Cinema

Thursday, 13 February 2020 18:21

Mostra cinemaddosso, i costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood al Museo del cinema di Torino

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In occasione del progetto “Torino Città del Cinema 2020 - Un film lungo un anno”, il Museo Nazionale del Cinema presenta in anteprima assoluta la mostra cinemaddosso i costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood, a cura di Elisabetta Bruscolini.

Qui cinema, arte, moda si fondono per celebrare la straordinaria Sartoria Annamode, eccellenza del Made in Italy dagli anni Cinquanta a oggi nella realizzazione di abiti per grandi produzioni cinematografiche nazionali e internazionali.

Una “mostra volante”, grazie a un allestimento straordinario all’interno del Museo Nazionale del Cinema di Torino, che mette in scena la magia del cinema raccontata da chi, da sempre, “fa” il cinema. 100 costumi per 40 film, un percorso dove ogni abito è esposto come un’opera d’arte e raccontato grazie a diversi contributi: tra brani di film, citazioni e pannelli touch che permettono al pubblico non solo di toccare materie preziose ma anche di giocare e sognare. Un allestimento fortemente immersivo, firmato da Maria Teresa Pizzetti, e interattivo, grazie alle produzioni video realizzate dallo Studio Convertino & Designers e curate da Massimo Mazzanti.

Lungo i 280 metri della rampa della Mole scorrono 70 anni di un'avvincente storia imprenditoriale al femminile, dalla "Dolce Vita" ai giorni nostri, quella delle sorelle Anna e Teresa Allegri che, con i loro costumi e le loro invenzioni, hanno reso celebre in Italia e nel mondo la Sartoria Annamode. È una mostra bella, ricca e prestigiosa, che racconta il rapporto tra abito, attore e personaggio, un viaggio emozionale che permette al visitatore di scoprire e toccare con mano tutti i segreti dell’alta sartoria cinematografica italiana, attraversando epoche e stili, in un susseguirsi di percezioni visive, uditive, tattili e olfattive che ricreano la magia del cinema. Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema.

Questa mostra è il primo grande evento organizzato dal Museo Nazionale del Cinema nell’ambito delle celebrazioni di "Torino Città del Cinema 2020”. Si tratta di una selezione di meravigliosi costumi di una delle più importanti sartorie del mondo esposta nella spettacolare cornice della Mole Antonelliana. Dai costumi settecenteschi del film Marie Antoinette di Sofia Coppola agli abiti della serie The Witcher, la mostra miscela cinema e moda, arte e artigianato, film ed effetti digitali in un allestimento scenograficamente innovativo. Domenico De Gaetano, direttore del Museo Nazionale del Cinema. In un visionario percorso espositivo concepito per stupire e divertire sono messe in scena le “opere” più rappresentative di una grande sartoria italiana, fondata da due donne coraggiose, che da settant'anni a fianco dei costumisti contribuisce a creare la magia del cinema, trasformando gli attori in personaggi. I meravigliosi costumi di scena esposti e i loro dettagli raccontano il talento, la creatività e la sapienza artigianale di un atelier che si è trasformato in impresa mantenendo inalterate la passione e la cura che hanno reso il Made in Italy famoso nel mondo. Elisabetta Bruscolini, curatore della mostra.

In mostra i costumi indossati nei più grandi film: da Guerra e Pace di King Vidor (1956) a Matrimonio all'italiana di Vittorio De Sica (1964), dal Il mestiere delle Armi di Ermanno Olmi (2001) a King Arthur di Guy Ritchie (2017), fino a Marie Antoinette di Sofia Coppola (2006), Robin Hood di Ridley Scott (2010), Anna Karenina di Joe Wright (2012) e dai più grandi attori: dall’abito di seta con cui Sofia Loren abbraccia e bacia Marcello Mastroianni a Vittorio De Sica e la sua alta uniforme, dal mantello bordato di pelliccia di Ingrid Bergman all’abito da sera di Charlotte Rampling, dalla giacca di pelle di Carlo Verdone all’abito principesco di Cristiana Capotondi fino alla sensualità di paillettes di Scarlett Johansson oltre a Vittorio Gassman, Fanny Ardant, Elena Sofia Ricci, Helen Hunt, Maria de Medeiros, Kirsten Dunst, Kristin Scott Thomas. Nell’anno del centenario della nascita, un omaggio al genio di Federico Fellini, in mostra insieme al costumista Piero Tosi, grazie all'eccezionale presentazione dell'intera sfilata di abiti luccicanti dell'episodio Toby Dammit tratto dal film Tre Passi nel Delirio (1967).

La mostra cinemaddosso i costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood, a cura di Elisabetta Bruscolini sarà al Museo del cinema di Torino fino al 15 giugno 2020.

Read 135 times Last modified on Thursday, 13 February 2020 18:33

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • David di Donatello 2020: tutte le nomination, i più selezionati Il primo re, Il traditore e Pinocchio
  • Il talento del Calabrone, opera prima di Giacomo Cimini con Lorenzo Richelmy, Sergio Castellitto, Anna Foglietta: trama e trailer
  • Honey Boy: poster italiano dell'autobiografica di e con Shia LaBeouf
  • I nuovi film della settimana al cinema: Bad boys 3, Il richiamo della foresta, Cattive acque, Cats

Sono state annunciate tutte le nomination dei prossimi David di Donatello 2020: ecco tutti i candidati in ogni categoria. Tra i più nominati Il Traditore di Bellocchio, Pinocchio di Matteo Garrone e Il primo re di Matteo Rovere.

Read More

Arriverà a marzo al cinema Il talento del Calabrone, opera prima diretta da Giacomo Cimini con protagonisti Sergio Castellitto e Anna Foglietta: trama e trailer ufficiale.

Read More

Arriverà a marzo al cinema il film Honey Boy, diretto da Alma Har'el e scritto e interpretato da Shia LaBeouf: poster ufficiale italiano.

Read More

Escono, domani giovedì 20 febbraio, tanti nuovi film in programmazione nei cinema italiani: ecco tutti i titoli in uscita con le relative trame e trailer.

Read More