Recensioni

Wednesday, 21 March 2018 10:42

Pacific Rim 2 - La rivolta, recensione

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Esce questa settimana al cinema Pacific Rim 2 - La Rivolta: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Con non poche difficoltà e a quattro anni di distanza dal primo film, sbarca sul pianeta cinema il sequel dell'action fantascientifico diretto nel 2014 da Guillermo Del Toro. Questa volta però il regista messicano è coinvolto nel progetto solo come produttore e dietro la macchina da presa troviamo l'esordiente e convincente Steven S. DeKnight (regista di serie TV come Daredevil e Spartacus). La trama esigua e molto lineare non è di sicuro il punto di forza di questo nuovo capitolo del franchise Pacific Rim ma non è ciò a cui la produzione ha dedicato i propri sforzi e lo dichiara fin dalle prime battute. Siamo a poco più di dieci anni da quello che è stato raccontato nel primo capitolo, una nuova squadra di Jaeger sta per essere formata perchè bisogna essere sempre pronti a contrastare un eventuale attacco degli alieni extra dimensionali Kaiju, nonostante da anni non se ne vedano all'orizzonte. A prendere le redini di questa nuova squadra saranno i figli dell'eroe Stacker (Idris Elba), morto in Pacific Rim per salvare il mondo, Jake Pentecost (John Boyega) e Mako Mori (Rinko Kikuchi) a cui si uniranno altre nuove giovani reclute. A completare il cast ci sono i due folli e divertenti scienziati Hermann Gottlieb (Burn Gorman) e Newt Geiszler (Charlie Day), entrambi coinvolti nel progetto di difesa contro i mostruosi Kaiju. Tutti gli allenamenti e i preparativi si svolgono come di routine, anche se incomprensioni e rivalità tra vecchi e nuovi personaggi tornano sempre a galla. Lo scontro tra i Jaeger e gli alieni però viene innescato da una personaggio che trama nell'ombra e che si augura la distruzione del mondo per affermare la sua passata intuizione che, però, lo manipolerà come una marionetta.

Costato poco meno del primo film, circa 150 milioni di dollari (Pacific Rim di Del Toro ne costò 190), Pacific Rim 2 - La rivolta è un colossale giocattolo altamente spettacolare ed esagerato, creato solo per divertire e stupire, oltre che distruggere su grande schermo ogni cosa possibile. Qui vengono meno ogni tipologia di velleità filosofale/morale che si era vista nel capitolo precedente, ci si concentra solo ed esclusivamente sui duelli tra i giganti di ferro e gli alieni. La trama appunto esile e la presentazione delle new entry in maniera basica fanno da cornice ad uno spettacolo roboante e chiassoso che non ha alcuna pretesa di sorta se non appagare gli occhi dello spettatore. In poco meno di due ore si assiste ad un trionfo di pura CGI ed effetti speciali, molto curate e utili a rendere epici gli scontri. L'influenza della saga Transformers e della regia di Mcihael Bay è palese, anche se è giusto dire che Steven S. DeKnight non ha la stessa "mano" e capacità coreografica del regista americano, però si ispira a quel modello. Gli scontri esagerati e apocalittici avvengono sempre alla luce del sole e non di notte e ciò aiuta ad apprezzare maggiormente la maestosità delle creature in campo.

Pacific Rim 2 è quindi un crossover culturale pop a metà tra gli anni'80 e '90, i cui massimi rappresentati sono i già citati Transformers, i Power Rangers e i mostri nipponici di Megalomen e affini, ignora volontariamente ogni sorta di sviluppo di trama e personaggi, entrambi bidimensionali, punta al puro e solo entertainemnt spettacolare, colorato e robotico. Chi è alla ricerca di un film del genere sarà accontentato. Divertimento per gli occhi facile ma che funziona. 

Voto: 6,5

Read 509 times Last modified on Wednesday, 21 March 2018 12:21

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Recensioni

  • Il primo uomo - First man, podcast recensione della biopic di Chazelle con Ryan Gosling e Claire Foy
  • Halloween (2018) podcast recensione del horror con Jamie Lee Curtis
  • Il complicato mondo di Nathalie, podcast recensione della commedia francese con Karin Viard
  • Sogno di una notte di mezza età, recensione della commedia di e con Daniel Auteil

Il primo uomo - First Man, atteso nuovo film di Damien Chazelle, basato sul libro di James R. Hansen con  ha aperto la 75°edizione del Festival di Venezia 2018 e uscirà prossimamente al cinema: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Arriverà nei cinema di tutto il mondo a fine mese, il nuovo film del franchise Halloween che vede il ritorno di Jamie Lee Curtis, protagonista dei primi due film della saga negli anni'70- '80: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

E' appena uscito nei cinema il film Il complicato mondo di Nathalie, commedia di David e Stéphane Foenkinos con Karin Viard, Dara Tombroff e Anne Dorval: Cinetvlandia l'ha vista e vi propone qui di seguito il podcast recensione.

Read More

Esce questa settimana nei cinema la commedia di e con Daniel Auteil, Sogno di una notte di mezza età: Cinetvlandia l'ha visto in anteprima e vi propone qui di seguito la recensione.

Read More