Cinema

Wednesday, 10 June 2020 18:53

Rubrica "Cine-Book": Io non ho paura, dal romanzo di Ammaniti al film di Salvatores Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Per la rubrica "Cine-book" abbiamo parlato di Io non ho paura, dal romanzo di Niccolò Ammanniti al film di Gabriele Salvatores: ecco qui di seguito il podcast sull'adattamento e i temi presenti nelle due opere.

 

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

 

Io non ho paura è un film del 2003, diretto da Gabriele Salvatores, tratto dal libro di Niccolò Ammaniti. Siano nell'estate del 1978, il piccolo Michele (Giuseppe Cristiano) ha 10 anni, vive ad Acqua Travese, nell'Italia del Sud, dove frequenta la quinta elementare. Michele e la sorella più piccola, Maria (Giulia Matturro), giocano con gli amici del paese, mentre a casa li aspettano la mamma Anna (Aitana Sànchez-Gijòn) e il papà Pino (Dino Abbrescia) che lavora come autotrasportatore. Vanno in mezzo alle campagne e si rincorrono fino ad una casa abbandonata, decidono di far fare penitenza all'ultimo arrivato. È la volta di Michele, arrivato ultimo per aiutare la sorella. Grazie ad una votazione viene deciso che la penitenza la farà Barbara, una loro amica: abbassarsi le mutandine davanti a tutti. Michele salva la ragazza e fa lui la penitenza, salendo sui muri della casa abbandonata. Arrivata sera tornano tutti a casa, ma Michele si rende conto di aver scordato gli occhiali della sorella nella casa abbandonata e torna indietro. Trova una lastra di lamiera e curioso la solleva, vede una fossa e in fondo un piede che esce da una coperta. All'inizio si spaventa poi torna lì nei giorni successivi e scopre che c'è un bambino, biondo e magrolino, cieco a causa del buio e incatenato. Inizia così ad andare ogni giorno, portando cibo e speranza al bambino. Una sera sente alla televisione che un bimbo di nome Filippo è stato rapito a Milano e capisce che si tratta del bambino che ha trovato nella fossa. Nel frattempo a casa sua arriva Sergio (Diego Abatantuono), amico di suo padre. Michele ascolta le conversazioni tra Sergio e altri uomini e capisce che loro sono i rapitori di Filippo (Mattia Di Pierro) e che tra le persone responsabili c'è anche suo padre. Questo per avere un riscatto dalla famiglia del prigioniero. Ben presto Pino verrà a sapere degli incontri di Michele e Filippo e gli proibisce di vederlo ancora. Le indagini si fanno più intense e i Carabinieri arrivano anche nel loro paese, così la banda prende una decisione drastica, non considerando le terribili conseguenze... 

Read 674 times Last modified on Wednesday, 10 June 2020 19:05

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema