Cinema

Tuesday, 21 April 2015 09:13

Avengers age of ultron recensione: Joss Whedon colpisce ancora Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Finito l'embargo ecco la recensione di Avengers age of Ultron, nuovo film dei Marvel Studios da domani nei cinema con protagonisti i Vendicatori.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter

Squadra che vince alla grande non si cambia. Il regista Joss Whedon se con il primo film sugli Avengers aveva compiuto un autentico miracolo, al timone del secondo episodio conferma il proprio talento e affina la formula cinematografica. In questo nuovo capitolo i vendicatori se la devono vedere con Ultron, esperimento d'intelligenza artificiale ideato da Tony Stark (Robert Downey jr) per salvare il mondo ma che in realtà si conferma essere una spietata macchina psicopatica della morte. E l'unico modo per sconfiggerlo è creare un progetto evoluto di Ultron stesso, ovvero la Visione.

Ma partiamo dall'inizio: il biglietto di ben tornato nell'universo Avengers è una lunga e scenografica scena di battaglia, in alcuni momenti un po' troppo caotica, nella quale i vendicatori assaltano un fortino per recuperare il bastone di loki e la gemma dell'infinito. Qui facciamo subito conoscenza dei due nuovi personaggi: Quicksilver e Scarlett Witch (già visti nella scena post credit di Captain America the winter soldier), dotati di super poteri si schiereranno con Ultron nella guerra per l'evoluzione della Terra, ovvero l'estinzione della razza umana.

Recuperato lo scettro, gli Avengers tornano nel loro quartiere generale di New York ed è subito chiaro che il team, nonostante i discorsi d'unità è diviso in due fazioni: da una parte Captain America (Chris Evans) e dall'altra Iron Man. Il dualismo e la diversa concezione sarà uno dei temi del film ed è proprio da questa neanche tanta nascosta rivalità che nasce il progetto Ultron, concepito in gran segreto da Tony stark poiché lui stesso non crede nel gioco di squadra degli Avengers. A minare l'unità già precaria ci pensa anche la dotata Scarlett Witch, i cui poteri permettono di manipolare la mente delle persone e proiettarle in visioni apocalittiche...

A differenza del primo film, coloratissimo e molto vivo, Avengers age of Ultron è decisamente più cupo e tenebroso nei temi e nelle atmosfere. La pellicola è così scura perchè fa da preludio a quello che vedremo nei prossimi anni nell'universo cinematografico Marvel, a partire dall'anno prossimo con Captain America: Civil War e ancor di più tra 3 anni quando arriverà al cinema Avengers: infity war parte 1 (e l'anno seguente la seconda parte), dove i vendicatori si scontreranno con Tanos che vuole recuperare tutte le gemme dell'infinito.

Il cocktail di generi sperimentato nel primo capitolo viene utilizzato anche qui, dove troviamo sia azione,  avventura, dramma e tanti momenti da commedia in cui ridere di gusto, e naturalmente ne fa da padrone a tali scene Thor (Chris Hemsworth) e Captain America, mentre Tony Stark non è così brillante come lo ricordavamo. Fa anche piacere notare che personaggi come Occhio di Falco (Jeremy Renner) riescono a trovare maggior spazio e spessore in una storia del genere piena di supereroi, e diventano parte integrante attiva nello svolgimento della storia. Ottimo è anche Ultron (se si azzecca il villain si è ben oltre la metà del film), psicopatico e spietato come nelle strisce dei fumetti è dotato di carisma e presenza scenica. Anche il suo alter ego, o meglio la sua evoluzione, la Visione è perfetta nel look e nell'interpretazione che benchè compaia solo nella parte finale della pellicola, sicuramente piacerà agli spettatori.

Da un punto di vista prettamente visivo, Avengers age of ultron è uno spettacolo per gli occhi, sempre molto curati gli effetti speciali spettacolari e colossali soprattutto nel finale con il duello contro Ultron e conseguente demolizione del castello di Bard (riprese effettuate ad Aosta). Per il resto del film l'approccio usato è meno esplosivo e preferisce puntare su un realismo più pragmatico e meno di scena. L'interazione tra vecchi e nuovi del cast è fluida e le new entry s'integrano molto bene con gli attori già veterani del filone cinecomic Marvel. Solo in alcuni punti il film assume toni un po' troppo seri e drammatici che forse lo fa uscire dai binari collaudati del primo film. L'unico punto debole del film è il 3D, assolutamente inutile da ogni punto di vista, anzi dannoso per la visione in quanto già il film di suo è cupo e le lenti tridimensionali ne accentuano in negativo la visione.

Nel complesso Avengers age of Ultron è sicuramente un buon prodotto d'Entertaiment che espande bene l'universo cinematografico Marvel e fa venir voglia di vedere subito i nuovi episodi in uscita nei prossimi anni. Forse lo spettatore non uscirà dal cinema esaltato come per il primo episodio ma ciò è comprensibile e giustificato dal fatto che I Vendicatori non escono alla fine del film così forti e vincenti, Ultron ha incrinato alcune loro certezze, punti di forza e il peggio deve ancora arrivare...

Voto: 7,5

Read 2870 times Last modified on Tuesday, 21 April 2015 10:51

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema

  • Resident Evil Welcome To Raccoon City: trama, primo trailer in italiano e due poster del nuovo capitolo action horror
  • Ghostbusters Legacy uscita cinema: nuovo trailer in italiano

Il franchise Resident Evil, nato dal popolare videogame, torna al cinema con un nuovo film dal titolo Resident Evil Welcome To Raccoon City: trama, primo trailer in italiano e due poster ufficiali. 

Read More

Il terzo capitolo della saga originale di Ghostbusters, Ghostbuster Legacy, uscirà al cinema verso fine anno: nuovo trailer in italiano.

Read More