Cinema

Thursday, 16 July 2015 14:12

Minions recensione: non bastano versi e gag prevedibili a fare un film Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Cinetvlandia ha visto in anteprima il film Minions, spin-off della saga d'animazione Cattivissimo me: ecco la recensione.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

Dopo il successo mondiale dei primi due film d’animazione di Cattivissimo me, era inevitabile fare un film ad hoc sui minions, esserini gialli e demenziali che hanno catturato l'attenzione e l’entusiasmo di grandi e piccini. Visto il risultato finale, però, era da auspicarsi qualcosa di meglio e decisamente più strutturato. La pellicola racconta la genesi degli strampalati esseri gialli da quando il mondo esiste fino ai giorni nostri: si parte dalla preistoria in cui i Minions servono, perché è nella loro natura farlo, i dinosauri fino ad arrivare ai giorni nostri passando per le varie ere dell’umanità (uomo paleolitico, medioevo, Napoleone). Siamo negli anni’70, I Minions sono alla disperata ricerca di un padrone a cui prestare i propri servigi e stupidità. Il viaggio dei tre protagonisti Kevin, Bob e Stuart li porterà ad Orlando alla Convention dei più celebri cattivi della storia (una sorta di Comic-Con di San Diego), qui faranno conoscenza di Scarlett, la super cattiva da tutti idolatrata, la quale proporrà ai tre esserini gialli l’ardua missione di rubare la corona della regina d’Inghilterra al fine di poterli far entrare nelle sue grazie e ritrovare così il giusto Boss da servire. Inizia così per i tre esseri gialli l’avventura tanto aspettata che li porterà a girare per tutta Londra e portare caos e disordine nella composta ed elegante Inghilterra di palazzo, fino a giungere ad un happy end tanto telefonato quanto elementare, dove i veri cattivi vengono sconfitti e si vive felici e contenti.

Nonostante la durata standard di 90 minuti la pellicola Minions non riesce a tenere il ritmo di un lungometraggio. Se si escluse il prologo sulla genesi del popolo degli esserini gialli, il film prosegue su una linea monotona che non spicca per originalità e divertimento. A lungo andare la lingua dei Minions risulta stucchevole e noiosa, semplicemente per il fatto che non si capisce neanche lontanamente quello che si dicono e ciò danneggia il film stesso. Tanto per citarne qualcuno, anche Jar Jar Binks della nuova trilogia di Star Wars o Paperino parlavano una lingua loro ma almeno il senso e le parole del discorso si capivano, mentre qui proprio no. Altro elemento che non convince è l’aspetto comico e demenziale dei Minions che in un lungometraggio non riescono a reggere la verve umoristica, ma ripetono schemi collaudati e prevedibili di gag e battute che in un corto, proprio per la durata del medesimo, poteva funzionare ma alla alla lunga decisamente no. Dulcis in fundo, a dimostrazione di come la pellicola sia stata concepita forse un po’ troppo alla “leggera”, delude molto l’aggancio al film Cattivissimo me con il personaggio di Gru giovane che compare negli ultimi due minuti del film, incollato nella pellicola proprio per creare “il ponte”. A pensarci bene o forse poco di più si poteva scegliere una strada migliore e un tantino più costruita. Un’ultima riflessione morale va fatta sul popolo dei Minions: è secondo voi giusto ed edificante raccontare che la natura degli esseri gialli è servire ed obbedire, per di più gente votata al male?

Sicuramente i Minions sarà un fenomeno al boxoffice di tutto il mondo, questo è poco ma sicuro, non tanto per la pellicola ma per il fenomeno social/e che i minions stessi generano; è giusto sottolineare, però, che un vero film d’animazione per un target trasversale è un’altra cosa e il cinema è pieno di esempi migliori.

Read 3052 times Last modified on Thursday, 16 July 2015 14:24

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Nido di vipere, thriller d'esordio di Kim Yong-Hoon in arrivo al cinema a settembre: trailer in italiano
  • Wonder White bird al cinema a novembre: trama e trailer in italiano
  • Hunger Games La ballata dell'usignolo e del serpente, il prequel al cinema nel 2023: trama e teaser trailer in italiano

 

 

 

Arriverà a settembre al cinema il thriller sud coreano campione d’incassi Nido di vipere (Beasts Clawing At Straws) diretto da KIM YONG-HOON e tratto dall’omonimo romanzo del giallista giapponese Keisuke Sone: trama e trailer in italiano.

Read More

Arriverà a fine anno al cinema Wonder white bird, spin-off del celebre Wonder che in Italia ha avuto grande successo: trama e primo trailer in italiano.

Read More

Nel 2023 arriverà al cinema Hunger Games La ballata dell'usignolo e del serpente, nuovo capitolo prequel della saga Hunger Games diretto da Francis Lawrence con Hunter Schafer, Tom Blyth e Rachel Zegler: trama e primo teaser trailer in italiano.

Read More