Digitale terrestre

Tuesday, 28 February 2017 14:32

Rassegna "Black Out" su Iris: ciclo film sull'Italia e il popolo italiano negli anni'70

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Cinque serate consecutive dedicate con 15 film agli Anni Settanta e dintorni, è questo il programma della rassegna "Black out" su Iris in chiaro su digitale terrestre a tema protesta giovanile, politica, terrorismo, amore libero, violenza, radio ed ecologia: tutti i film in visione nel ciclo che inizierà sabato 11 e terminerà mercoledì 15 marzo.

Tra film notissimi e pluripremiati (da “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto” a “Bianca”, da “La classe operaia va in paradiso” a “Maledetti vi amerò”), il ciclo porta per la prima volta in tv anche due documentari “militanti” come Pagherete caro, pagherete tutto e Festival del proletariato giovanile al Parco Lambro.

Dichiarazione di Marco Costa, direttore di “Iris”: «Si è parlato e letto molto a proposito degli Anni Settanta e in particolare sul ‘77. Per chi c’era è cronaca, per chi non era ancora nato è storia, spesso magari solo sentito dire. Cortei violenti? Primi segni di terrorismo? Sì, ma anche tanto altro. A quarant’anni di distanza, per non limitarsi a una lettura a senso unico, Iris ha pensato di offrire al pubblico 15 film molto diversi tra loro che riescono a mostrare il clima di quegli anni. Non solo l’atmosfera ideologica o culturale, ma anche l’impressione “fotografica”: con immagini, volti, abiti, stili, linguaggi, colori. E ognuno potrà capire se e quanto quei giorni siano lontani da quelli di oggi».

I film mandati in onda per il ciclo Black Out su Iris saranno in visione in prima, seconda e terza serata, come riassume l'immagine qui sotto. A seguire tutte le trame dei film con relativo cast.

 

 

SABATO 11 MARZO

INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO

1970, di Elio Petri, con Gian Maria Volonté, Florinda Bolkan

vincitore del Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes e del Premio Oscar al Miglior fi lm straniero del 1971; il periodico Lott a Continua lo elogiò, riconoscendo nel personaggio di Gian Maria Volonté la fi gura del commissario Luigi Calabresi, accusato di essere responsabile della morte di Pinelli.

SAN BABILA ORE 20: UN DELITTO INUTILE

1976, di Carlo Lizzani

ispirato ad fatt o di cronaca, realmente accaduto a Milano, il 25 maggio 1975: l’uccisione di Alberto Brasili, in via Mascagni, ad opera dei neo-fascisti Antonio Bega, Enrico Caruso, Giorgio Nicolosi, Pietro Croce e Giovanni Sciavicco (quest’ultimo diciassett enne). Un fi lm neorealistico, con att ori sconosciuti, selezionati con molti provini.

LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO

1971, di Elio Petri, con Gian Maria Volonté, Mariangela Melato

vincitore del Grand Prix per il Miglior fi lm al Festival di Cannes; il fi lm fu accolto gelidamente dalla sinistra italiana, sia classe dirigente che critica cinematografica, perché descriveva i sindacalisti come buoni a provocare la ribellione altrui, ma pavidi e corrutt ibili, e rappresentava gli studenti di estrema sinistra come astratt i intellett uali.

DOMENICA 12 MARZO

LAVORARE CON LENTEZZA

2004, di Guido Chiesa, sceneggiato assieme al collett ivo Wu Ming, con Claudia Pandolfi , Valerio Mastandrea presentato in concorso a Venezia; Tommaso Ramenghi ha vinto il Premio Marcello Mastroianni per il Miglior att ore emergente; il fi lm è ambientato nella Bologna dei Settanta, durante austerity, infl azione al 21%, terrorismo, stragi. Ma per altri, anni di gran divertimento, tra movimenti studenteschi sulle note di Radio Alice.

ALICE È IN PARADISO

documentario del 2002, dirett o da Guido Chiesa

sintesi di 15 ore di interviste agli animatori di Radio Alice; il documentario racconta la storia dell’emitt ente radiofonica bolognese degli Anni ‘70, Radio Alice, attraverso le parole dei suoi fondatori e redattori.

PASOLINI

Un giorno, una vita. Roma, è la notte fra il 1° e il 2 novembre 1975 quando il grande poeta e cineasta italiano Pier Paolo Pasolini viene assassinato. Simbolo di un'arte che si è scagliata contro il potere, gli scritti di Pasolini scandalizzano e i suoi film sono perseguitati dalla censura. Molti sono quelli che lo amano, non pochi quelli che lo odiano. Il giorno della sua morte Pasolini trascorre le sue ultime ore in compagnia dell'amatissima madre, degli amici più cari; poi esce di notte a bordo della sua Alfa Romeo in cerca di avventure nella città eterna. All'alba del 2 novembre il corpo di Pasolini viene ritrovato senza vita all'idroscalo di Ostia. Un film onirico e visionario, un intreccio di realtà e immaginazione. 

LUNEDì 13 MARZO

MIO FRATELLO È FIGLIO UNICO

2007, di Daniele Luchett i, con Elio Germano, Riccardo Scamarcio, Luca Zingarett i, Angela Finocchiaro, Ninni Bruschett a, Ascanio Celestini. Ispirato al libro di Antonio Pennacchi Il fasciocomunista; ha partecipato con successo alla sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2007, dove il pubblico in sala gli ha riservato un lungo applauso; inoltre, ha vinto cinque David di Donatello, due Nastro d’Argento, due Globo d’Oro e quatt ro Ciak d’Oro.

LA PRIMA LINEA

2009, di Renato De Maria, con Riccardo Scamarcio, Vitt oria Mezzogiorno

liberamente ispirato al libro Miccia corta di Sergio Segio; Premio Bif&st Miglior att ore protagonista a Riccardo Scamarcio; il fi lm narra la militanza di Segio in Prima Linea, dell’incontro con Susanna Ronconi, della loro relazione, dell’arresto della stessa e della sua evasione dal carcere grazie all’azione armata di Segio e dell’organizzazione.

FESTIVAL DEL PROLETARIATO GIOVANILE AL PARCO LAMBRO

sintesi di 27 ore di registrazioni e 3 ore di 16mm sul festival svoltosi a Milano nel giugno del 1976 (durata 58’)

organizzato dalla rivista “Re Nudo”, presenti 150 mila persone; il fi lm documenta la contestazione da parte dei giovani proletari nei confronti del mondo degli spettacoli musicali e di tutte le merci che gli organizzatori contavano lì di vendere (panini, birra, libri e dischi “di sinistra”)

MARTEDì 14 MARZO

ALDO MORO - IL PRESIDENTE

2008, di Gianluca Maria Tavarelli, con Michele Placido (Aldo Moro), Marco Foschi (Mario Morett i), Libero De Rienzo (Valerio Morucci), Donatella Finocchiaro (Adriana Faranda), Valentina Carnelutt i (Barbara Balzerani), Roberto Infascelli (Bruno Seghett i), Massimo De Rossi (Giulio Andreott i), Giulia Michelini (Annalaura Braghett i), Ninni Bruschett a (Oreste Leonardi), Gianluca Morini (Germano Maccari), Stefano Scandalett i (Prospero Gallinari), Bruno Corazzari (Benigno Zaccagnini), Diego Verdegiglio (Francesco Cossiga)

prodott a da Taodue; versione film della miniserie televisiva trasmessa da Canale 5 il 9 e l’11 maggio 2008.

BOLOGNA 2 AGOSTO...I GIORNI DELLA COLLERA

2014, di Giorgio Molteni e Daniele Santamaria Maurizio, con Giuseppe Maggio, Marika Frassino

ricostruzione degli anni di piombo, fi no ad arrivare alla strage della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 (85 vitt ime e 200 feriti); narra la storia di un gruppo di ragazzi di destra, che decide di uscire dall’MSI e fondare il gruppo armato dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari). Att raverso uccisioni, rapine, pestaggi e crimini di estrema atrocità, si arriva all’atmosfera di terrore e follia degli anni di piombo, fi no al culmine della strage più eff erata dal Dopoguerra in poi.

PAGHERETE CARO, PAGHERETE TUTTO

1975, regia del Collett ivo Militante di Milano (casa di produzione, Il Progett o Coop)

documentario realizzato durante le giornate dell’aprile 1975, a Milano, prima, durante e dopo gli assassinii di Claudio Varalli e Giannino Zibecchi; 45 minuti di fi lmati sugli avvenimenti, le manifestazioni, gli scontri, dove - con lo slogan “pagherete tutt o, pagherete caro” - studenti, operai e persone comuni raccontavano l’essere contro.

MERCOLEDì 15 MARZO

MALEDETTI VI AMERÒ

1980, di Marco Tullio Giordana, con Flavio Bucci

vincitore del Pardo d’Oro al Festival di Locarno e presentato nella sezione Un Certain Regard del 33 Festival di Cannes; Riccardo, protagonista att ivo del Sessantotto, torna in Italia dopo cinque anni in Venezuela. Ma è spaesato, di fronte ai cambiamenti del Paese. In particolare è confuso dai vecchi amici e dai compagni di militanza.

IL RAGAZZO DEL PONY EXPRESS

1986, di Franco Amurri, con Jerry Calà, Alessandro Benvenuti, Isabella Ferrari

molto prima di Foodora e Deliveroo, c’era il pony express; il protagonista del fi lm è Agostino, un giovane disoccupato nonostante la laurea con lode. Una ex compagna di università, gli suggerisce di provare con l’agenzia di Pony Express. Ago deve trovare un mezzo a due ruote ed il denaro necessario arriverà in modo rocambolesco.

BIANCA

1984, di Nanni Morett i,con N. Morett i, Laura Morante

nella storia s’intrecciano drammi psicologici, sentimentalismo e commedia. Film di culto, vede protagonista il giovane professore di matematica Michele Apicella.

L’uomo vive solo ed è pieno di manie e di fobie; nell’immaginario collett ivo, rimane scolpita la sequenza di Apicella, nudo, di fronte ad un enorme baratt olo di Nutella.

Read 1258 times Last modified on Tuesday, 28 February 2017 15:24

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV