Print this page
Monday, 04 November 2019 14:10

Lucca Comics & Games 2019: Cercando Valentina, recensione del documentario sul mondo del disegnatore Guido Crepax

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Al Lucca Comics & Games 2019, che si è concluso lo scorso weekend, abbiamo visto in anteprima il documentario Cercando Valentina, film diretto da Giancarlo Soldi interamente dedicato al mondo immaginario e dei fumetti creato da Guido Crepax: ecco qui di seguito la recensione della sorprendente pellicola in arrivo al cinema nel 2020.

Quando intraprendi un viaggio per cercare qualcuno o qualcosa non è detto che la trovi, ma alla fine poco t’importa perché è il viaggio stesso la fine di tutto. Giancarlo Soldi (Diabolik sono io) parte alla ricerca di Valentina, il personaggio creato da Guido Crepax a metà degli anni Sessanta, e sul suo cammino incontra un mondo (il mondo che viveva intorno a Valentina) che forse avevamo dimenticato. Una realtà che ha segnato un’epoca, che ci ha fatti diventare quelli che siamo oggi e che ci ha lasciato un’eredità - di storia e di energia creativa - da difendere e trasmettere.

Era la Milano degli anni Sessanta il mondo di Valentina. Una Milano che viveva, pulsava, odiava e combatteva per il presente e il futuro. Crepax, chiuso nel suo studio di via De Amicis, come un moderno Salgari, la inalava e poi la riproduceva nelle tavole pubblicate da Linus. Valentina non arriva subito. Prima c’è Rembrant, una specie di Superman intellettuale, e Valentina è “solo” la sua fidanzata. Bastano poche avventure e il piano è presto ribaltato: Valentina prende la scena e a Rembrant rimane lo sfondo. Valentina è la nuova donna che si sta affermando in quegli anni: emancipata, lavoratrice, libera. Di una libertà assoluta, da vivere con la mente e il corpo. Perché Valentina è questo: mente e corpo.

È un bel documentario Cercando Valentina perché grazie a un personaggio iconico riesce a raccontare tante storie, non ultima una storia d’amore, perché sempre lì si fa a finire, in una storia d’amore. L’amore per un’epoca, per un mondo ancora tutto da scoprire, per i diritti da guadagnare e per la libertà da difendere. Ma anche l’amore per il fumetto e per un giornale - Linus - che è stato deflagrante per la mente di tanti giovani dell’epoca, aprendola verso orizzonti inimmaginabili. E non ultimo per Crepax: un vero rivoluzionario del fumetto, capace di anticipare stili e modelli narrativi. Un creativo vero che lasciava spaziare la mente sulla carta, senza mai farsi imbrigliare dai limiti della vignetta o delle convenzioni.

Read 282 times Last modified on Monday, 04 November 2019 14:31
Joomla SEF URLs by Artio