Cinema

Monday, 21 September 2015 14:47

Sicario Recensione: la guerra misteriosa al narcotraffico di Villeneuve con Blunt, Brolin e Del Toro Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Arriva al cinema il nuovo film di Denis Villeneuve, Sicario con uno strepitoso cast formato da Emily Blunt, Josh Brolin e Benicio Del Toro: cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone la recensione di un film da non perdere.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

Dopo l'ottima pellicola di Prisoners con Hugh Jackman e il buon Enemy con Jake Gyllenhaaal, il regista alza ancora l'asticella del mistero con una pellicola molto difficile e dall'argomento spinoso: la guerra al narcotraffico tra Messico e Stati Uniti. Il cinema e la TV (breaking bad docet) spesso hanno preso spunto da tale faida per raccontare un limbo di terra dove la legge non esiste, e molto probabilmente non esisterà mai. Per tale ragione qualunque cineasta/regista si cimenti in una nuova impresa a tema è subito soggetta ad un'attenzione particolare, in quanto culturalmente, socialmente e anche da un punto di vista mediatico sono vicende molto sentite e sensibili. 

Denis Villeneuve, forte di una sceneggiatura solida e ben scritta da Taylor Sheridan, supera a pieno e con grande personalità il difficile esame che avrebbe potuto mettere "in croce" anche registi di fama ben più nota della sua. Come già visto nei film recedenti, la visione del mondo del regista è molto pessimista e cinica, ciò viene riconfermato anche in Sicario dove non esiste uno spiraglio per i buoni sentimenti e l'onestà. Anche personaggi dalla morale forte, devono arrendersi ad una situazione infernale come quella della guerra alla droga del narcotraffico Messico/Stati Uniti e il compromesso è sempre dietro "l'angolo". Non ci sono buoni o cattivi, c'è solo una spietata malvagità al servizio del denaro e la pellicola con eleganza e forza la denuncia senza fare sconti.

La forza del soggetto e della sceneggiatura vengono elevati da una regia perfetta, mai in una sequenza fuori luogo, niente è lasciato al caso. Per due ore il ritmo è incalzante e sempre tagliente come una lama di un rasoio, anche quando non sta accadendo niente di particolarmente eclatante. Ed è proprio qui nella routine, nella quotidianità che la pellicola inchioda ancor di più lo spettatore, perchè un mistero e una minaccia continuano ad aleggiare in ogni scena, senza sosta, senza salvezza.

Dulcis in fundo c'è da sottolineare la performance attoriale del cast principale in un assoluto stato di grazia. Emily Blunt, Josh brolin e Benicio Del Toro, presenti al Festival di Cannes 2015 dove la pellicola è stata presentata, sono gli attori giusti, nel posto giusto al momento giusto, diretti magnificamente da Denis Villeneuve. Per tutti e tre una prestazione da incorniciare per intensità, drammaticità e trasporto emotivo. 

Il regista, mediante la perfetta metafora del tunnel sotterraneo che collega Messico e Stati Uniti, denuncia che nella guerra al narcotraffico nessuno è immune da colpe e nessuno si salverà. Da non perdere.

 

Read 1996 times Last modified on Monday, 21 December 2015 20:00

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema