Festival

Friday, 17 May 2019 18:00

Locarno film festival 2019: annunciati i progetti Open Doors

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Open Doors, all'interno del Locarno Film Festival 2019, inaugura il suo nuovo focus triennale (2019 – 2021) dedicato al Sud-Est asiatico (Laos, Tailandia, Cambogia, Vietnam, Myanmar, Indonesia, Malesia, Filippine) e alla Mongolia, presentando sulla piattaforma internazionale della kermesse svizzera: nove produttori emergenti e otto progetti di lungometraggi alla ricerca di partner internazionali.

Open Doors, iniziativa di Locarno Pro, mira ad aiutare il cinema indipendente e a mettere in luce i registi e i film dei paesi del Sud e dell’Est del mondo, in collaborazione con la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento Federale degli Affari Esteri.

Lili Hinstin, Direttrice artistica del Locarno Film Festival: “La ricerca di nuovi talenti e il sostegno alla giovane creazione così cara al Locarno Film Festival è al centro della missione di Open Doors. La nuova regione che stiamo esplorando, il Sud Est asiatico, ha visto nascere alcuni dei più grandi registi contemporanei e ancor oggi una nuova ondata sta emergendo: una gioventù con una sorprendente energia creativa, nonostante tutti gli ostacoli. Il Locarno Film Festival è orgoglioso di contribuire al suo sviluppo.”

Open Doors è costituito da tre attività che si svolgono in parallelo durante il Locarno Film Festival e si rivolgono sia ai professionisti sia al pubblico del Festival: l'Open Doors Hub (progetti di lungometraggi alla ricerca di collaborazioni internazionali), l'Open Doors Lab (dedicato a produttori emergenti) e gli Open Doors Screenings (proiezioni per il pubblico).

Gli otto progetti selezionati per la piattaforma di coproduzione Open Doors Hub 2019 provengono da sette paesi diversi, a testimonianza della grande diversità cinematografica del Sud-Est asiatico e della Mongolia. Accanto a registi di fama internazionale come il regista tailandese Aditya Assarat (In The Town, 2007) accompagnato dal suo produttore Fran Borgia, vincitore del Pardo d'oro nel 2018, il regista vietnamita Chuyen Bui Thac (Adrift, 2009), il filippino Petersen Vargas (2 Cool 2 Be 4gotten, 2016) e il laotiano Anysay Keola (At the Horizon, il primo thriller laotiano diretto nel 2012), anche delle giovani voci, impegnate nelle molteplici realtà delle loro società, che potranno presentare i loro primissimi progetti di lungometraggio. Tra i selezionati, la regista malese Amanda Eu, che ha frequentato la Locarno Filmmakers Academy nel 2018, la mongola Zoljargal Purevdash, il vietnamita Lan Pham Ngoc e l'indonesiano Makbul Mubarak.

 

 

Read 105 times Last modified on Sunday, 19 May 2019 22:41

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Oniros Film Awards 2019: fotogallery con i vincitori di aprile
  • European Film Awards 2019: premio alla carriera a Werner Herzog
  • Locarno film festival 2019: annunciati i progetti Open Doors

Oniros Film Awards ha annunciato i vincitori del mese di aprile, riconoscimento alle vari maestranze che lavorano nel mondo del cinema, a livello nazionale e internazionale: fotogallery con i trionfatori nelle varie categorie.

Read More

In occasione della 32°edizione degli European Film Awards 2019, la European Film Academy darà a Werner Herzog il premio alla carriera.

Read More

Open Doors, all'interno del Locarno Film Festival 2019, inaugura il suo nuovo focus triennale (2019 – 2021) dedicato al Sud-Est asiatico (Laos, Tailandia, Cambogia, Vietnam, Myanmar, Indonesia, Malesia, Filippine) e alla Mongolia, presentando sulla piattaforma internazionale della kermesse svizzera: nove produttori emergenti e otto progetti di lungometraggi alla ricerca di partner internazionali.

Read More