Cinema

Saturday, 17 August 2013 14:20

Festival Locarno 2013: il viaggio e le impressioni di uno spettatore-attore

Written by 
Rate this item
(1 Vote)
Il Festival di Locarno non è solo cinema e film ma è una grande giostra colorata e divertente. Proprio per farvi capire l'atmosfera che si respira in Svizzera, pubblichiamo qui di seguito l'articolo di Fausto Corona che riporta le impressioni e le sensazioni di uno spettatore comune presente alla kermesse.
"A parte i film, c'è altro da vedere al festival di Locarno, ė tutto un contorno che rende questo ambiente piacevole, ed ė anche per questo che sono 10 anni che un profano come me viene qui. Vi spiego. All'inizio fu solo per due o tre giorni, poi sono arrivato da parecchi anni a coprire l'intera manifestazione, buffet d'inaugurazione compreso (particolare che sembra insignificante ma non lo è affatto...). Due le motivazioni che fanno sì che questa sia la mia vacanza.1-vedere film di mondi cinematograficamente sconosciuti e lontani, che mai passeranno (tranne rari casi) nelle sale italiane, con altalena di risultati, ma a volte con opere che ti rimangono dentro. 2- l'informalità del contesto, dove nessuno può sentirsi fuori posto, dove le distanze tra spettatore e attori o registi  o qualunque ruolo si possa coprire nel film, sono quasi annullate: puoi trovarti seduto a fianco alla star (non intendo i superprotetti divi del cinema occidentale) in un qualsiasi bar o nella sala, ci puoi parlare,gli puoi stringere la mano,in definitiva puoi collegare fisicamente l'immagine dello schermo con un corpo reale.
Per le strade e nelle piazze o sulle rive del lago si può osservare un'umanità enorme resa visibile dalle piccole dimensioni della città, e dopo tanti anni di presenza ci sono certezze che non vorrei mancassero neanche in futuro. Alcune di queste sono i luoghi, altre le abitudini, le regole,le modalità di fruizione di una macchina grossa e complessa, i riti del nostro piccolo drappello di incursori cinefili.
E poi ci sono le persone, soprattutto le persone, tante e variopinte. Una piccola ONU prestata per dieci giorni al Ticino a rappresentare la storia e le storie della terra. In mezzo a tutte queste ci sono i "personaggi", quelli che per noi, negli anni, hanno contribuito  a generare, vedendoli o attendendoli, una specie di benvenuto, e che grazie alle nostre e interpretazioni assolutamente arbitrarie e alla nostra immaginazione, abbiamo rivestito di nuove vite. Alcuni di questi personaggi sono conferme, altri sono nuovi ingressi, in alcuni casi sparizioni. Vorrei farvi un breve elenco.
IL CATIV, ossia il cattivo, l'inesorabile controllore degli accessi alle sale, soprattutto quella più grande dove sono proiettati tutti i film in concorso internazionale. Freddo, distaccato, laconico, per noi il futuro erede del comando assoluto della sicurezza e controllo del festival. SPARIZIONE.
IL DISEGNATORE GIAPPONESE, dove c'è una conferenza stampa c'ė anche lui, in prima fila naturalmente. Tratti veloci e figure complesse, non solo le facce, anche le situazioni, la scenografia. Perso di vista, poi riapparso, ma forse mai scomparso.CONFERMA.
IL MAGNONE, gli vogliamo bene. Ė un giornalista, crediamo scriva di cinema, ma sappiamo per certo che vorrebbe farlo di cibo,ma ancora di più pensiamo che non vorrebbe scrivere, ma solo mangiare. La scenetta si ripete costante. Per capire dovete sapere che abitualmente, dopo gli incontri dei cast con la stampa, segue un ricco buffet riservato solo a loro, e lui ha un metodo infallibile per essere il primo davanti a siffatta offerta culinaria, si alza, fa la domanda,abitualmente molto lunga, articolata e difficile da tradurre per gli interpreti, tutto questo per costringere chi deve rispondere a concentrarsi abbastanza da permettere al nostro, con uno scatto e una noncuranza assoluta, di alzarsi e volatilizzarsi in mezzo microsecondo. Sospettiamo conosca il segreto del teletrasporto, al termine della risposta lui ė già al digestivo. CONFERMA.
LA SIGNORA CON CAPPELLO, mai vista meno che perfetta, un Look eccentrico e old style, cappelli impegnativi e ingombranti, portati con naturalezza ed eleganza. I suoi capelli di un color rosso acceso ed un trucco meticoloso, atti a criptare il conteggio delle primavere, scatenano scommesse leggere e discrete, ci pare sempre presente al posto giusto nel momento giusto, forse ė a capo di tutto e non lo sappiamo, forse ha fondato Locarno, la città intendo. CONFERMA.
L'ALLEGRA, sempre sorridente, ti avvicini al banco per la consegna delle cuffie per la traduzione simultanea ( per chi,come me, ha bisogno di "accompagnamento" nella perfetta comprensione), ti saluta con un'enfasi tale da farti sentire sicuro che ormai sei acquisito, quotidiano, che dopo una settimana tutto ė solito, in attimo ti senti a casa, per poi sentirti sfrattato un secondo dopo sentendo la sua domanda: sa come funziona? adorabile. NEW ENTRY.
IL PROTAGONISTA. In realtà il suo soprannome sarebbe un altro, ma oggi sono buono. Figura sempre presente, da subito simpatico come sentire il dito mignolo del piede che sbatte sullo spigolo dell'armadio. Quasi ad ogni uscita dalla sala del concorso, nell'atrio, sente l'impellente necessità di far sapere a tutti gli astanti (che riporteranno con precisione e orgoglio le sue parole nelle rispettive patrie) quanto quel film gli abbia fatto schifo, quanto altri festival fanno scelte migliori e quanto banale sia stato l'applauso dei pochi, a breve espulsi dal Ticino..., che avevano imprudentemente apprezzato il film. CONFERMA.
Poi passano i giorni e il festival si conclude, fai un bilancio, per me soprattutto emozionale, decidi che probabilmente ti piacerà tornare, che quei film di orizzonti lontani ti attireranno ancora, che ti potrai sentire ancora un privilegiato e un po' più viaggiatore, che tutte quelle persone che fluttuano incessantemente da una sala all'altra macinando metri su metri e nutrendosi in cammino, come fossero alla maratona olimpica, continueranno ad essere inconsapevoli e graditi compagni di un viaggio che farai sì seduto, ma emozionalmente lungo, lontano e senza confini. " (Fausto Corona)
Read 1532 times Last modified on Saturday, 31 August 2013 15:10

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema