Cinema

Friday, 03 May 2013 10:10

Hobbit 2: Richard Armitage "Thorin" sempre più protagonista

Written by 
Rate this item
(0 votes)

A sei mesi dall'uscita del nuovo capitolo della saga Lo Hobbit, ecco che l'attore Richard Armitage (Thorin nel film) parla del suo ruolo e di come si è preparato per impersonificare meglio il difficile ruolo del capo dei Nani.

La prima parte della trilogia de Lo Hobbit, Lo Hobbit: un Viaggio Inaspettato, è stato un successo in tutto il mondo grazie alla bravura di Peter Jackson in regia, il coordinamento intelligente della sua troupe e, non dimentichiamo, la recitazione superlativa da parte degli attori, quali soprattutto Martin Freeman e Richard Armitage nei rispettivi ruoli di Bilbo Baggins e Thorin Scudodiquercia. Ecco che proprio Armitage ha parlato di recente della sua interpretazione e di come sarà ancora più coinvolto nel secondo episodio Lo Hobbit: la desolazione di Smaug.

Lo Hobbit: un viaggio inaspettato è il primo episodio del adattamento cinematografico del popolare romanzo di J.R.R Tolkien prequel de il Signore degli Anelli. Come dimostrato dal Boxoffice mondiale (oltre 1 miliardi dollari incassati in tutto il mondo) e dalla recente uscita in home video, da solo Lo hobbit: un Viaggio Inaspettato è riuscito a catturare il cuore dei fan di lunga data dei romanzi  di Tolkien così come ad avvicinare nuovi fan che hanno poca conoscenza della tradizione Terra di Mezzo.


Tuttavia, ci si può chiedere come Richard Armitage è riuscito a fare suo il ruolo di Thorin Scudodiquercia così bene e in modo tanto coinvolgente. Nonostante la sua lunga carriera professionale, Lo Hobbit era la sua prima esperienza in un ruolo da protagonista principale in un film fantasy. Ma con grande sorpresa dei fan, Richard Armitage non solo si è calato perfettamente nel ruolo Thorin Scudodiquercia nei film, ma è in realtà anche il nano preferito tra tutti al punto da diventarne un'icona di riferimento.

Noto principalmente per aver lavorato in serie tv (Robin hood, North & South) ed essere un attore di teatro shakespiriano, ha dimostrato di saper interpretare il difficile ruolo del film di Jackson non semplicemnte con la letteratura della sceneggiatura ma con un'interpretazione degna del metodo stanislavskij.



In una recente intervista, Richard Armitage ha fatto notare che prima di andare a lavorare con Peter Jackson, aveva visitato un museo memoriale di Hiroshima. Fu lì che l'attore vide una bicicletta fusa probabilmente sciolta dall'esplosione nucleare della bomba e pensò al dolore provato dalla persona che in quel momento la stava utilizzando. Proprio quando l'attore iniziò a interpretare Thorin Scudodiquercia, ripensò alla bicicletta fusa e le pesanti perdite che Hiroshima subì collegando l'evento alla storia di Erebor e alla devastazione portata da Smaug.

Richard Armitage ha aggiunto anche che molte delle storie di Tolkien, soprattutto le parti molto più scuro, sono probabilmente influenzato dalle sue esperienze durante la prima guerra mondiale - alle quali lo stesso scrittore partecipò - e che la perdita di amici in quel periodo turbolento avrebbe continuato a plasmare un sacco di temi nelle sue storie.

Come primo episodio della trilogia de Lo Hobbit, c'è da dire che Richard Armitage ha superato alla grande il battesimo ma nei prossimi episodi scopriremo ancora di più il suo talento e la difficile storia di Thorin Scudodiquercia. Lo Hobbit: Desolazione di Smaug uscirà in tutto il mondo il 13 dicembre 2013.

Read 5655 times Last modified on Friday, 03 May 2013 14:13

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Caro Evan Hansen al cinema a dicembre: trama e trailer in italiano

Arriverà al cinema a fine anno Caro Evan Hansen: trama e trailer in italiano.

Read More