Cinema

Monday, 16 November 2015 15:47

Roma Fiction Fest 2015: intervista esclusiva di Cinetvlandia al regista di Animeland, Francesco Chiatante

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E' stato presentato la settimana scorsa al Roma Fiction Fest 2015, il bellissimo documentario Animeland – Racconti tra manga, anime e cosplay, opera prima diretta da Francesco Chiatante (nelle prossime ore la recensione): Cinetvlandia ha realizzato un'intervista al regista e ve la propone qui di seguito.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter

Com'è nata l'idea di realizzare un documentario del genere?

Da uno storico folle amore per manga, anime e cosplay (di cui sono sempre stato un vero cultore!), dalla grande passione per le interviste confidenziali (e qui ne abbiamo tante) e dalla voglia di raccontare questi mondi di fantasia come nessuno in Italia avesse mai fatto! E poi, forse, era arrivato il momento di tirare le 'somme' degli ultimi quasi quarant'anni con una serie di personalità di rilievo!

Quanto tempo ci è voluto per realizzarlo?

Anni! Sinceramente, avendo fantasticato un prodotto così per una vita ed avendolo realizzato durante la lavorazione di tanti altri lavori (backstage di film d'autore e serie TV, in primis), ho davvero perso il conto del tempo impiegato; ma c'è chi ha calcolato almeno tre anni di lavoro!

Qual'è la tua idea del Lucca Comics?

Trovo che sia un evento incredibile che consiglierei a chiunque, anche solo ai curiosi, almeno una volta nella vita. Un'intera cittadina invasa da padiglioni, stand, conferenze, disegnatori, eventi, mostre, concerti, incontri, manifestazioni e cosplay in ogni angolo tra le sue mura e poi ce n'è davvero per tutti i gusti (non solo fumetti e cartoni animati ma anche giochi di ruolo, videogames, cinema, saghe fantasy, ecc.)! E' un evento enorme! L'ultima volta per girarla tutta ci ho messo oltre due giorni!

Come ti spieghi che l'Italia è stata così stupidamente cieca nei confronti dell'anime?

L'unica vera spiegazione è che all'epoca dell'invasione (fine anni '70), gli anime giapponesi non furono guardati con la dovuta attenzione (cosa ch'è quasi sempre accaduta da parte degli adulti coi prodotti per ragazzi) nonostante in certe serie ci fosse un alto valore artistico e delle grandi lezioni di vita, cosa talmente evidente che se ne sarebbe accorto chiunque.

Avresti voluto coinvolgere altri personaggi celebri del cinema nel documentario?

Sinceramente no, avevo pensato proprio a quei personaggi del mondo del cinema e sono felicissimo di essere riuscito ad averli tutti!

Quanto è stato difficile tenere a "bada" l'entusiasmo per l'anime e i manga?

Molto, ma essendo un autore di prodotti audiovisivi la mia priorità era realizzare un film che mi convincesse e rispettasse non solo i personaggi/narratori presenti ma anche i personaggi di fantasia e le loro storie.

Il film arriverà nei cinema? Quando?

Stiamo valutando il miglior metodo distributivo per questo tipo di film. Appena sapremo: saprete!

Cosa hai pensato la prima volta che l'hai visto a montaggio finito?

Che avevamo realizzato qualcosa di particolarissimo, fuori dal comune, che rispettava tutte le 'regole' che mi ero dato; quasi un "oggetto alieno" paradossalmente più simile ad una chiacchierata tra amici o ai vecchi racconti di una nonna che ad un documentario vero e proprio.

Quali sono stati i commenti delle persone attorno a te a riguardo?

Erano stupiti della mostruosa ricerca alla base e di come fosse stato possibile montare il film come un unico 'racconto' a più voci.

Qual'è l'anime e il manga in cui trovi maggiore identificazione/conforto?

Ultimamente guardo a ripetizione le opere di Hayao Miyazaki e i suoi lavori mi hanno dato e continuano a darmi sempre tanto!

Reputiamo che il documentario, da circa 10 anni a questa parte, sta avendo e riscoprendo una nuova vita e pubblico e Animeland ne è la riprova. Cosa ne pensi riguardo tale specifico e particolare genere cinematografico?

Il documentario è di certo un genere, narrativamente parlando, sempre più convincente e attualissimo, e in questi anni più che mai, basti pensare al caso di "Sacro G.R.A." Leone d'Oro come Miglior Film a Venezia due anni fa, in Concorso al fianco di film "di finzione". Anche per questo sono fiero di lavorare su questo genere!

 

Il documentario è un vero proprio viaggio tra cartoni animati giapponesi e non, manga, anime e cosplay, attraverso ricordi, aneddoti e sogni di personaggi degli ambiti più disparati il cui immaginario e la cui vita sono stati influenzati da fumetti e cartoni animati. Da Heidi a Goldrake, da Jeeg Robot a Dragonball e Naruto, passando per Holly e Benji, L’incantevole Creamy e Ken il guerriero, dalla fine degli anni Settanta è iniziata in Italia una vera e propria invasione “animata” giapponese. Animeland, più che un film è un “documento” che intende ricostruire e ripercorrere tutto quello che erano e sono poi diventati manga, anime e cosplay in Italia, segnando l’intero immaginario ‘pop’ delle generazioni degli ultimi quarant’anni con robot, maghette e orfanelli!

Numerosi gli intervistati nel film, dall’animatrice e mangaka Yoshiko Watanabe, già assistente di Osamu Tezuka, allo stilista Simone Legno alias Tokidoki, da cantanti come Caparezza, che nelle canzoni spesso introduce citazioni tratte da manga giapponesi, ad attori come Paola Cortellesi – che canta la sigla di un cartone animato della propria infanzia – e Valerio Mastandrea. Ma anche i racconti di Giorgio Maria Daviddi del Trio Medusa e una esclusiva intervista al misterioso cosplay Goldy. Registi italiani quali Maurizio Nichetti e Fausto Brizzi e registi stranieri come Shinya Tsukamoto e il Premio Oscar Michel Gondry, ma anche Masami Suda, animatore di cartoni animati quali Ken il guerriero, Kiss Me Licia e Yoichi Takahashi, autore di Holly e Benji. Tra i nomi italiani spiccano quelli dei giornalisti Luca Raffaelli, filo conduttore del racconto e di Vincenzo Mollica, ma c’è spazio anche per un sociologo, Marco Pellitteri, per un saggista come Fabio Bartoli e per la squadra dei Kappaboys, che per primi importarono i manga giapponesi in Italia. 

Read 1619 times Last modified on Monday, 16 November 2015 16:06

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Black Widow, spin-off su Vedova nera con Scarlett Johansson: nuovo trailer in italiano e featurette sul personaggio Marvel
  • I Miserabili, opera prima di Ladj Ly prossimamente al cinema: trama e trailer in italiano
  • Oniros Film Awards 2019: fotogallery con i vincitori di dicembre
  • Fellini degli spiriti, documentario di Anselma Dell'Olio: trama e prime immagini

La Fase 4 del Marvel Cinematic Universe inizierà nel 2020 al cinema con il cinecomics Black Widow, spin-off su Vedova nera con Scarlett Johansson: nuovo trailer in italiano e featurette sul personaggio.

Read More

 

 

 

I Miserabili, opera prima diretta da Ladj Ly e candidato all’Oscar come miglior film straniero e vincitore del Premio della Giuria all’ultimo Festival di Cannes, arriverà nei cinema prossimamente: ecco il primo trailer in italiano, la trama e la data d'uscita.

Read More

Oniros Film Awards 2019 ha annunciato i vincitori di dicembre, riconoscimento alle vari maestranze che lavorano nel mondo del cinema, a livello nazionale e internazionale: fotogallery con tutte i premi assegnati nelle varie categorie.

Read More

Arriverà prossimamente al cinema il documentario Fellini degli spiriti, film di Anselma Dell'Olio: trama e prime immagini.

Read More