Digitale terrestre

Tuesday, 23 January 2018 19:53

Giornata della memoria 2018: programmazione a tema sui canali Mediaset di Rete 4, Canale 5, Iris e Premium Cinema Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In occasione della Giornata della Memoria 2018, I canali tematici di Mediaset, sul digitale terrestre in chiaro e a pagamento, organizza una staffetta tematica su Canale 5, Retequattro, Iris e Premium Cinema Emotion con una serie di film e non solo per ricordare le vittime dell’Olocausto.

Da 24 al 29 gennaio, la programmazione delle reti Mediaset per la Shoah propone contenuti dedicati, film, miniserie e documentari. L’omaggio all’International Holocaust Remembrance Day apre mercoledì 24 alle ore 16.30 su Rete4 con la miniserie Il giovane Hitler con Robert Carlyle, Liev Schreiber, Matthew Modine e Peter O’Toole.

Sempre sul medesimo canale andrà in onda, il 24 gennaio in seconda serata, la pluriprimatista opera di Roman Polański, Il pianista con Adrien Brody. L'Olocausto attraverso gli occhi del pianista Wladyslaw Szpilman, già dipinto nell'omonimo romanzo autobiografico. Nella tranquilla saletta di registrazione della radio dove lavora, Szpilman (Adrien Brody) sta eseguendo il Notturno in Do diesis minore di Chopin, quando una serie di violente esplosioni distruggono la facciata del palazzo, annunciando l'inizio della seconda guerra mondiale e l'invasione della Polonia. Nei giorni successivi Varsavia viene occupata e sulla famiglia Szpilman, come sul resto della comunità ebraica, si abbatte il flagello nazista. La fame e la miseria in cui versano, le angherie e le umiliazioni subite non piegano lo spirito di Wladyslaw e dei suoi cari che, seppure esiliati nel ghetto di Varsavia, lottano per restare uniti. Persino sui vagoni spogli diretti ai campi di sterminio. Solo il pianista viene separato dal nucleo e comincia a vagare solo per la città, elemosinando cibo e rifugio. Finché un ufficiale tedesco (Thomas Kretschmann), colpito dallo straordinario talento musicale del giovane, non decide di proteggerlo e nasconderlo fino alla liberazione della città.

 

il 25 gennaio Rete 4 propone, in seconda serata, il documento-verità No Asylum: senza via di scampo - La vera storia di Anna Frank. Infine il medesimo canale in chiaro di Mediaset propone lunedì 29, in prime-time, il capolavoro di Steven Spielberg Schindler’s List con Liam Neeson, Ben Kingsley e Ralph Fiennes. Cracovia, 1939. L'industriale tedesco Oskar Schindler, bella presenza e temperamento avventuroso, manovrando i vertici nazisti tenta di rilevare un fabbrica per produrre pignatte e marmitte. Già reclusi nel ghetto di Podgorze, ed impossibilitati a commerciare, alcuni ebrei vengono convinti da Schindler a fornire il denaro per rilevare l'edificio: li ripagherà impiegandoli nella fabbrica, pagandoli con utensili da scambiare e sottraendoli al campo di lavoro comandato dal sadico criminale tedesco Amon Goeth. Dopo aver ricevuto la breve visita di Emilie, la moglie che subito torna in Moravia vista la vita di libertino impenitente del marito, Schindler, sempre più nelle grazie dell'alto comando nazista e di Goeth, costruisce un campo per i suoi operai, dove le milizie non possono entrare senza la sua autorizzazione. Infine, scatenatosi lo sterminio, decide di attivare, dando fondo a tutte le sue risorse finanziarie, una fabbrica di granate nella natia Brinnlitz. Con l'aiuto dell'inseparabile Itzhak Stern, il contabile ebreo, compila una lista di 1100 persone ebree perché vengano a lui affidate come operai. Mentre gli uomini arrivano a destinazione, le donne vengono per errore tradotte ad Auschwitz, e solo con grande rischio ed impiegando a fondo risorse e conoscenze, Schindler riesce a strapparle alla morte. Per sette mesi la fabbrica produce appositamente granate difettose, finché l'armistizio non trova l'industriale senza denaro. I suoi operai gli donano un anello d'oro con su incisa una frase del Talmud: "Chiunque salva una vita salva il mondo intero".

Sabato 27 gennaio, in seconda serata, Canale 5 riflette sul più grande genocidio della storia moderna attraverso un approfondimento giornalistico del tg di Clemente J. Mimun: lo “Speciale TG5 - Amici per la vita” a cura di Roberto Olla. Per tentare di sopravvivere ad Auschwitz-Birkenau era importante trovare un amico, una persona con cui parlare per continuare a sentirsi vivi, a sentirsi uomini. Come è successo a Sami Modiano e Piero Terracina, diventati amici in segreto (i kapò proibivano qualsiasi legame) e che oggi, dopo 70 anni, raccontano ai ragazzi delle nuove generazioni quanto è importante il valore dell’amicizia.

Sempre il 27 gennaio, a partire dalle 20.20 Iris commemora la Giornata della Memoria con il documentario Finché avrò voce che racconta la storia del deportato e superstite ai lager nazisti Alberto Sed. A seguire due film d’autore a tema: Il bambino nella valigia di Philipp Kadelbach e Appartamento ad Atene di Ruggero Dipaola. Conclude la serata il docu-film di Walter Veltroni Tutto davanti a questi occhi, lucida e toccante intervista a Samuele Modiano.

Premium Cinema Emotion, sul digitale terrestre pay di Mediaset Premium, chiude la staffetta del 27 gennaio con le pellicole Colette - Un amore più forte di tutto e Il servo ungherese, in onda in prima e seconda serata.

Read 1827 times Last modified on Tuesday, 23 January 2018 20:19

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV