Digitale terrestre

Tuesday, 04 July 2017 09:14

Rai Movie ricorda Paolo Villaggio con alcuni film di Fantozzi e non solo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Non solo i canali Mediaset ricordano Paolo Villaggio ma anche la Rai con il canale tematico Rai Movie propone oggi 4 luglio alcuni film della saga Fantozzi, celebre personaggio creato dalla comicità dell'attore genovese, oltre ad altri film e interviste rare con l'attore genovese.

Si parte nel primo pomeriggio, alle 14:00, con la maratona dedicata a Paolo Villaggio con il film Signore e signori, buonanotte (1976), pellicola collettivo sul mondo della televisione in cui Villaggio ricopre due ruoli in altrettanti episodi: il professor Schmidt, che per ovviare alla sovrappopolazione suggerisce di mangiare i bambini poveri, e il conduttore del Disgraziometro, un feroce telequiz in cui vince chi è afflitto dalla maggior quantità di disgrazie.

Alle 16.00 sempre su Rai Movie va in onda Pappa e ciccia (1983) di Neri Parenti, commedia in due episodi. Villaggio è protagonista assoluto del secondo, tratto da un capitolo del libro "Fantozzi contro tutti" non utilizzato nell'omonimo film, ma compare anche in un bizzarro cammeo (ha il ruolo di una infermiera tedesca) nel primo segmento, interpretato da Lino Banfi. Nella prima parte vediamo Lino Banfi nei panni di Carmelo, un meridionale emigrato in Svizzera in cerca di fortuna. Purtroppo ottiene solo un modesto lavoro di imbianchino, ma per i parenti e gli amici rimasti al paese, inventa una vita lussuosa spacciandosi, nelle lettere che invia loro, per un miliardario esperto di borsa. Ma, un brutto giorno, arriva dalla Puglia una sua bella nipote. Allora, per nascondere la verità, è necessario ricorrere ad una serie di stratagemmi da farsa alla Feydeau. Alla fine, però, il povero Carmelo, grazie alla sua passione per la borsa, diventa miliardario per davvero. Nella seconda parte del film, Paolo Villaggio indossa ancora una volta i panni del povero impiegato alla Fracchia-Fantozzi e, maldestro come sempre, vive catastrofiche disavventure prima su un traballante aereo e dopo in un villaggio-vacanze del Kenia. In questo villaggio, organizzato come un lager, gliene capitano di tutti i colori: si tuffa in acqua di pochi centimetri, beve orrende misture, prende a calci pattini che pesano quintali, la sua lingua diventa enorme, i capelli gli si drizzano sulla testa... insomma, le sciagure sembrano non dover finire mai.  

Alle 17:50 sul canale del digitale terrestre in chiaro della Rai con Fantozzi contro tutti (1980), l'unico titolo della saga del ragioniere più celebre d'Italia di cui Villaggio abbia anche firmato la regia. A Seguire alle 19.30 con Fantozzi subisce ancora (1983) di Neri Parenti. 

Nel primo film assistiamo ancora una volta alle disavventure del ragionier Ugo Fantozzi, un perdente nato. Per lui i problemi dell'ufficio e del vivere quotidiano sono tragedie immani. Come solcare il traffico cittadino, trovare un parcheggio, trattare con i colleghi, soddisfare i capi, partecipare alle manifestazioni organizzate dal sindacato. Terzo episodio delle catastrofiche avventure del ragionier Fantozzi. Alle umiliazioni lavorative, che culminano in una disastrosa gara ciclistica aziendale, si sommano le tristi vicende personali. Tra nottate passate davanti al televisore alla ricerca di qualche film erotico e l'infatuazione della moglie Pina per un rozzo panettiere, l'esistenza del povero Fantozzi è una vera odissea di disavventure e disgrazie...  

In Fantozzi subisce ancora continua il calvario del ragionier Ugo Fantozzi, impiegato di concetto (frustrato e brutalizzato) in una multinazionale. Dopo una faticosa giornata d'ufficio, alle prese con i soliti problemi e schiavizzato, come al solito, dai colleghi, il povero ragionier Fantozzi deve subire anche una catastrofica riunione di condominio. Parte quindi per una gita con la famiglia a bordo di un incredibile camper. Al ritorno scopre che la sua bruttissima figlia, sedotta e abbandonata, è incinta. 

Inoltre questa sera, in terza serata, il canale propone un'intervista rilasciata a Federico Pontiggia su Fantozzi. Villaggio parla del suo personaggio più celebre e della sua nostalgia per Ugo Tognazzi e Fabrizio De Andrè. A seguire  Amore cieco (1985), romantico episodio della serie televisiva "Sogni e bisogni" scritta e diretta da Sergio Citti e in cui Villaggio ha il ruolo di Orazio, un ometto grigio che si innamora perdutamente di una vicina giovane e bella (Lara Nakszyński) che è cieca e vive intrecciando cestini di vimini. In chiusura, una puntata monografica di MovieXtra che ripropone filmati irresistibili: il servizio dedicato a Villaggio da "Odeon", quasi un autoritratto in cui l'attore torna a visitare gli uffici dell'IRI ricordando i suoi sette anni di lavoro impiegatizio; un  frammento di "Speciale per voi" in cui Villaggio si burla in modo affettuoso della canzone popolare italiana; testimonianze di personaggi come Alda Merini, Renzo Arbore, Maurizio Costanzo e lo stesso Villaggio - che scherza fra l'altro sulla sua personale ossessione per la morte.

Infine sarà mandato in onda nella notte un estratto del celebre originale TV "Giandomenico Fracchia: sogni proibiti di uno di noi" che si conclude con un omaggio al film "Il laureato".

Read 966 times Last modified on Tuesday, 04 July 2017 09:24

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV