Eventi in sala

Thursday, 28 April 2016 11:29

Wilde Salomè di e con Al Pacino allo Spazio Oberdan di Milano

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Dal 12 al 17 maggio 2016 presso Spazio Oberdan a Milano, Fondazione Cineteca Italiana proporrà  Wilde Salomè, un film che vede Al Pacino in veste di regista e interprete principale, che esplora tutta la complessità del dramma di Oscar Wilde e allo stesso tempo si interroga sulle proprie fragilità e paure.

Presentato nel 2011 alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e mai distribuito in sala nel nostro paese, il film è un viaggio toccante e divertente, fatto di passione, determinazione e, soprattutto, di ossessione. Al film hanno partecipato Tom Stoppard, Gore Vidal, Bono, Tony Kushner e Merlin Holland, nipote di Oscar Wilde. 

Ha dichiarato Al Pacino: «Wilde Salomè è l’esplorazione di una pièce teatrale che mi ha impegnato per molto tempo. Non è un film di finzione né un documentario, è l’emancipazione di un’opera che continua a vivere. Jessica Chastain è sensazionale nel ruolo di Salomè e mi ha aiutato molto nella mia personale scoperta del mondo di Oscar Wilde». Parole che testimoniano quanto il grande attore americano sia affascinato dalla figura di un autore ribelle e pronto a pagare di persona le proprie scelte anticonformiste, individuando in Salomè quasi la sintesi dell'universo letterario wildiano e mostrandosi ammaliato dalla perversa innocenza della protagonista.

Oltre al film di Al Pacino, in programma altre due rivisitazioni del dramma di Wilde: la rarissima Salomè muta di Charles Bryant, opera dal gusto decadente e immaginifico con protagonista la celebre attrice di origine russe Alla Nazimova, autentica icona della comunità omosessuale più alla moda dell’epoca; e la Salomè di Carmelo Bene, film visionario e dissacrante, dal registro quasi parodistico, nel quale l’attore raggiunge punte di puro genio.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Giovedì 12 maggio h 19 / Venerdì 13 maggio h 17 / Sabato 14 maggio h 16.30 e h 20 / Domenica 15 maggio h 20.15 / Lunedì 16 maggio h 16.30 e h 21.30 / Martedì 17 maggio h 19

Wilde Salomè

R. e sc.: Al Pacino, dal dramma Salomè di Oscar Wilde. Fot.: Benoit Delhomme. Mont.: Roberto Silvi, David Leonard. Int.: Al Pacino, Jessica Chastain. USA, 2011, 95’, v.o. sott. it.

Il ritratto intimo e profondo di una delle più grande icone del cinema contemporaneo alle prese con il ruolo più impegnativo mai interpretato: se stesso e il re Erode. Traboccante di verità e candore, Wilde Salomè conduce Al Pacino in giro per il mondo, a Londra, Parigi, Dublino, New York, Los Angeles, e dentro il suo camerino. Niente è off limits mentre l’attore esplora le complessità del dramma di Wilde, nonché i processi e le tribolazioni che hanno segnato la vita dello scrittore, offrendo al tempo stesso uno sguardo senza precedenti anche sulle proprie. Un viaggio toccante e divertente, fatto di passione, determinazione e, soprattutto, di ossessione. Al film hanno partecipato Tom Stoppard, Gore Vidal, Bono, Tony Kushner e Merlin Holland, nipote di Oscar Wilde.

Domenica 15 maggio h 18.45

Salomè

R.: Charles Bryant. Sc.: Natacha Rambova, dall’omonimo dramma di Oscar Wilde. Int.: Alla Nazimova, Rose Dione, Mitchell Lewis, Arthur Jasmine, Nigel De Brulier. USA, 1923, 73’, muto

Un film ostinatamente voluto dalla celebre attrice di origine russe Alla Nazimova per rendere omaggio a Oscar Wilde, autentica icona della comunità omosessuale più alla moda dell’epoca. Il risultato fu quest’opera dal gusto decadente e immaginifico, interamente realizzata da artisti e tecnici omosessuali.

Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.

Giovedì 12 maggio h 17 / Sabato 14 maggio h 21.45 / Lunedì 16 maggio h 20

Salomè

R., scene e dialoghi: Carmelo Bene. Musiche (coordinate da C. Bene): Brahams, Schubert, Sibelius, R. Strauss. Int.: Carmelo Bene, Lidya Mancinelli, A. Vincenti, D. Luna, Veruschka, P. Vida, F. Leo, G. Davoli, T. Galieés, O. Ferrari. Int. spec.: G. Marotta. Italia, 1972, col., 80’.

Il film, che segue le varianti teatrali della Salomè messe in scena da Bene nel 1964 e nel 1967, vuol essere una parodia dell’opera di Wilde che il regista, come scrisse Moravia, «non riuscendo a superare in bellezza, si sforza di distruggere.»

Read 1603 times Last modified on Thursday, 28 April 2016 11:32

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Eventi in Sala