Cinema

Tuesday, 08 December 2015 15:46

L'Accademia Carrara per 2 giorni negli UCI Cinemas: dove e quando vedere il documentario di Ferrario sul museo di Bergamo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Solo per due giorni arriva negli UCI CInemas il documentario L'accademia Carrara - Il museo riscoperto, film di Davide Ferrario (recensione): ecco dove e quando vedere il nuovo appuntamento dell'arte al cinema.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter

L’opera mostra il gruppo di esperti all’opera per la riapertura dello storico museo di Bergamo, i loro ragionamenti sul nuovo ordinamento e sul rinnovato allestimento delle collezioni e la toccante testimonianza dell’ex-custode del Carrara, che ha vissuto 40 anni della sua vita tra quelle sale. L’Accademia Carrara. Il Museo Riscoperto ripercorre anche i momenti della riapertura della galleria, le attività della scuola d’arte annessa alla pinacoteca, le performance musicali di gruppi rock dentro le sale e le videoproiezioni sulla facciata, tutti elementi che mostrano come la galleria sia un museo moderno e ora accessibile anche attraverso l’occhio della macchina da presa guidata dal regista Davide Ferrario che ha firmato titoli come Tutti giù per terra, Figli di Annibale, Guardami, Dopo mezzanotte, La strada di Levi e che commenta: “Per me, da sempre, fare cinema significa cercare. Non parto mai dalla dimostrazione di una tesi. Qui avevamo un luogo, dei capolavori e anche tutto il processo materiale di allestimento. Ho provato a seguire queste tre piste, portando a casa più riprese che potevo, per poi trovare un bandolo nel montaggio. Ma non mi sono limitato a seguire quello che accadeva: ho anche realizzato delle sequenze di vera e propria messa in scena. Penso che per parlare dei quadri non puoi limitarti a riprenderli e poi fare parlare qualche accademico che ne spiega la storia e l’importanza. Non è lì che sta la vita dell’opera d’arte”. Tra le scene più coinvolgenti quella in cui Giovanni Lindo Ferretti, ex cantante e autore di CCCP e CSI accompagnato dal vivo da Gianni Maroccolo e Paolo Simonazzi, legge uno splendido testo di Vasilij Grossman, interrogandosi sui segreti nascosti nel volto della Madonna. Tra gli scopi del film c’è spiegare l’attrazione dell’uomo per le immagini dipinte, sotto la guida d’eccezione dello storico dell’arte Giovanni Romano e del celebre antropologo inglese Desmond Morris, autore de La scimmia artistica. 

Sin dall’origine, alla fine del Settecento, l’Accademia Carrara è sede di museo e luogo di formazione artistica grazie all’esposizione della raccolta d’arte del fondatore Giacomo Carrara e all’attività della Scuola di pittura. Il progetto culturale di Giacomo Carrara continua ad avere un’invidiabile continuità per una serie di ragioni, tra le quali risalta un messaggio fortemente civile, nel quale si sono riconosciuti i grandi collezionisti che hanno destinato le proprie raccolte al museo di Bergamo per affermare il concetto moderno della condivisione. Collezionisti e conoscitori di alto profilo - tra cui Guglielmo Lochis e Giovanni Morelli nell’Ottocento e Federico Zeri nel Novecento - hanno arricchito il nucleo originario, facendo della Carrara un museo tra i più raffinati d’Europa, memoria e simbolo del collezionismo privato italiano. La pittura italiana del Rinascimento è il cuore pulsante della Carrara con capolavori assoluti della storia dell’arte, da Pisanello a Mantegna, da Foppa a Bellini, da Raffaello a Botticelli. Le raccolte del museo documentano anche un altro valore della cultura della città, rappresentato dai percorsi di artisti nati o in attività a Bergamo e nei suoi territori. La pittura di Lorenzo Lotto, interessante personalità del ‘500 veneto, è documentata da un magnifico gruppo di dipinti che si specchia nel mirabile itinerario offerto dalle chiese di Bergamo. Nella specialità del ritratto Giovan Battista Moroni e Fra’ Galgario individuano la linea di un realismo sensibile, ricco di umanità  che caratterizza la pittura lombarda; la natura morta trova in Evaristo Baschenis il raffinato inventore di questo genere nel soggetto musicale.

Le multisale del circuito UCI Cinemas che proietteranno L’Accademia Carrara. Il Museo Riscoperto il 9 e il 10 dicembre sono: UCI Ancona, UCI Bicocca, UCI Meridiana Casalecchio di Reno, UCI Campi Bisenzio, UCI Casoria, UCI Como, UCI Curno, UCI Ferrara, UCI Firenze, UCI Fiume Veneto, UCI Fiumara, UCI Lissone, UCI Cinepolis Marcianise, UCI Venezia Marcon, UCI Messina, UCI Mestre, UCI Milanofiori, UCI Molfetta, UCI Moncalieri, UCI Parco Leonardo, UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Pioltello, UCI Porta di Roma, UCI Porto Sant’Elpidio, UCI Reggio Emilia, UCI Roma Est, UCI Romagna Savignano sul Rubicone, UCI Sinalunga, UCI Torino Lingotto, UCI Verona.

Le multisale che proietteranno questo evento solo il 9 dicembre sono invece: UCI Alessandria, UCI Cagliari, UCI Catania, UCI Curno (BG), UCI Certosa (MI), UCI Messina, UCI Palermo, UCI Roma Marconi, UCI Senigallia (AN), UCI Villesse (GO), UCI Jesi (AN), UCI Pesaro, UCI Fano (PU), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), Multisala Gloria by UCI Cinemas

Read 1662 times Last modified on Tuesday, 08 December 2015 16:01

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema