Cinema

Monday, 02 November 2015 00:34

Lucca Comics 2015: Lo chiamavano Jeeg Robot recensione, Santamaria supereroe di borgata a Roma Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E’ stato proiettato in anteprima al Lucca Comics & games 2015 il cinecomic tutto italiano, Lo chiamavano Jeeg Robot: Cinetvlandia era presenta alla proiezione del film con protagonista Claudio Santamaria. Ecco la nostra recensione.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

A fare i formalisti, la pellicola di Gabriele Mainetti non è un cinecomics tout court ma dato l’argomento e l’ispirazione lo consideriamo parte del genere, a dimostrazione che anche in Italia è possibile fare film sui supereroi. La pellicola racconta la storia di un ladruncolo di un quartiere popolare di Roma: durante un inseguimento, dopo un furto di un orologio, Enzo cade dentro al Tevere ed entra a contatto con una sostanza tossica che lo trasformerà in un supereroe inarrestabile ed invincibile. Il riferimento nel titolo al famosissimo anime di Go Nagai è dovuto al fatto che la protagonista femminile Alessia (Ilenia Pastorelli), reduce da uno shock familiare, trova consolazione e sostegno nel vedere la serie animata anni’80, per lei il mondo è veramente popolato dai personaggi creati dal'autore nipponico, fra questi c’è anche Enzo (Claudio Santamaria) che viene subito ribattezzato per l’appunto Hiroshi Shiba. Dopo una vita passata a rubare, per il neonato supereroe di Roma è tempo di farsi una nuova vita, al servizio del bene. Non c’è supereroe senza villain, quello perfetto del film di Mainetti ha il volto di Luca Marinelli nel ruolo de Lo Zingaro, un pazzo e megalomane capo di una banda di quartiere che dimostra di essere tanto spietato con i suoi nemici quanto con i traditori. La sua missione è quella di fare il “botto” ovvero far esplodere una bomba durante il derby Roma – Lazio, ma sulla sua strada troverà Hiroshi Shiba…

Lo chiamavano Jeeg Robot è stato accolto con grande entusiasmo e più volte applaudito durante la proiezione a Lucca. Il pubblico in sala si è divertito molto e ha risposto in modo molto positivo durante la visone, con risate di gran gusto e almeno tre applausi scrosciati, raggiungendo il climax nell'ultima inquadratura quando Santamaria indossa la maschera fatta in casa di Jeeg Robot. 

Il rischioso progetto di Mainetti ha dell’incredibile ma visto il risultato finale bisogna assolutamente farne gli elogi. Non solo riprende e si inserisce con personalità nel genere cinematografico cinecomics, ma applica al film stesso diversi stili narrativi e li fa coesistere. In un mix d’avventura, commedia popolare, gangster movie vintage nostrano e un pizzico di dramma, il regista racconta una storia semplice ma efficace, proprio nel momento in cui l’amministrazione romana e Roma è nell'occhio del ciclone per le recenti notizie di cronaca. Un ottimo Claudio Santamaria, ingrassato di 25 kg, veste bene i panni del disperato di borgata che tira a campare e che nel momento in cui scopre di essere un supereroe si comporta in maniera normale. Sarà l’incontro con la vicina di casa, con la quale ha un “debito” da pagare, che Enzo sì redimerà e inizierà una nuova vita al servizio del bene.

Lo chiamavano Jeeg Robot è un film genuino, diretto bene e scritto altrettanto bene, solo in pochi momenti la pellicola ha qualche piccolo difetto, soprattutto nel finale un po’ lungo e nei passaggi di genere stilistico che non sempre sono armonici. Anche il cast secondario non è da meno nella scelta dei ruoli e dei volti, ricreando un omogeneità di caratterizzazione dei personaggi in tutta la pellicola.

La pellicola è un film da vedere per la sua spontaneità e per la storia raccontata che fa ridere ed emozionare, in modo leggero e scanzonato. In mezzo a tanti “cattivi”, ecco il nuovo supereroe di Roma, Hiroshi Santamaria.

Voto: 7

Read 2155 times Last modified on Monday, 21 December 2015 19:12

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Boss Baby 2 al cinema nel 2021: trama e primo trailer in italiano del film DreamWorks Animation
  • Tom & Jerry, il film con Chloë Grace Moretz, Michael Peña al cinema nel 2021: primo trailer in italiano

Sequel della commedia campione d'incassi prodotto da DreamWorks Animation, arriverà al cinema nel 2021 il film Boss Baby 2: trama e primo trailer in italiano.

Read More

Arriverà al cinema nel 2021 il film a tecnica mista, Tom & Jerry diretto da Tim Story con Chloë Grace Moretz, Michael Peña, Rob Delaney, Colin Jost e Ken Jeong: trama e primo trailer in italiano.

Read More