Digitale terrestre

Monday, 16 May 2016 11:33

Aspettando Mad Max Fury Road: saga Mad Max con Mel Gibson su Premium Cinema 2

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Aspettando l'ultimo capitolo della saga Mad Max, ovvero Mad Max Fury Road, Premium cinema 2 propone a cavallo tra maggio e giugno l'intera saga in prima serata con la messa in onda dei primi tre capitoli sempre diretti da GeorgE Miller e con protagonista un giovane Mel Gibosn: ecco gli appuntamenti sul canale tematico di Mediaset Premium. 

La saga del più famoso eroe postapocalittico di ogni tempo inizierà Domenica 22 maggio con Interceptor alle ore 21:00 e proseguirà per le successive domenica con gli altri episodi: Interceptor - Il guerriero della strada (29 maggio) e Mad Max oltre la sfera del tuono (5 giugno).

Il primo capitolo della trilogia, Interceptor, fu il trampolino di lancio per un giovanissimo Mel Gibson, nei panni del protagonista "Mad" Max Rockatansky. Duelli e inseguimenti su rombanti e sfreccianti motociclette prendono vita nella cornice di un paesaggio australiano fatto di strade asfaltate infinite e terreni aridi da togliere il fiato. Il successo non era certo prevedibile, dato che il film fu girato con un budget di soli 300.000$, vinto dal regista Miller ad un concorso per cineasti dilettanti. A dispetto di queste premesse, il successo fu smodato e internazionale, tanto che Miller si aggiudicò il Guinness dei Primati per il film a basso costo con i migliori incassi, rimanendo imbattuto per venti anni.

Cavalcando l’onda di questo grande successo, nel 1981, uscì il sequel del primo film, Interceptor: Il Guerriero della Strada. Al centro della scena c’è ancora l’emergente divo Mel Gibson, che conquista nuovamente il favore della critica con pochissime battute (solo sedici!). A compensare il silenzio del guerriero, c’è la sua spalla, il pazzoide con l’elicottero Bruce Spence, noto per le sue battute comiche e per aver preso parte ad alcuni dei più famosi film fantasy: Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re, Le cronache di Narnia - Il viaggio del veliero, Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith. Terre di nessuno, paesaggi sconfinati e senso di abbandono, completano uno scenario che è entrato a far parte dell’immaginario collettivo.

Il terzo capitolo della saga, Mad Max: Oltre la Sfera del Tuono, continua con grandi sorprese. Dopo la terribile distruzione del film precedente infatti, Mad Max (sempre interpretato da Mel Gibson), si troverà di nuovo a dover combattere, ma questa volta senza la sua fedele V8 Interceptor; il suo speciale veicolo infatti, costruito sulla base di una Ford Falcon XB GT Coupè, è andato distrutto. Al suo fianco entra in scena Tina Turner, che aggiunge valore alla pellicola con la memorabile canzone “We don’t need another hero” inclusa nella colonna sonora. 

INTERCEPTOR 

In un futuro non troppo lontano, il mondo è ridotto ad un cumulo di macerie e le strade sono dominio di una banda di motociclisti criminali che detta legge. Terrorizzando civili inermi e distruggendo tutto, questa spietata banda si diverte a farsi beffe delle forze di polizia chiamate a contrastarla. Hanno, tuttavia, sottovalutato un agente: Max Rockatansky (Mel Gibson). E quando faranno del male al miglior amico di Max e alla sua famiglia, scateneranno in lui una frenesia folle che lascerà spazio ad un solo sentimento in grado di dargli la forza per andare avanti: la vendetta!

INTERCEPTOR – IL GUERRIERO DELLA STRADA 

Mel Gibson torna nei panni di Max, eroe solitario che percorre le strade dell’entroterra australiano, nell’eterna ricerca di benzina. Schierati contro di lui ci sono dei bizzarri guerrieri guidati dagli Humungus.

MAD MAX – OLTRE LA SFERA DEL TUONO 

Nel terzo capitolo della saga cult, Max diventa la guida di una tribù di bambini perduti. Ad affiancarlo, Tina Turner nel ruolo di Aunty Entity, una sovrana assetata di potere e decisa ad usare Max per soffocare nella sua morsa Bartertown. Lo scontro, a colpi di mazze ferrate e motoseghe, tra Max ed il gladiatore Blaster rappresenta una delle migliori scene di combattimento mai realizzate. Come recita la canzone della colonna sonora, “We Don’t Need Another Hero”.

Read 1491 times Last modified on Monday, 16 May 2016 12:27

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV