Recensioni

Tuesday, 10 January 2017 08:36

The Founder, recensione: Michael Keaton è l'anima spietata dell'impero McDonald's Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema The Founder, biopic con Michael Keaton sulla nascita dell'impero del fast Food di McDonald's: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Nell'ottimo film di Gabriel Muccino, La ricerca della felicità, avevamo visto analizzare e raccontare il concetto del sogno americano da parte di una persona comune che cerca di sbarcare il lunario grazie alla sua intelligenza e creatività, per il bene della sua famiglia e in primis del figlio, disposto ad ogni sacrificio per raggiungere l'obiettivo. In The Founder, invece, vediamo l'altra faccia della medaglia del sogno imprenditoriale USA, che consiste nel essere determinati ad ogni costo per raggiungere uno scopo e non curarsi minimamente dell'aspetto umano di chi ci circonda e ci si trova davanti. E' con questa filosofia, schiacciante e disumana tipica del capitalismo più spinto e aggressivo che The Founder si basa e racconta la nascita dell'impero del fast Food McDonald's.

Siamo negli anni'50, il rappresentate di frullatori Ray Krock è in viaggio per la California per vendere il proprio prodotto, quando per casualità s'imbatte in un rozzo e piccolo fast food che vende hamburger ed in quel preciso istante capisce che quella struttura ha un potenziale gigantesco: è disposto a fare qualunque cosa legale possibile per trasformare quella struttura in un brand che fattura milioni di dollari. Ignari di quello che sta per succedere da li a poco, i fratelli McDonald's lo accolgono "dentro casa" ben lieti di avere un nuovo collaboratore che li aiuti a rendere più redditizia la loro piccola attività. Chiacchierata dopo chiacchierata che darà origine a scontri e discussioni su quale linea aziendale seguire, i due fratelli scopriranno nel'imminente futuro che il loro più grande nemico se lo sono portati in casa e dall'interno li distruggerà umanamente e professionalmente, fino a giungere ad una battaglia legale che non ha precedenti nella storia americana e mondiale.

The founder è un film molto interessante che racconta nel modo giusto la genesi dell'impero McDonald's, il tutto grazie ad un interpretazione superba del sempre bravo e spietato Michael Keaton, il vero cuore del film. E' su di lui, sul suo ruolo e sull'interpretazione potente e crudele che il film ha ragione d'esistere e di raccontare, passo dopo passo, come il fast food si è imposto nel territorio americano e in seguito nel mondo. Il regista John Lee Hancock, alla sua terza opera cinematografica come regista (Saving Mr Banks e The Blind side), mostra in modo graduale e allo stesso tempo brutale il concetto di determinazione e perseveranza nel business più spinto americano, dove l'unica cosa che conta è avere la meglio sull'avversario, senza se e senza ma. Ray Krock scopre questo approccio al lavoro in maniera progressiva e ne percepisce il potere, fast food dopo fast food; una volta che si è fatto prendere la mano dal successo non è intenzionato a fermarsi più. Anche questo è il sogno americano, nel suo aspetto più duro e drammatico. Una biopic vera, intesa che cresce minuto dopo minuto, diretta in maniera egregia e con un cast perfetto e Keaton è la posto giusto nel momento giusto.

Read 275 times Last modified on Tuesday, 10 January 2017 09:28

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

I più letti di Recensioni

  • Le donne e il desiderio, recensione: le polacche dopo la caduta del muro di Berlino
  • Le cose che verranno (L'avenir), recensione: Nathalie e le sorprese della vita
  • Boston, caccia all'uomo, recensione: una drammatica maratona lunga 105 ore
  • Famiglia all'improvviso, recensione: Omary Sy in un film a metà tra commedia e dramma

Arriva al cinema questa settimana Le donne e il desiderio di Tomasz Wasilewski: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More

Isabelle Huppert, vista recentemente in Elle, torna sugli schermi con Le cose che verranno, ultimo film della francese Mia Hansen-Løve: la storia di un'insegnante di filosofia alle prese con una nuova vita da inventarsi. Ecco la recensione di Cinetvlandia.

Read More

Con Boston, caccia all'uomo il regista Peter Berg ricostruisce sullo schermo l'attentato alla maratona più vecchia d'America avvenuta nel 2013: un avvicente film tra il realismo del documentario e la fiction adrenalinica. La recensione di Cinetvlandia.

Read More

Esce questa settimana al cinema famiglia all'improvviso con Omar Sy: ecco la recensione di cinetvlandia.

Read More