 26 novembre per una proiezione che gli amanti della pop star David Bowie, e per chi ama la musica, non è assolutamente da perdere. Da un'idea apparentemente statica e fredda come quella di riprendere e raccontare la mostra allestita al Victoria and Albert Museum di Londra nel 2013, nasce un film sensazionale e decisamente originale che vi stupirà. Infatti, il film è un autentica visita guida e spiegata dai realizzatori della mostra stessa, i quali hanno recuperato cimeli e materiali d'archivio in grado di rappresentare in modo assolutamente esauriente e interessante la carriera della pop star londinese. Il personaggio e artista David Bowie è stato e sarà sempre una fucina d'ispirazione per chiunque si voglia cimentare in tale mestiere. Non un semplice artista della musica pop rock degli ultimi quarant'anni, ma un caleidoscopico uomo di spettacolo in grado di unire musica a rappresentazione iconografica, di messa in scena sul palcoscenico e nel cinema (con le sue diverse apparizioni in pellicole ricordate soprattutto per la sua carismatica interpretazione). Tutti almeno una volta nella vita avremo ascoltato e visto un video di David Bowie, in questo film vengono fuori tutte le sue variopinte e colorate sfaccettatura, a dimostrazione della sua infinita classe d'artista e di uomo decisamente avanti con i tempi.

Oltre all'infinito materiale convenzionale d'archivio (disegni, fogli con testi di canzoni, foto, vestiti) e la perfetta presenza scenografica dell'allestimento della mostra, sono principalmente tre gli elementi vincenti che rendono la pellicola assolutamente dinamica e di grande interesse: la regia puntuale e meticolosa a scovare dettagli e a muoversi con eleganza tra i ricordi, il montaggio come un metronomo scandisce i tempi perfetti della visione della mostra, infine lo slogan, da cui il titolo dell'opera cinematografica "David Bowie is", è il filo conduttore di un'opera visiva che ha pochi eguali. Infatti, il motto è usato come filo conduttore all'opera cinematografica scandendo i titoli di piccoli e densi mini capitoli che raccontano la vita e la carriera di David Jones, in arte David Bowie. Si ha così la giusta percezione di quanto l'arte musicale e non solo sia stata influente e condizionatore di chiunque ne venisse a contatto, pubblico comune o addetti ai lavori, dai primi anni'60 fino ai giorni nostri.

David Bowie is da la possibilità di vedere su grande schermo una mostra non di facile ed economico raggiungimento (attualmente pure in turnè in diverse nazioni del mondo) e di scoprire chicche sull'artista di difficile conoscenza e per questo va lodato il lavoro svolto dagli allestitori della mostra. La pellicola è così un viaggio, o meglio un trip, assolutamente poco convenzionale nella mente e nell'estro di David Bowie che vi lascerà esterrefatti. Da non perdere.

Voto: 9

 

Read 1449 times Last modified on Sunday, 23 November 2014 16:26
Joomla SEF URLs by Artio