Cinema

Monday, 30 March 2015 17:21

Fast and furious 7 recensione: famiglia, adrenalina action e un pizzico di doverosa malinconia Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce giovedì in tutti i cinema d'Italia fast and furious 7, cinetvlandia l'ha visto in anteprima, ecco la recensione del nuovo capitolo della saga con Vin Diesel e Paul Walker nella sua ultima interpretazione.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

Dopo i drammatici fatti che hanno portato alla morte Paul Walker, a cui il film e' dedicato, arriva al cinema il nuovo capitolo della saga che in corso di lavorazione ha subito un radicale cambio di sceneggiatura. Parte come un diesel il nuovo film diretto da James Wan la cui prima parte è interamente dedicata alla famiglia Toretto, a sottolineare come il legame tra i personaggi sia, senza alcuna retorica, qualcosa che va oltre l'interpretazione filmica. Il plot su cui si basa il nuovo episodio è facilmente riassumibile in una storia di vendetta, nella quale il fratello di Owen Shaw (Luke evans), Ian (Jason Statham), si vuole vendicare con Toretto e family per quello che ha subito ed è raccontato nel sesto film. Inizia cosi' la faida tra i due clan senza alcuna esclusione di colpi e vittime che li porta a scontrarsi in giro per il mondo.

E' nella seconda parte che il film spinge di più sull'acceleratore e si trasforma a tutti gli effetti in un action movie adrenalinico e altamente spettacolare con scene assurde come quelle nei grattacieli di Abu Dhabi o il lancio delle macchine dal aereo. In questo continuo inseguimento e ricerca della vendetta si colloca il personaggio Brian, ovvero Paul Walker, che non è protagonista e rimane sempre a margine: impossibile non notarlo e sottolinea ancora di più quanto il suo ruolo, i suoi duetti con Vin Diesel fossero fondamentali per la completa riuscita e divertimento del film. A fronte della prima parte e del ruolo di Brian la pellicola ha un retrogusto nostalgico e malinconico, tale concetto viene sottolineato anche nel finale con una clip collage dedicata a Paul Walker, un tributo doveroso per uno dei pilastri della saga nata nel 2001 e della famiglia Toretto che non sara più la stessa, purtroppo.

Detto ciò Fast and Furious 7 grazie alla bravura del regista James Wan (il papà della saga Saw) è assolutamente un buon prodotto d'entertaiment e continua nella logia tracciata dalla saga negli ultimi capitoli, capace al tempo stesso di essere anche in maniera lieve e non ridondante introspettivo e non solo un semplice film di motori ed azione. La pellicola dura ben 2 ore e 20, nonostante la lunghezza fuori canone dal genere action (magari qualche piccolo taglio poteva essere fatto), è in grado di tenere il ritmo e lo spettatore incollato calibrando in maniera ponderata ogni elemento.

Voto: 7

Read 2504 times Last modified on Monday, 30 March 2015 17:59

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Rubrica "Raiders of the lost film": Gli intoccabili (1969) di Giuliano Montaldo con John Cassavetes e Peter Falk, podcast sul film

Per la rubrica "Raiders of the lost film" parliamo di Gli intoccabili, film gangster diretto Giuliano Montaldo con protagonisti John Cassavetes e Peter Falk: eco qui sotto lo speciale podcast sul film. 

Read More