Satellite

Wednesday, 09 August 2017 12:15

Sky cinema Uno ricorda Robin Williams a tre anni dalla morte: maratona film

Written by 
Rate this item
(0 votes)

A tre anni dalla prematura morte, Sky cinema Uno rende omaggio al grande attore Robin Williams con una programmazione tutta nel suo nome, a partire dal preserale sul canale tematico di Sky sul satellite.

L'omaggio all'attore americano sarà per Venerdì 11 agosto, dalle 19.15 fino alla seconda serata. La speciale programmazione inizia fra monsoni e belve feroci con l’avventura fantasy Jumanji. Sepolto nel 1869 da due atterriti ragazzini, un misterioso gioco a dadi, Jumanji viene recuperato dal dodicenne Alan, figlio di Sam Parrish, industriale di scarpe del New England. Lasciato solo dal padre con l'amichetta Sarah Whittle, Alan lancia i dadi e viene risucchiato nella foresta tramite il gioco, mentre la ragazza fugge terrorizzata da uno sciame di pipistrelli. Ventisei anni più tardi, la casa dei Parrish viene acquistata da Nora, zia di Judy e Peter Sheperd, due bimbi rimasti orfani dei genitori, morti durante un viaggio in Canada. Un misterioso rullo di tamburi fa loro scoprire il gioco, ed il lancio dei dadi materializza uno sciame di orrendi vesponi, alcune scimmie dispettose ed un leone. Ma Judy e Peter hanno tirato anche la combinazione di numeri che libera Alan il quale, dopo 26 anni trascorsi nella giungla, ritorna nella sua casa. Chiuso il leone in una stanza, egli cerca invano i genitori, morti, e poi, convinto a finire il gioco dai bimbi, va a cercare Sarah, perché il gioco aspetta la sua mossa per continuare e finché non sarà completato, nulla di quello che gli avventurati giocatori evocano potrà tornare a posto. Dopo esser stata ritenuta pazza per anni, Sarah recalcitra ma alla fine si convince a terminare la partita. Così la casa viene invasa da enormi rampicanti, che tentano di rapire Peter; Alan è perseguitato da un killer-cacciatore; una carica di elefanti e rinoceronti devasta la biblioteca; infine tutti rischiano di affogare in un'inondazione monsonica. Naturalmente i fenomeni del gioco si dilatano, con effetti catastrofici anche nel circondario, con grande sconcerto dell'agente Bentley, finché, completando il percorso e pronunciando la magica parola Jumanji, Alan non ritorna al 1969.

Alle 21.15 Robin Williams è Peter Pan nel film diretto da Steven Spielberg, Hook - Capitano uncino. Peter Banning, un avvocato americano quarantenne, vive le sue affannate giornate di professionista affermato incapace di dedicarsi con calma alla moglie Moira e di seguire con interesse Jack e Maggie, i suoi ragazzi. Recatosi a Londra dall'anziana "nonna" Wendy Darling, che lo ha allevato, per l'inaugurazione di un ospedale per bambini, Banning al suo rientro a casa scopre che i figli sono scomparsi e che a rapirli è stato il suo antico rivale, Capitan Uncino che, deciso a prendersi una rivincita, li ha portati con sé nella favolosa "isola che non c'è". Frastornato, Peter, che non si ricorda il suo passato di Peter Pan e non sa più volare, raggiunge l'isola con l'aiuto di Campanellino. Lì, sia il pirata Uncino che la banda dei "ragazzi sperduti" lo prendono in giro perché non lo riconoscono più, dell'ardito Peter Pan di un tempo in lui non c'è alcuna traccia. Attraverso un duro tirocinio fisico ed un lento lavoro di recupero psicologico dei suoi ricordi d'infanzia, Banning, ritornato Peter Pan, riesce a sconfiggere il perfido Hook, a riacquistare l'ammirazione di Jack, che intanto era stato plagiato da Capitan Uncino, e a recuperare l'affetto di Maggie e l'amore di Moira.

Infine, in seconda serata, è la volta del film che gli valse l’Oscar come Miglior attore non protagonista nel 1997 per Will Hunting - Genio Ribelle con Matt Damon e Ben Affleck. Nei quartieri poveri a sud di Boston, Will Hunting, venti anni, vive in modo precario e disordinato insieme ad alcuni amici teppisti e guadagna qualcosa, lavorando come inserviente nel dipartimento di matematica del famoso MIT. Tra una chiacchiera e l'altra, e in incontri occasionali, Will si lascia andare ad improvvise citazioni storiche e risolve senza fatica un problema di matematica che sembrava difficilissimo. Tutto ciò attira l'attenzione del prof. Lambeau, che comincia a seguire Will fin quando il ragazzo, arrestato dopo l'ennesima rissa in un bar, viene condannato alla prigione. Lambeau interviene e ottiene la libertà, promettendo al giudice di affidarlo, per un adeguato trattamento, ad uno psicologo. Dapprima Will deride i medici che provano a curarlo, poi Lambeau decide di affidarsi a Sean, vecchio compagno di università. I due cominciano a parlare.

Read 79 times Last modified on Wednesday, 09 August 2017 12:35

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

I più letti del satellite

  • Sky Cinema Classics ricorda Roger Moore in versione Agente 007 con una maratona

Sky Cinema Classics rende omaggio a Roger Moore, scomparso lo scorso 23 maggio, con un ciclo di film del franchise 007 di cui è stato una delle icone più amate nei panni del celebre agente segreto britannico.

Read More