Digitale terrestre

Sunday, 29 May 2016 21:57

Le prime TV di giugno su Premium Cinema: Mad Max fury Road, Ex Machina, L'evocazione - The Conjuring Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L’ appuntamento con i grandi film in prima TV su Premium Cinema è come sempre ogni giovedì del mese alle ore 21.15 (e il venerdì su Premium Cinema +24): ecco tutti i film in programmazione a giugno sul canale di Mediaset Premium.

GIO  2 giugno, EX MACHINA di Alex Garland con Domhnall Gleeson, Oscar Isaac, Alicia Vikander, Sonoya Mizuno, Chelsea Li.

Vincitore del premio Oscar 2016 per i migliori effetti speciali, Ex Machina è un film scritto e diretto da Alex Garland, al suo debutto da regista. I protagonisti della vicenda sono tre: Nathan (Oscar Isaac), l'amministratore delegato della BlueBook, Caleb (Domhnall Gleeson), un giovane programmatore e Ava (Alicia Vikander), una macchina umanoide dotata di intelligenza artificiale. La scelta dei loro nomi non è casuale, ci sono dei chiari riferimenti biblici: Nathan era un profeta della Corte di David, Caleb era un uomo che fu mandato da Mosè a perlustrare la terra promessa e Ava è una forma del nome di Eva, la compagna di Adamo. Inoltre Nathan aveva costruito una versione precedente di umanoide e l’aveva chiamata Lily, in analogia con il folclore ebraico che racconta di Lilith, la prima moglie di Adamo. Lilith, come l’umanoide, rifiuta la sottomissione, così viene sostituita da una figura più adatta, Eva. Ma tutto il film è un tripudio di riferimenti; all'inizio del film, Caleb ascolta la canzone Enola Gay degli Orchestral Manoeuvres in the Dark, che era il nome dell’ aeroplano utilizzato per rilasciare una bomba atomica su Hiroshima alla fine della seconda guerra mondiale; durante il primo incontro tra Caleb e Ava la colonna sonora cita il film Incontri ravvicinati del terzo tipo di Steven Spielberg; la trama del film è estremamente simile alla puntata di Star Trek: Requiem per Matusalemme del 1969; vi sono diversi elementi visivi associabili a Stanley Kubrick e in particolare ai film 2001: Odissea nello spazio e Shining.

A seguire, per Cinema Files, intervista a Francesco Nori, ricercatore del dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che ci introdurrà nel mondo della robotica e delle sue ultime scoperte alla ricerca del confine tra scienza e fantascienza.

 

GIO  9 giugno, MAD MAX: FURY ROAD (recensione) di George Miller con Tom Hardy, Charlize Theron, Rosie Huntington-Whiteley, Zoë Kravitz, Nicholas Hoult.

Nominato a ben 10 premi Oscar, Mad Max: Fury road ne ha vinti 6 (miglior montaggio, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro, miglior scenografia, migliori costumi, miglior trucco e acconciatura) diventando il film più premiato del 2016. Diretto, co-sceneggiato e co-prodotto da George Miller, a trent'anni dall'ultimo film, il quarto capitolo non è un remake o reboot, bensì una rivisitazione della saga. Il regista, attraverso la spettacolare scenografia, ha voluto richiamare quella dei vecchi film della saga, ma mostrando i cambiamenti tecnologici e culturali avvenuti negli anni. Lo storyboard, di circa 3500 vignette, è stato reso reale grazie soprattutto ai paesaggi della Namibia, ma anche dell’Australia e del Sudafrica. Gli attori principali tra cui spiccano Tom Hardy, CharlizeTheron e Nicholas Hoult, ma anche gli oltre 150 stuntman, tra cui vi sono artisti del Cirque du Soleil ed atleti olimpionici, hanno interpretato realmente quasi tutte le scene. Addirittura il musicista australiano Sean Hape suonava una chitarra realizzata interamente di vecchie padelle che sparava fiamme vere e pare pesasse qualcosa come 60 chili. Tutto questo ha permesso alla pellicola di entrare nei 10 migliori film dell’anno secondo l'American Film Institute e ha riscosso un enorme successo tra il pubblico, non solo a livello di incassi ma anche come gradimento.

 

GIO 16 giugno, EVEREST di Baltasar Kormákur con Josh Brolin, Jason Clarke, John Hawkes, Robin Wright, Emily Watson,Keira Knightley, Sam Worthington, Jake Gyllenhaal, Clive Standen, Vanessa Kirby.  

Il monte Everest, situato nella catena dell'Himalaya, è stato identificato nel 1820 come il punto più alto del mondo sopra il livello del mare, infatti la sua cima tocca gli 8.848 metri di altitudine. Dal secolo scorso la voglia di raggiungere la vetta ha affascinato gli scalatori di tutto il mondo che hanno tentato l’impresa, non sempre riuscendoci. Per ricordare tutti quelli che hanno raggiunto la vetta, ma anche tutti quelli che hanno perso la vita inseguendo il proprio sogno, il saggio Aria sottile di Jon Krakauer, da cui è stato tratto il film Everest di Baltasar Kormákur, racconta la spedizione di esattamente vent’anni fa, quella del 1996. Nella pellicola, come nella realtà, risplende tutta la forza invincibile della montagna, quella natura così forte che può essere dominata solo con l’intelletto e non con la passione, e quest’ultima se prevale può portare a conseguenze disastrose. Con un budget di 65 milioni di dollari, e un cast composto da Jason Clarke, Jake Gyllenhaal, Josh Brolin, John Hawkes, la pellicola ha aperto la 72ª edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia ed è stata candidata agli Screen Actors Guild Awards e ai Satellite Awards.

A seguire,  per Cinema Files,  intervista a Simone Moro, primo e unico alpinista nella storia ad aver scalato nella stagione invernale quattro cime da ottomila.

 

GIO 23 giugno, IL RAGAZZO DELLA PORTA ACCANTO di Rob Cohen con Jennifer Lopez, Ryan Guzman, Ian Nelson, John Corbett, Kristin Chenoweth.

Claire Peterson (Jennifer Lopez), una bellissima professoressa, ha lasciato il marito Garrett  (John Corbett) che la tradiva. La disperazione della donna sembra alleviata quando nella casa accanto arriva Noah Sandborn (Ryan Guzman), un ragazzo aitante e muscoloso. Il diciannovenne, rimasto orfano, viene accolto nella dimora da un vecchio prozio per occuparsi di lui. Noah istaura subito un ottimo rapporto sia con Claire che con suo figlio Kevin (Ian Nelson), riuscendo addirittura una notte a sedurre la donna. Ma dopo quella nottata di passione tutto cambia, il ragazzo diventa ossessivo e violento, un vero e proprio stalker. Il regista Rob Cohen fa salire sempre più la tensione con un thriller psicologico e introspettivo, sconvolgendo lo spettatore per quanto possa diventare estrema e disperata l’ossessione d’amore.

 

GIOV 30 giugno,  UN DISASTRO DI RAGAZZA (recensione) di Judd Apatow con Amy Schumer, Bill Hader, Brie Larson, Colin Quinn, John Cena, Tilda Swinton.

Dopo 40 anni vergine e Molto incinta, Judd Apatow dirige Un disastro di ragazza, film scritto dall’attrice protagonista Amy Schumer. 

Amy Townsend (Amy Schumer) sin da piccola è sempre stata educata dal padre Gordon (Colin Quinn) a credere che la monogamia sia innaturale e sbagliata. Così da adulta diventa una party girl che non si vuole legare a nessuno, ma solo avere dei rapporti occasionali. Un giorno però, per lavoro, incontra il dottor Aaron Conners (Bill Hader), un chirurgo che opera le grandi star del basket. Riuscirà ad avere una sola relazione e ad accettare i propri sentimenti?

Una commedia esilarante e totalmente sorprendente in cui non mancano personaggi famosi: John Cena è un inaspettato romantico potenziale fidanzato, LeBron James e Amar'e Stoudemire interpretano se stessi, star del basket ma con grande ironia! Il film è stato candidato a diversi MTV Movie Awards e la protagonista Amy Schumer ha vinto gli Hollywood Film Awards come miglior attrice in un film commedia. 

 

Inoltre, sempre per il mese di giugno, Mediaset Premium propone altre prime tv in altri giorni della settimana. Ecco qui di seguito gli altri titoli in prima visione:

MAR 21 giugno,  giorno della Festa della Musica, STRAIGHT OUTTA COMPTON di F. Gary Gray. Con O'Shea Jackson Jr, Corey Hawkins, Jason Mitchell, Neil Brown Jr, Aldis Hodge, Paul Giamatti.

Straight Outta Compton è un film biografico, diretto da Felix Gary Gray, che racconta l'ascesa e le vicende del gruppo N.W.A. acronimo di Niggaz Wit' Attitudes. A Compton, una città della Contea di Los Angeles, si incontrano lo spacciatore Eric, detto Eazy-E (Jason Mitchell), il dj Andre, detto Dr. Dre (Corey Hawkins) e il rimatore O'Shea, detto Ice Cube (O'Shea Jackson Jr.). Tra il 

degrado e la sofferenza in cui sono cresciuti, tra droghe, delinquenza e abusi, i tre formano un gruppo rap. Tra i singoli più famosi spicca sicuramente Straight Outta Compton e Fuck tha Police che costò al gruppo un avviso ufficiale da parte dell'FBI. Il gruppo ha attirato molto l’attenzione sui problemi dei ghetti, vincendo due volte il disco di platino, e il film è stato candidato agli Oscar 2016 per la miglior sceneggiatura originale. La rivista Rolling Stone li ha inseriti  nella classifica dei 100 artisti musicali più importanti di sempre. Purtroppo non tutti i membri del gruppo sono ancora vivi; il film è stato realizzato anche in memoria di Eazy-E, deceduto nel 1995 a causa dell’ HIV. Dr. Dre, dopo la riappacificazione con Eazy-E a una settimana dalla morte, gli ha dedicato queste parole in una sua canzone: "Eazy sono ancora con te, fanculo la faida, amico, mi manchi, giusto per essere sinceri". Una storia di eccessi, litigi, ma soprattutto di amicizia, un’amicizia che resterà per sempre nel cuore dei protagonisti.

 

MER 22 giugno, il giorno precedente all’uscita nelle sale cinematografiche italiane di L’EVOCAZIONE 2, alle 21.15 L’EVOCAZIONE - THE CONJURING 

L'evocazione - The Conjuring è ispirato a eventi realmente accaduti, The Conjuring racconta la storia degli investigatori Ed e Lorraine Warren, chiamati ad aiutare una famiglia per liberare la loro casa da una presenza maligna. Il demone contro cui si troveranno a combattere terrorizza gli stessi Warren, che dovranno affrontare il caso più inquietante della loro vita. 

Read 1777 times Last modified on Monday, 30 May 2016 14:07

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV