Cinema

Saturday, 13 June 2015 18:18

Mauro c'ha da fare, recensione: il futuro ostaggio del passato Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Cinetvlandia ha visto in anteprima il nuovo film di Alessandro di Robilant, Mauro c'ha da fare, il ritratto dolce amaro della generazione dei trentenni oggi.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter

Vittima delle nevrosi dei nostri giorni Mauro Magazzino, trentatré anni e due lauree, passa le giornate in casa a tormentare la donna delle pulizie e i genitori, a filosofeggiare sulle proprietà dei piselli e guardare fuori dalla finestra la vita che gli passa davanti. Mauro è uno dei tanti figli non riconosciuti di questa società alienante che semina intelligenza e cultura e poi abbandona a se stesse le povere anime illuse. E se è vero che Mauro ci mette molto del suo per non far parte di questa società, altrettanto vero è che le regole del gioco fanno abbastanza schifo, quasi da giustificarlo. Ma Mauro è anche il fratello minore di tanti altri personaggi che il cinema italiano ha presentato in questi ultimi anni: il nevrotico Michele di Nanni Moretti, l’ingenuo Mimmo di Carlo Verdone e il disincantato Gaetano del primo Massimo Troisi. Mauro è tutto questo e qualcosa di più perché, come ricorda lui stesso, è anche ironico. Ma nel senso etimologico della parola: guarda le cose da fuori e dentro fa proprio fatica a starci.
Alessandro di Robilant che dopo il bel Il giudice ragazzino si era un po' perso tra i generi e i vari modi di rappresentarli, con Mauro c’ha da fare riesce a ritrovare se stesso e anche un pò di smalto. L’ottimo Carlo Ferreri, il protagonista del titolo, è un moderno Don Chisciotte che, attraverso scene brevi concatenate tra loro, rappresenta al meglio il disorientamento delle nuove generazioni: vittime e ostaggio delle precedenti, sia nel bene che nel male. Perché se alla fine anche Mauro avrà il proprio riscatto, non lo deve purtroppo alle sue capacità. Mauro c’ha da fare è una buona commedia agrodolce, divertente e irritante che, anche se ogni tanto si prende qualche pausa, riesce a filare dritto alla meta.

Read 2029 times Last modified on Sunday, 14 June 2015 07:46

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Spider-Man: No Way Home, terzo cinecomics sull'Uomo ragno con Tom Holland a fine anno al cinema
  • Rubrica "Cinebook": la fabbrica di cioccolato, dal romanzo di Dahl agli adattamenti di Mel Stuart e Tim Burton

Spider-Man: No Way Home sarà il titolo nel nuovo cinecomics della Sony dedicato all'Uomo ragno in arrivo al cinema a fine anno: ecco le prime informazioni sul film e una clip che rivela il nuovo titolo.

Read More

Per la rubrica "Cinebook" parliamo de La Fabbrica di cioccolato, celebre libro per bambini e adolescenti scritto da Roald Dahl e adattato diverse volte per il cinema: ecco qui di seguito lo speciale sulle trasposizioni e l'autore del romanzo.

Read More