Cinema

Monday, 16 February 2015 09:37

Aspettando il film National Gallery di Frederick Wiseman: tour ed eventi in Italia Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Un mese di appuntamenti e collaborazioni prestigiose, è così che l’Italia festeggia l’arrivo sul grande schermo di un gioiello della cinematografia firmato dal Maestro Frederick Wiseman: National Gallery.Ecco tutti gli appuntamenti in giro perl o stivale.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter

Dalla Cineteca di Bologna all’Arci Movie – Parallelo 41 con l’Università Federico II a Napoli, dal Bergamo Film Meeting all’Accademia Carrara: musei, istituzioni, festival e associazioni si uniscono per dar vita al progetto di National Gallery in tour, l’iniziativa che culminerà con l’uscita, in contemporanea in centinaia di sale italiane, dell’ultima opera di Frederick Wiseman, proiettata solo per un giorno mercoledì 11 marzo.
National Gallery di Frederick Wiseman, Leone d’Oro alla Carriera alla 71. Mostra Cinematografica di Venezia, è un film eccezionale che coltiva il gusto della lentezza e della contemplazione e che riserva sorprese continue, visione dopo visione. Presentato e acclamato lo scorso anno nella Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, National Gallery arriva in Italia solo per un giorno mercoledì 11 marzo distribuito da Nexo Digital e I Wonder Pictures in collaborazione con Unipol Biografilm Collection. In attesa dell’uscita nazionale, sono tantissime le iniziative che omaggiano Wiseman in un mese denso di appuntamenti: dagli incontri col Maestro a Napoli (25 febbraio),  Bologna (27 febbraio) e Reggio Emilia (28 febbraio), all’inaugurazione di festival come il Bergamo Film Meeting (6 marzo) che celebra con l’occasione la riapertura della prestigiosa Accademia Carrara. Sino ad arrivare alle rassegne sulla cinematografia dedicate a Wiseman che toccano Bologna, Modena, Parma, Reggio Emilia e Napoli nell’ambito del progetto della Cineteca di Bologna Maestri del documentario: Frederick Wiseman.
Il cuore di tutte le iniziative resterà sempre National Gallery, che sarà proiettato in tutta Italiasolo per un giorno: il film permetterà allo spettatore di immergersi nel museo londinese, guidandolo in un viaggio nel cuore dell’istituzione di Trafalgar Square e dei capolavori dell'arte occidentale che vi sono custoditi. Si tratta del ritratto di un luogo “dal di dentro”: una narrazione del funzionamento della National Gallery e del suo rapporto con il mondo, ma anche delle persone che vi lavorano giorno dopo giorno, del suo pubblico, dei suoi dipinti. In un gioco di specchi continuo e vertiginoso, in un mosaico dove il cinema osserva le opere d’arte e la pittura guarda con curiosità al cinema.
Del resto è proprio questa una delle grandi qualità di Wiseman, narratore paziente e “invisibile” sempre attento ai minimi dettagli: la sua capacità di svelare, con discrezione e grazia, i segreti dei microcosmi che si trova di volta in volta a indagare. In National Gallery scopriamo così il teschio deformato che si nasconde nell’olio su tavola degli Ambasciatori di Holbein il Giovane per passare poi a partecipare alle riunioni dello staff del museo assieme al Direttore Nicholas Penny, a prendere parte alle problematiche su illuminazione e restauri, a lasciarci stupire dalla composizione rivelata dai Raggi X sotto il Ritratto di Federico Rihel a Cavallo di Rembrandt, a partecipare al balletto, coreografato da Kim Brandstrup e Wayne McGregor, messo in scena nelle sale del museo in occasione della mostra Metamorfosi: Tiziano. Senza dimenticare le proteste ambientaliste degli attivisti di Greenpeace, arrampicati sulla facciata del Museo. Quelli che il regista porta in scena sono così momenti quotidiani di quella “creatura viva” che è la National Gallery: per comporre questo quadro di 180 minuti -tra le opere di Leonardo, Caravaggio, Turner, Goya, Tiziano, Holbein, Bronzino, Rembrandt, Velasquez, Pisarro… - Wiseman ha messo infatti in pratica il metodo che caratterizza da sempre il suo lavoro. Si è immerso nelle realtà del museo, vivendoci per settimane e settimane, riprendendo tutto e quindi selezionando e montando pazientemente le 170 d’ore di riprese raccolte, senza mai aggiungere voci fuori campo né interviste.

Il calendario di “National Gallery in tour”:
25-27 febbraio | Napoli
Tre giorni partenopei dedicati al Maestro Wiseman: si parte il 25 febbraio con la lezione magistrale di Frederick Wiseman con una presentazione del prof. Corrado Calenda alle ore 16 presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” alla presenza del Rettore Gaetano Manfredi e del Console Generale degli USA a Napoli Colombia A. Barrosse. Si continua sempre il 25 febbraio con la proiezione alle ore 19.30 di National Gallery presso il Cinema Academy Astra dove il film sarà introdotto da Wiseman e da Enrico Ghezzi. Seguono nelle giornate successive gli appuntamenti con la filmografia di Wiseman al Cinema Astra, tutte organizzate da Arci Movie e Parallelo 41 produzioni (a cura di Antonella Di Nocera) ed in collaborazione con la Cineteca di Bologna.
27 febbraio | Bologna
Continua la rassegna dedicata al maestro dalla Cineteca di Bologna. Per National Gallery l’appuntamento è alle ore 16 presso il Cinema Lumière di Bologna dove Frederick Wiseman incontrerà il pubblico assieme a Fulvio Baglivi.
28 febbraio | Reggio Emilia
Presso il cinema Rosebud di Reggio Emilia alle ore 17.30 Frederick Wiseman incontra il pubblico per una speciale lezione magistrale su National Gallery organizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna. L’evento conclusivo di una rassegna tutta tributata al maestro e promossa da Fronte Pubblico.
2 Marzo | Parma
Al cinema Edison di Parma, proiezione di National Gallery nell’ambito della rassegna organizzata dalla Cineteca di Bologna.
6 Marzo | Bergamo
In occasione della riapertura del prestigioso museo Accademia Carrara di Bergamo, che sarà inaugurato in aprile dopo una chiusura di sette anni per restauro, Bergamo Film Meeting presenterà il film National Gallery. Il film sarà proiettato come evento speciale, nella serata del 6 marzo, presso l’antico Teatro Sociale di Bergamo. Durante il Festival, inoltre, l’omaggio all’Accademia Carrara proseguirà con la riscoperta di una serie televisiva di culto degli anni ’60: Belphégor ou Le fantôme du Louvre (Belfagor, il fantasma del Louvre). L'Accademia Carrara, una delle più rilevanti pinacoteche italiane, si appresta alla riapertura dopo un lungo periodo di forzata chiusura. A partire dall'autunno del 2008, infatti, il museo ha chiuso i battenti per consentire gli interventi, non più rinviabili, di ristrutturazione e adeguamento impiantistico.  Il 23 aprile la Carrara sarà dunque di nuovo aperta e visitabile, rinnovata nella dotazione tecnica, nell'allestimento, nel percorso museale, nei servizi che sarà in grado di offrire ad appassionati e visitatori. La riapertura della Carrara costituisce un evento di straordinaria importanza per la città di Bergamo, che recupera la sua istituzione culturale più prestigiosa, ma al tempo stesso rappresenta un appuntamento di primaria rilevanza anche a livello nazionale e internazionale. Lungo il percorso verso la riapertura, l'Accademia Carrara ha scelto di collaborare con alcune istituzioni culturali bergamasche, tra cui appunto il Bergamo Film Meeting, progettando momenti ed eventi speciali allo scopo di condividere con pubblici diversi, tramite approcci complementari, l'atteso momento in cui il museo riaprirà i battenti.
11 Marzo | Evento nazionale
National Gallery di Wiseman viene proiettato in contemporanea in centinaia di cinema italiani

Read 1577 times Last modified on Monday, 16 February 2015 09:46

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti al Cinema