Recensioni

Friday, 14 September 2018 10:19

Un affare di famiglia, recensione film di Hirokazu Kore-eda Palma d'oro al Festival di Cannes 2018

Written by 
Rate this item
(0 votes)

E' appena uscito al cinema il film Palma d'oro del festival di Cannes 2018, Un affare di famiglia: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la recensione.

Il concetto di famiglia non è mai stato liquido come in questi anni. Non esiste una definizione corretta e univoca per definirla e, qualora la si trovasse diventerebbe obsoleta all’istante. Hirokazu Kore-eda (Ritratto di famiglia con tempesta, Father and son) sulla famiglia ha costruito il suo cinema. O, meglio, sui legami che la definiscono, ha trovato il tema adatto a esprimere il suo senso dell’arte e della vita.

Osamu vive di espedienti e sussidi ai margini della società giapponese. Insieme alla compagna Nobuyo, dipendente di una lavanderia, divide una casa di proprietà di una “nonna” che, grazie alla propria pensione, permette alla comunità di vivere dignitosamente. Del gruppo fanno parte anche una “nipote” e un “figlio” con il quale Osamu compie piccoli furti nei supermercati. Una sera, al ritorno a casa dopo l’ennesimo furtarello, l’uomo e il ragazzo incontrano una bambina abbandonata dai genitori e decidono di accoglierla in casa, allargando la comunità.

Il rituale dei pasti consumati insieme, i discorsi in famiglia e i piccoli dissapori che in ogni gruppo inevitabilmente sorgono diventano il centro del film, trascinandoti all’interno di una storia figlia di tante storie. Perché se la famiglia è una, le persone che la compongono sono tante e ognuna con i propri segreti (a volta inconfessabili), cemento di una relazione ben più solida di quanto appaia.

E’ un film esteticamente perfetto Un affare di famiglia – vincitore della Palma d’Oro a Cannes – in cui il ritmo delle relazioni diventa il respiro del film stesso e, inevitabilmente, dello spettatore. Hirokazu Kore-eda ama i suoi personaggi anche nei loro lati peggiori e trasmette l’amore a chi assiste alla rappresentazione della storia. Ma Un affare di famiglia è anche un film politico perché, così come ogni famiglia propone una facciata che non sempre corrisponde alla realtà, anche un Paese come il Giappone si preoccupa di nascondere ciò che preferisce non far apparire all'esterno. Ed è bravo Hirokazu Kore-eda con la sua gentile crudeltà a smascherarne le ipocrisie.  

Read 71 times Last modified on Friday, 14 September 2018 10:28

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Girl, recensione dell'opera prima di Lukas Dhont con Victor Polster e Arieh Worthalter
  • Un affare di famiglia, recensione film di Hirokazu Kore-eda Palma d'oro al Festival di Cannes 2018
  • La profezia dell'armadillo, podcast recensione del film tratto dalla graphic novel di Zerocalcare
  • Il filo nascosto, video recensione del film di Paul Thomas Anderson e gli extra nel Blu-Ray

Esce la settimana prossima nei cinema italiani l'opera prima di Lukas Dhont con Victor Polster e Arieh Worthalter, Girl: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione. 

Read More

E' appena uscito al cinema il film Palma d'oro del festival di Cannes 2018, Un affare di famiglia: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

E' stato presentato al Festival di Venezia 2018, nella sezione orizzonti, La profezia dell'armadillo, tratto dall'omonima graphic novel di Zerocalcare per la regia di Emanuele Scaringi appena uscito al cinema: Cinetvlandia l'ha visto e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Il filo nascosto (podcast recensione e recensione), ultimo film di Paul Thomas Anderson con Daniel Day-Lewis, Lesley Manville e Vicky Krieps è uscito quest'estate anche in home video: ecco qui di seguito la nostra video recensione sul film e i contenuti speciali.

Read More