Recensioni

Tuesday, 12 June 2018 09:09

La stanza delle meraviglie - Wonderstruck, recensione film di Todd Haynes: una pellicola meravigliosa ambientato negli anni'30 e anni'70 Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Abbiamo visto in anteprima al Festival di Locarno 2017, Fuori Concorso, il nuovo film di Todd Haynes, La stanza delle meraviglie - Wonderstruck: ecco la recensione di Cinetvlandia.

Il cineasta americano, apprezzato per i suoi film di stampo musicale come Io non sono qui e Velvet Goldmine, oltre allo strepitoso Lontano dal paradiso, si cimenta per la prima volta in un genere a lui poco noto, ovvero il teenager movie di stampo fiabesco fantastico. Fonte d'ispirazione è l'omonimo libro illustrato di Brian Selznick - già autore di La straordinaria invenzione di Hugo Cabret che divenne un film diretto da Martin Scorsese - uscito pochi anni fa in libreria ed edito in Italia da Mondadori con il titolo La stanza delle meraviglie. Todd Haynes intraprende un percorso molto rischioso, ma supera ogni cliché e trappola regalando allo spettatore un film semplicemente delizioso e nostalgico con una regia incalzante da veterano del genere e gestisce un cast perfettamente amalgamato.  

La pellicola narra di due storie che si sviluppano in parallelo e ambientate in epoche diverse: la prima ambientata nel 1927, vede la piccola sordomuta Rose (Millicent Simmonds) che parte da sola verso New York alla ricerca della sua attrice preferita (Julianne Moore); la seconda si svolge cinquant'anni dopo con protagonista il giovane Ben (Oakes Fegley), muto, che intraprende un viaggio dal Minesota a New York per incontrare il padre che non ha mai conosciuto e di cui ha sentito sempre parlare un gran bene. Due destini diversi che viaggiano in parallelo, con un montaggio alternato che mantiene il ritmo per vivere una favola amara e dalle tinte drammatiche e fantastiche che non si vedeva da tempo. I due protagonisti avranno però un punto in comune nel loro viaggio, una stanza delle meraviglie presente in un museo di scienze naturali, dal quale ne è scaturito un libro negli anni'20, Wonderstuck appunto, che servirà a loro come punto di svolta.

La stanza delle meraviglie - Wonderstuck, oltre ad essere stato presentato alla 70°edizione del Festival di Locarno 2017, era anche in concorso all'ultimo Festival di Cannes per la Palma d'oro segno che Todd Hayes è riuscito a realizzare un film di intrattenimento e dal gusto artistico di un vero autore. In entrambi i periodi storici in cui il cineasta sviluppa le storie, si percepisce una grande cura dei particolare e la capacità di gestire il sapore vintage degli anni'70 con quello retro in bianco e nero degli anni'20, al punto da rendere i due percorsi esteticamente affascinanti e coinvolgenti. Nell'adattare al grande schermo il romanzo illustrato di Selznick, Todd Haynes si affida ad una sceneggiatura solida scritta dallo stesso autore del libro e semina con grande delizia e cura elementi che poi nel finale avranno un loro senso e significato. Ottimo è il cast composto, oltre che dalla Moore, anche da attori come Oakes Fegley, Michelle Williams e Millicent Simmonds che regalano una prestazione degna di nota e riescono a essere commoventi e coinvolgenti, nonostante i propri personaggi abbiano limiti di comunicazione.

La stanza delle meraviglie - Wonderstruck è un film da non perdere che unisce in maniera equilibrata lo stile cinematografico muto degli anni'20 con quello più d'atmosfera e musicale degli anni'70. Una favola da gustare al cinema. 

Read 791 times Last modified on Tuesday, 12 June 2018 09:10

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Mamma mia 2 ci risiamo, podcast recensione della commedia musicale sulle note degli ABBA
  • Mission Impossible 6 Fallout, podcast recensione dell'action Spy con Tom Cruise
  • Locarno Festival 2018: L'ospite (The Guest), video recensione della commedia di Duccio Chiarini
  • Shark - Il primo squalo (The Meg), video recensione del moster movie con Jason Statham

Uscirà a settembre al cinema la commedia musicale Mamma mia! Here We Go Again in italiano avrà il titolo Mamma Mia! Ci risiamo, sequel del primo film uscito nel 2008 con Meryl Streep, Pierce Brosnan e Colin Firth: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Mission Impossible - Fallout è il sesto capitolo del franchise action investigativo con protagonista come sempre Tom Cruise nel ruolo di Ethan Hunt, in uscita a fine agosto al cinema: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

L'ospite, il nuovo film di Duccio Chiarini (video conferenza stampa), è stato presentato in prima mondiale nella sezione "Piazza Grande" alla 71°edizione del Festival di Locarno 2018 (tutti i vincitori): Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la video recensione.

Read More

E' appena uscito al cinema Shark - Il primo squalo (The Meg) di Jon Turteltaub con Jason Statham e l'attrice cinese Li Bingbing: l'abbiamo visto e vi proponiamo qui di seguito la video recensione.

Read More