Cinema

Wednesday, 10 June 2015 15:10

Jurassic World recensione: Chris Pratt allevatore di dinosauri mutati geneticamente Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Arriva domani al cinema Jurassic World, quarto capitolo della saga Jurassic Park: scaduto l'embargo ecco la recensione in anteprima.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

Avevamo lasciato, senza grandi dispiaceri, la saga di Jurassic Park nel ormai lontano, cinematograficamente parlando, 2001 con il terzo episodio firmato da Joe Johnson. La serie, dopo i primi due straordinari film che portano la firma del maestro Steven Spielberg, è andata in letargo causa insuccesso al botteghino dell'ultimo episodio. Adesso siamo nel 2015 e Universal Pictures con a capo del timone come produttore Spielberg punta a ridare vita al franchise con un giovane regista molto promettente, Colin Trevorrow alla sua seconda regia. Il parco dei divertimenti Jurassic World, nonostante i problemi avuti in passato, è finalmente aperto e affollato di pubblico. La gente in massa si dirige per ammirare i dinosauri, sia quelli noti, che quelli frutto di modificazioni genetiche come lo stupendo mosasauro, attrazione principale del parco a tema. Tutto sembra andare per il meglio, ma in un'altra parte dell'isola è in atto un terribile e pericolosissimo piano: infatti il jurassic world altro non e' che uno specchietto d'attrazione per le allodole, in verità gli esperimenti genetici sono fatti a scopo militare al fine di addestrare un esercito di soldati dinosauri, dotati d'intelletto e istinto omicida. Tutto è all'oscuro del grande pubblico ma basta un intoppo, un indomitus Rex (ovvero il T-Rex modificato geneticamente) che esce dalla propria gabbia, il panico si scatena e il sangue, tanto e senza alcuna censura, incomincia a scorrere. In tutto questo troviamo la star Chris Pratt intenta ad allevare ed educare dinosauri, in un ruolo che fa al caso suo e convince.

Il quarto capitolo della saga Jurassic Park si divide principalmente in due parti: la prima è introduttiva al parco dei divertimenti, dove i due giovani protagonisti vanno a trovare la propria zia che lavora sull'isola; la seconda parte, invece, è una semplice caccia al fuggitivo Indomitus Rex che porterà il terrore sull'isola e naturalmente non tarderà ad arrivare, insieme ad altri dinosauri, nella zona turistica.

Se la prima parte è forse un po' troppo lineare e d'introduzione al nuovo parco di divertimento, la seconda è sicuramente quella che il pubblico apprezzerà di più e si divertirà nel vederlo. Con un crescendo d'azione, il panico si fa sempre più presente, i dinosauri geneticamente modificati mettono in pratica tutto il loro gene mutante e per i turisti non c'e' più via di scampo. Il finale propone uno degli scontri più assurdi e riusciti della storia del cinema dei mostri e lo spettacolo ne guadagna.

Jurassic World sicuramente è molto migliore del capitolo precedente (non ci voleva molto), diverte e piacerà pero' non ha mai momenti "wow", se non per il finale, in cui lo spettatore rimane piacevolmente colpito da quello che sta vedendo. Da un punto di vista visivo gli effetti sono di primo ordine ma forse si poteva fare anche di più nel creare un panorama più vasto e variegato di Dinosauri X. Chirs Pratt, gigione e simpatica canaglia, non è sfruttato al massimo e a ben vedere non risulta neanche come protagonista del film ma quasi come spalla a tutto quello che succede nell'isola. Pero' le sue lezioni ai Velociraptor si riveleranno utili.

Un gradito ritorno con margini di miglioramento di spettacolarità e di mostruosità preistoriche.

Read 3179 times Last modified on Wednesday, 10 June 2015 15:09

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema